x

x

Ibs, ansia e depressione

Buongiorno, soffro da più di 30 anni di IBS, con prevalenza di stipsi ed in alcuni periodi di feci chiare e poco formate.
La sintomatologia è alterna, con periodi anche di benessere.
L’unica colonscopia è stata fatta più di 15 anni fa, nella norma.
Ora, ritrovandomi in un periodo psicologico precario (sono in cura da circa tre mesi con paroxetina ed alprazolam ma ancora con minimi risultati- anche questa sintomatologia purtroppo si ripresenta spesso, ad anni alterni) l’intestino mi dà disturbi che mi mettono ancor più in ansia: gonfiore addominale, corda colica, flatulenza, difficoltà nel defecare (devo sforzarmi parecchio) e qualche rara scarica diarroica.
Non vedo sangue nelle feci, anche se una lieve flogosi emorroidaria talvolta si presenta (ma senza sangue).
Mi è accaduto 3 volte nell’ultimo anno di svegliarmi di notte per un forte dolore al retto che è però durato solo qualche minuto.
Premetto che soffro già di cistocele e che ho la sensazione che si sia formato anche un rettocele, proprio per la difficoltà che ritrovo il più delle volte (non sempre) nel defecare.
Un lieve prurito intorno all’ano, la sensazione di non essermi svuotata completamente e gli altri sintomi descritti possono essere allarme di qualcosa di più grave?
Sono veramente preoccupata e la situazione psicologica in cui mi trovo acuisce la cosa: ho il terrore di fare approfondimenti in merito.
Sarebbe utile una colonscopia?
Potrebbe trattarsi di tumore?
In questo periodo non me la sento proprio di affrontare visite ed esami... grazie
[#1]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 10,9k 315 5
Probabilmente è tutto legato alla
IBS ed ai farmaci che sta assumendo.
Solo con una visita sarà possibile tranquillizzarla!
La necessità di ulteriori indagini scaturiranno da questa.
A distanza non posso dirle altro.
Cordiali saluti.

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio infinitamente; in effetti tutto è iniziato in concomitanza all’assunzione dei farmaci prescrittimi, anche se le volte precedenti non era accaduto. Questo mi tranquillizza un po’... Ma quella fitta notturna che mi è capitata alcune volte cosa può essere?
Cordialità
[#3]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 10,9k 315 5
Viene definita Proctalgia fugace e può essere attribuita alla IBS

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie, è stato esaustivo e rassicurante

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio