Perché avverto dolore alla palpazione 2cm a destra dell’ombelico? raramente anke nn toccando

Buongiorno a tutti e scusate il disturbo volevo avere una risposta ad una domanda che mi pongo ormai da quasi 3 anni.


Premetto che ho sempre avuto dolori addominali sin da piccola essendo un soggetto ansioso, anche troppo, soffrendo anche di depressione ed essendo anche ipocondriaca, ogni dolore per me è malattia.


Ho 27 anni... ho avuto la mia prima gravidanza partendo con un peso di 56kg, mangiavo poco in gravidanza per motivi personali, non per mancanza di fame, ho partorito nel 2020 arrivando a pesare 65 kg e perderli subito dopo arrivando a pesare 50kg perdendone anche 6 dei miei poi ho avuto dopo 6 mesi subito la 2 gravidanza partendo da un 50kg, sempre a mangiare poco, arrivamdo a pesare 60kg nel mentre avevo spesso scariche di diarrea, ero molto ansiosa e nervosa rispetto alla prima gravidanza.

Ho partorito nel settembre 2021 perdendo subito i kg e arrivando a pesare 48 kg... poi lo stress, depressione post parto, sono arrivata ad oggi a pesare 45kg.


Nel febbraio 2022 poggiando il.

Bimbo sul fianco destro avvertì un dolore nella parte superiore destra 1cm più in altro dell’ombelico e alla sua destra.

Così feci un eco addome completo e uscì che avevo avuto una reazione peritoneale il giorno dopo feci un rx addome ma niente dicevano colecisti, feci gli esami, tutti buoni.

E dopo 15 giorni rifeci un eco addome tutto perfetto e nella norma.


Poi maggio 2022 non accettando questo peso, avendo sempre scariche di diarrea e avendo sempre quel dolore decisi di fare un ricovero x praticare una gastroscopia e colonoscopia, esame feci, e tanti altri esami anche tumorali, tac ed eco... tutto buono a parte esofagite erosiva e incontinenza cardiale ansiogena e meteorismo intestinale
Faccio la cura ma quel dolore c’è sempre essendo ansiosa da quel maggio 2022 ad oggi, novembre 2023 ho praticato ogni 3 mesi eco addome completo sempre tutto nella norma, anche esami sempre buoni a parte sideremia bassa ma ne soffro piccolissima... però esami fegato, folsfatasi alcanica, albumina, got, ggt, gpt tutto buono a parte l bilirubina indiretta già dall’ospedale uscì alta e dopo 15 gg buona, poi ogni tanto la eseguo esce un tantino alta non come l’ospedale e dopo una settimana di nuovo normale, e il mio ex medico di base, specialista Gastroenterologo, dice che è dovuto dalla mancanza di un enzima che non ho dalla nascita e provoca quindi questa cosa.


Ora volevo sapere, descrivendovi tutto il quadro, anche da voi esperti questo dolore alla palpazione mi deve preoccupare o meno?


Io ho paura, tanta.

Ormai sono 3 anni che mi accompagna e non capisco cosa sia... ah un’altra cosa stando alzata mi fa male toccandomi, ma quando sono distesa e mi tocco non mi fa male è il medico dice che essendo molto magra tocco l’intestino, lui dice che è l’intestino infiammato ma non c’è nulla.

Io non so cosa pensare nonostante anche gli esami diagnostici siano buoni.


Grazie anticipatamente e scusate il romanzo.
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 6.6k 201 65
In considerazione della storia clinica, caratterizzata da oscillazioni del peso in occasione delle gravidanze, è possibile ipotizzare che il dolore all'autopalpazione in sede paraombelicale possa dipendere da una minima diastasi muscolare (un piccolo allontanamento dei fasci dei muscoli retti dell'addome) che si può valutare con una ecografia di superficie (sottocutaneo e muscolo), non con una ecografia addome convenzionale che è orientata all'esplorazione dei visceri.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore provvederò a fare questo esame diagnostico.
Solo che ho notato che questo dolore lo avverto anche alla bocca dello stomaco per poi continuare verso destra arrivando ad altezza ombelico quasi al fianco.. sempre e solo toccandomi
Poi se mi tocco più spesso subito dopo avverto fastidio anche non toccandomi.
Ho paura che possa essere un pre come posso definire quando si rompe L intestino quello