Utente 486XXX
Buon giorno dottori,
Sono un ragazzo di 21 anni e, in seguito al grattarmi ripetutamente per mesi (da agosto dell'anno scorso) e avere la pelle desquamata in particolare sugli arti superiori e a livello della clavicola, mi sono recato dal medico di base (qualche giorno fa) che dopo avermi visitato mi ha diagnosticato una dermatite atopica da trattare con pomata locale.
A novembre dell'anno scorso (2017) ho avuto la mononucleosi e in seguito (a causa di uno sfogo allergico) ho fatto delle indagini allergometriche mediante IgE specifiche e sono risultato allergico a nocciola, banana e fumo di tabacco (17 KUA/L). Fino ad allora fumavo e spesso infatti notavo una estesa oculorinite e prurito generale alle braccia e a livello delle clavicole dopodichè ho smesso (quando ho scoperto di essere allergico) e quindi sono circa 7 mesi che non fumo e che non mangio banane e nocciole.
Negli ultimi 2 mesi però ho iniziato nuovamente a grattarmi con violenza al punto da scorticare la pelle a livello degli arti e delle clavicole e al pomata serve a poco.
non fumando più e non mangiando più gli alimenti incriminati a cosa può essere dovuta la mia dermatite?
Può essere ricollegata a queste mie allergie anche se non sono più entrato in conttatto con tali allergeni?
inoltre se non fumo più da 7 mesi ( ho proprio perso il vizio) è necessario ripetere le IgE specifiche per fumo di tabacco?
Ringrazio molto!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
È necessario anzitutto comporre una diagnosi clinica: basta l’occhio di non esperti per capire se come scrive da titolo, la DERMATITE ATOPICA c’entri qualcosa.

Molte altre le patologie possibili con quella morfologia clinica
Non faccia autoterapie e si rechi a visita Dermatologica

Saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it