Utente
Gentili Dottori, in data 02.11.2011 ho eseguito egds transnasale presso l'ospedale s.
giuseppe a milano riporto l'esito:
esofago regolare, cardias continente. Nello stomaco è presente normale quantità di secreto chiaro a digiuno. La mucosa gastrica del fondo e del corpo di aspetto e colorito normale. La regione antrale presenta mucosa iperemica, con chiazze puntiformi di ematina riferibili a gastrite cronica attiva biopsie antrali per definizione di gastrite e ricerca H.P., piloro pervio e simmetrico. bulbo duodenale e seconda porzione del duodeno indenni da lesioni CONCLUSIONI: gastropatia antrale in definizione istologica.
Ho eseguito la gastroscopia su consiglio del mio medico di base per problemi di pirosi gastrica, gonfiori aerofagia, reflusso acido e dolori al centro della schiena tra le scapole.
L'esito dell'egds è di gastrite cronica antrale giusto?, sono in attesa dell'esito delle biopsie, non nascondo che la mia paura è che possa trattarsi di gastrite atrofica o peggio ancora di metaplasia! Il mio medico di base mi ha prescritto una cura con Ranitidina 150 mg 2 volte al di dato che ho provato sia l'omeprazolo che il pantoprazolo ma entrambe mi procuravano cefalee, io soffro di emicrania!
Un'ultima cosa stamane a 48 ore dall'esecuzione dell'egds ho notato nelle feci una macchiettina nera ieri sera ho mangiato una caramella di liquirizia gommosa potrebbe essere quella o mi devo preoccupare? non ho avuto dolori particolarmente forti dopo l'esame solo qualche doloretto allo stomaco probabilmente nella zona dove mi hanno effettuato le biopsie.
Vi ringrazio per l'attenzione resto in attesa di una Vs. risposta. Saluto cordialmente

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Giusto.non si preoccupi,mi sembra sia stato fatto tutto piu' che bene e attenda l'esito delle biopsie tranquilla.Si e' trovata bene con la transnasale?
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Le confesso che ero molto spaventata dato che non avevo mai eseguito prima una gastroscopia, devo dire che l'esame è stato veloce e decisamente "sopportabile", se dovessi rifarlo non lo temerei più! data la sua gentilezza e celerità nella risposta se non le dispiace approfitterei ancora di "lei" per farle alcune domande: la metaplasia si puo' diagnosticare solo con la visualizzazione della mucosa durante l'esecuzione dell'esame oppure sono necessarie le biopsie? e ancora le chiazze puntiformi di ematina cosa sono piccole erosioni? per ultimo, io soffro di extrasistoli ventricolari molto fastidiose a periodi che non sono collegate a patologie cardiache dato che ho eseguito tutti gli esami necessari e il cardiologo ha escluso l'origine cardiaca delle stesse, ho notato che sono molto collegate ai malesseri "digestivi" gonfiore e acidità Lei che ne pensa? potrebbe essere la gastrite la causa di queste aritmie? grazie ancora per la disponibilità e per il servizio che ci offrite. saluti.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

mi ha fatto molto piacere sapere che si è trovata bene presso il nostro Centro e che la gastroscopia transnasale sia stato un esame molto sopportabile, Devo dire che ormai la quasi totalità dei pazienti (85%) chiede tale procedura per l'esplorazione gastrica e ciò permette di fare efficaci diagnosi ed una vera prevenzione. Anche il dott. Favara (tra i primi in Italia ad adottare la gastroscopia transnasale) ha gli stessi risultati.

Per quanto riguarda le sue domande devo dire che la metaplasia si può sospettare endoscopicamente, ma solo con i prelievi bioptici si può avere la certezza definitiva. Le chiazze puntiformi di ematina sono la conseguenza di una sofferenza della mucosa che si presenta con piccoli sanguinamenti determinati da microerosioni spesso non visibili ad occhio nudo. Un'adeguta terapia risolverà il problema.
Per quanto riguarda le extrasistoli a volte un disturbo gastrico (esofagite, gastrite, distensione gastrica, ecc.) può fungere da spina irritativa sull'attività cardiaca. Ovviamente, come ha fatto lei, bisogna escludere sempre una problematica cardiaca prima di chiamare in causa lo stomaco.

