Utente 402XXX
Salve da circa una settimana sono comparse sugli arti superiori delle macchie rosse con bollicine al centro, inizialmente ho pensato ad un problema relativo alla depilazione o al cambiamento di temperatura (primo caldo), svegliandomi ogni mattina però il problema ha continuato ad estendersi arrivando ai piedi e ai polpacci (nulla sul viso o sulla pancia), nel mentre che le prime macchie al braccio si sono "sfiammate" lasciando solo una piccola bollicina ancora presente in tutto 3, ai piedi si è presentato prurito accentuato nelle ore notturne, inizialmente queste "lesioni" si presentano come punture quindi un pò gonfie, rosso vivo e con prurito, una notte mi sono grattata e hanno cambiato colore virando verso un rosso più violaceo, per due giorni circa non ne sono uscite di nuove e il prurito era intermittente ma comunque non fastidioso, stamattina ancora una volta mi sono ritrovata con le stesse macchie sulla parte alta della spalla e sulle braccia superiori e 3 sulla schiena esplose dall'oggi al domani, tutte più o meno vicine il prurito non è fastidioso, si presentano sempre come quelle ai piedi, simil/punture rosso vive, con un piccolo nodulo sottopelle o ponfo (non so come chiamarlo!), e di varie grandezza, alcuni più piccoli altri più estesi e purtroppo non tendono ad andare via, ho controllato la stanza in cui dormo e non ho trovato traccia di termiti o insetti da legno per lo meno non visibili ad occhio nudo ma da come si presentano ho paura che possano avere una causa interna. Faccio premessa che le prime macchie/bollicine sono comparse durante il ciclo mestruale (momento in cui sono molto debilitata) nei giorni scorsi ho assunto parecchio latte (che non digerisco molto bene) al cioccolato, e presento una febbre leggera (37.3/37.5). Ho 26 anni, in più sto affrontando un periodo molto stressante. Ancora da premettere che tutti gli anni, durante il primo caldo ho sempre dei "puntini" rossi, piccolissimi nulla a che vedere in ogni caso con questi, che tendono a sparire con l'estate (soffro molto il caldo e faccio fatica anche ad espormi al sole). Ho anche assunto un integratori di sali minerali da circa un mese (potassio, vitamina c, magnesio) nonostante di norma non sudi molto ma per affrontare il caldo. Ho paura che possa essere qualcosa di grave o peggio infettivo (perché ogni mattina mi sveglio e ho macchie rosse ovunque) anche se chi abita con me non presenta nulla per ora. Sto cambiando le lenzuola ogni due giorni e faccio areare sempre la stanza da letto. Ho gia prenotato la visita dermatologica e sono in attesa di conferma di appuntamento. So che le cause potrebbero essere milioni ed è difficile a distanza ma per la mia natura ansiosa le sto pensando tutte pensando al peggio visto che io sappia non ho mai sofferto di allergie, ho avuto il morbillo a 12 anni e sono vaccinata praticamente su tutto (tranne rosolia di cui avevo un richiamo a 17 anni) e una cosa del genere non mi era mai successa (mai avuti episodi di dermatite o orticaria per esempio, so bene che c'è sempre una prima volta).

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima

La visita dermatologica è sufficiente a chiarire con puntualità un segno clinico da qui compatibile con troppe ipotesi

La programmi con fiducia e non applichi terapie fai da te nel frattempo
Saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Grazie della risposta. Sono appena tornata dalla dermatologa e ha appunto riscontrato una zoonosi probabilissimo cimice da letto. Dal momento che presento febbre leggera ha preso in considerazione di darmi un antibiotico ma visto il caldo ha preferito evitare e attendere l'andamento e il decorso dell'allergia che ha diagnosticato. Idem, per l'antistaminico che ha evitato in quanto assumo mirtazapina (che se non erro agisce sugli stessi recettori, infatti l'assumo per l'ansia e insonnia) onde evitare la troppa sedazione, ha escluso totalmente intolleranze alimentari e farmacologiche, quindi presumo che possa continuare a prendere gli integratori di magnesio potassio e vitamina c, ora devo fare una cura detergente+mousse per due settimane. Quello che volevo chiederle è che essendo una forma di allergia forte, può diventare pericoloso a livello di salute? mi riferisco per esempio ad uno shock anafilattico e considerando che l'esposizione potrebbe essere prolungata e continua fino a quando non si trovano queste cimici ho paura! Infatti c'è da aspettare perché potrebbero ripresentarsi e in quel caso mi ha detto che può essere necessario anche buttare via materassi letti e divani e in casi più gravi la disinfestazione. Per quanto riguarda la febbre blanda (37.5 oscillante) devo preoccuparmi? E' necessario lavare sempre a 90 gradi ogni vestito e lenzuola?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
No si tranquillizzi un'epizoonosi così come descritta non mette a repentaglio la salute e non provoca di norma shock anafilattico a differenza di altre punture di insetti (imenotteri in primis): segua i controlli medici.
Saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it