Utente
Buongiono,
volevo porre alla Vostra cortese attenzione un problema che, come da titolo, può apparire banale ma che mi sta facendo preoccupare. Mi scuso se talune espressioni non saranno precise ma cercherò di spiegare al meglio.
Tutto è cominciato poco più di 3 mesi fa quando una mattina, dopo aver fatto una colazione regolare, ho avvertito un forte senso di nausea che mi ha portato a vomitare. Passa poco più di una settimana, nel frattempo ho tolto il latte dalla dieta.tutto ok, ma una sera fuori a cena solito problema: nausea e vomito. Dopo circa due settimane, durante una pausa pranzo con semplice panino e acqua naturale(ero fuori per lavoro), mi si ripresenta il problema: nausea e vomito. Da allora la mattina se va bene riesco a bere un succo di frutta e 2-3 biscotti. A pranzo mangio regolarmente primo e secondo e a cena lo stesso, anche se a volte ho come la sensazione di stomaco chiuso dopo poche boccate, nonostante abbia molto appetito.
Nel frattempo ho eseguito esami sangue, ecografia e gastroscopia semplice per accertamenti.tutto ok. di seguito riporto il referto della gastroscopia eseguita il 14/07/2011:
Esofago:regolare, modeste note di esofagite distale.
Stomaco:cardias lievemente incontinente, fondo e corpo regolari, moderata gastropatia iperemica antrale, piloro beante ben superabile.
Duodeno:bulbo e seconda porzione duodenale indenni.
Dopodichè ho iniziato a prendere levopraid 1 cpr ai pasti principali ed ho fatto analisi sangue per escludere H.Pylori, che infatti non ho.
Per il dottore che mi ha visitato si tratta di stress, problema di testa...
Ho smesso di prendere levopraid da inizio mese corrente(agosto) e ieri sera, a cena da amici, si presentano i soliti sintomi subito dopo il primo. E' come se lo stomaco non riuscisse più a contenere il cibo dopo un tot e me ne accorgo solo dop che, anche se di poco supero quella soglia. Può essere una spiegazione lo stress? Posso fare altri accertamenti per escludere altri problemi? Sinceramente non mi sento stressato più di tanto o più di un anno fa, quindi non mi spiego questo problema.
Devo fare una premessa: a marzo ho contratto una forma virale con vomito e diarrea, durata 3 giorni e che ha nteressato tutti i membri della famiglia.
Da diversi anni invece ho mal di testa dovuti secondo me a cattiva digestione, non troppo frequenti e più rari da quandoho smesso di fumare a ottobre 2010.
Cordiali Saluti e un ringraziamento.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Durante il trattamento ( per qunato tempo ?) con il procinetico ha accusato tale disturbo ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.
con il levopraid non ho accusato tale disturbo, ma l'ho assunto per 14 giorni fino a fine luglio,e fino a ieri non avevo più avuto problemi, quindi anche nel periodo di NON assunzione del procinetico sono stato bene. Mi è anche successo di mangiare e bere un pò di più in qualche occasione(e sempre nell'ultimo mese) senza accusare alcun disturbo. Voglio precisare che non ho eccessi nel bere e nel mangiare tranne appunto quando capita di uscire a cena fuori, ma anche lì mangio poco più della norma. Ieri sera invece dopo antipasto e primo(abbondante) ho avuto subito la nausea.
Cordialmemente

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Evidentemente ha un problema di svuotamento gastrico e di tanto in tanto avrebbe necessità del procinetico.


Cordialità.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta. Quindi non c'è bisogno di fare altri accertamenti(sempre che ne esistano)? Il problema dello svuotamento gastrico quale causa potrebbe avere?
In ogni caso proverò a prendere levopraid in caso di pranzi più "robusti".
cordialmente

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può essere un semplice problema funzionale, transitorio e "sine causa".


Le allego un mio articolo di riferimento:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/990-il-peso-sullo-stomaco-ossia-la-cattiva-digestione.html


Cordialità
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio per le indicazioni e perl'articolo da Lei redatto. Proverò senz'altro a seguire i consigli ivi contenuti, riservandomi di disturbarLa(spero non troppo) su questo sito tra un pò di tempo per farLe sapere.
Cordiali Saluti

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Attendo suoi aggiornamenti.

Cordialità.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
buongiorno,
mi permetto di aggiornarLa sulla mia situazione.
Purtroppo i casi di nausea e vomito sono diventati più frequenti e senza apparenti motivi. Il medico mi aveva prescritto ranidil al mattino, levopraid a pranzo. in più xanax cpr 0,25 3 volte al dì ore 10,16 e 22 perchè sono un pò ansioso e mi avrebbe aiutato per rilassarmi un pò. Il Ranidil mi era stato prescritto perchè sulla gastroscopia risultava una moderata gastropatia.
Questa "cura" è la sto facendo da 2 settimane. Ieri durante una trasferta di lavoro dopo un pranzo molto leggero(in cui ho assunto levopraid) ho avuto necessità di fermarmi e di vomitare(mi induco il vomito per anticipare, altrimenti starei anche peggio). Avverto come un blocco a livello dello stomaco,nausea ecc. Può essere stress da lavoro o altro a questo punto, ma sinceramente sono sconfortato. Con il mio medico abbiamo deciso di sospendere i medicinali, lo xanax gradualmente, e mi ha suggerito di stare leggero e di mangiare quando lo richiedo, non quando è l'ora. La settimana scorsa ho avuto un pranzo in cui ho mangiato molto(antipasti, primi secondi dolce ecc...) e di tutto avvertendo un leggero fastidio a fine pranzo ma che avrebbe avvertito chiunque,credo, dopo tale abbuffata. In definitiva sembra che a volte lo stomaco non riceva, e mi sembra di essere entrato in un circolo vizioso. Inoltre dopo che ho mangiato ho continue eruttazioni. Devo dire poi che lo stress e l'ansia generati dal non capire le cause di questo malessere non fanno altro che aumentare la mia sensazione di disagio.
Cordialmente

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008



>> Devo dire poi che lo stress e l'ansia generati dal non capire le cause di questo malessere non fanno altro che aumentare la mia sensazione di disagio <<


E' un circolo vizioso: ansia genera ansia e ciò si riflette sul nostro apparato digerente. Legga il seguente articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
credevo che lo xanax servisse proprio ad attenuare questi stati d'ansia che credo a questo punto siano la causa del malessere. perchè toglierlo? forse perchè la soluzione è davvero parlarne con uno specialista?
un saluto e un ringraziamento

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'articolo serviva a farle capire quanto l'ansia può intrecciarsi con i disturbi intestinali, ma credo che con il suo medico troverà il modo per controllare i sintomi,.



Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it