Utente 443XXX
Salve, mi chiamo Giuseppe, volevo chiedervi qualche informazione riguardo ad un episodio ...mi spiego giorno 09/08/2016, mi sono recato in un centro massaggi cinese, alla fine del massaggio, mi è stata praticata la masturbazione sia con le mani /piedi, qualche bacio a stampo, nulla di più ...a distanza di circa 5 giorni (quindi il 14/08) ho notato la presenza di prurito (prepuzio/glande) ,anche del bruciore ,in primis ho effettuato dei lavaggi con bicarbonato ed applicazione della pomata pevaryl ,in attesa di recarmi dal medico di famiglia (era in ferie) una volta giunto dal medico ,mi ha detto di interrompere tutto , ed effettuare un esame urinocoltura, la pomata qundi l'ho applicata per 5 giorni circa, fino al venerdi 19, il lunedi 22 ho effettuato l'esame dell 'urinocoltura, spero che non si sia falsato (visto l'applicazione della pomata), ho ritirato ieri l'esame dell urinocoltura "negativo"il medico adesso mi ha prescritto un altra pomata, ma penso che prima di mettere altri farmaci,(pomate) magari rivolgersi ad un dermatolo? Oppure effettuare dei tamponi uretrali ?(ricerca clamidya ecc...) i sintomi del bruciore ci sono ancora, al risveglio tipo oggi mi sento tipo i linfonodi ingrossati,tipo del calore, febbre non c'è ne ,ho prenotato nel frattempo una visita con la dermatologia sociale di un ospedale a Genova, inutile dirvi i tempi di attesa, fine novembre, volevo capire che tempi di incubazione ci sono per scongiurare il tutto, fine novembre saranno passati i tempi di incubazione?
Adesso che tipo di soluzione posso affrontare?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, partendo dal fatto che lei non si sia rivolto a un centro massaggi ma ho un posto dedito allo sfruttamento di donne e alla prostituzione (questo per chiarire anche dal punto di vista sociale i luoghi mascherati che puntellano le nostre città) il racconto che fa non sembrerebbe essere rischioso per malattie sessualmente trasmissibili gravi. Se rimangono i dubbi la cosa migliore da fare è contattare lo specialista venereo logo di fiducia il quale con la visita potrà tranquillizzarla.
Cari saluti

Dr Laino
www.latuapelle.it

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 443XXX

purtroppo qui a Genova ho trovato solo il dermatologo, non venerologo?
Grazie