Venga a trovarmi quando è pronto l'esito istologico così le spiegherò il risultato dei prelievi.


Un cordiale saluto
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio davvero tanto D
ottor Cosentino per la risposta, guardi che la prendo in parola quando ritirerò gli esiti delle biopsie verrò a disturbarla!!!! scherzi a parte grazie ancora del servizio che con tanta generosità ci offrite. un saluto e buon lavoro.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Grazie a lei ed a presto.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Condivido la soddisfazione e le indicazioni del Dottor Cosentino, che casualmente è il Direttore del centro al quale si è rivolta e immagino sia particolarmente contento per la sua esperienza positiva. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Condivido la soddisfazione e le indicazioni del Dottor Cosentino, che casualmente è il Direttore del centro al quale si è rivolta e immagino sia particolarmente contento per la sua esperienza positiva. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#8] dopo  
Utente
Grazie, Dottor Favara gentilissimo.

[#9] dopo  
Utente
Gentili Dottori, sono stata dal mio medico di base a far vedere l'esito della gastroscopia e mi ha sostituito la ranitidina, sostenendo che è un vecchio farmaco, con lansoprazolo 15 mg una compressa al mattino, se devo essere sincera sono un pò restia ad assumere questo farmaco data l'esperienza precedente con omeprazolo e pantoprazolo che mi procuravano cefalea. La Dottoressa dice che in ogni caso se il test dell'elycobacter dovesse risultare positivo la terapia per l'eradicazione comprende anche gli I.P.P. quindi dobbiamo trovarne uno che io riesca a " tollerare".
Mi piacerebbe avere un vostro parere in merito. Grazie per l'attenzione

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Realmente se il test per l'HP è positivo l'eradicazione va fatta con gli IPP per cui può provare e valutare l'effetto.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, proverò il lansoprazolo sperando in bene!

[#12] dopo  
Utente
Gentili Dottori, ho ritirato gli esiti delle biopsie, trascrivo:

Diagnosi istologica:
Gastrite cronica quiescente della mucosa antrale
Grado dell'infiammazione: lieve
Attività dell'infiammazione: assente
Metaplasia intestinale: assente
Atrofia ghiandolare: assente
Helicobacter pylori: assenti

Questo tipo di gastrite va curata? con quali farmaci?
x il dottor Cosentino: ho provato il lansoprazolo ma anche quello mi provoca quotidianamente cefalea, cosa ne pensa della ranitidina?
a che dose e per quanto tempo dovrei assumerla?
La gastroscopia è utile per escludere il reflusso gastroesofageo? chiedo questo perchè ho spesso dei rigurgiti acidi e un dolore fisso tra le scapole più forte la notte e la mattina al risveglio.
Infine, quali possono essere le cause della gastrite cronica escludendo l'elicobacter pylori?
di nuovo grazie del servizo che ci offrite!

[#13]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ottimo, helicobacter pylori quindi è assente.
La sintomatologia sembrerebbe piu' compatibile con un reflusso non erosivo che, se intollerante agli ipp, puo' benissimo essere trattata con dieta e ranitidina a cicli o ininterrottamente in base alla risposta. La gastroscopia vede l' esofagite ma non il reflusso che puo' essere patologico e sintomatico ma non erosivo. La gastrite puo' dipendere ad esempio da assunzione di farmaci, fumo o cause non note.prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#14] dopo  
Utente
Gentili Dottori, sono qui di nuovo a disturbarvi!!
Il mio medico di base per la mia difficoltà di digestione mi ha prescritto il levopraid, 10 gocce prima di pranzo e 10 gocce prima di cena, ho dato un'occhiata al ''bugiardino'' e mi sono un pò allarmata leggendo di effetti collaterali come proungamento del QT, fibrillazione ventricolare arresto cardiaco e casi di morte improvvisa! so che il levopraid appartiene alla classe dei neurolettici che sono farmaci che possono dare questi effetti collaterali! ora da buona ansiosa ipocondriaca ho paura ad assumerlo! Tra l'altro io soffro di extrasistoli ventricolari! potete darmi delle delucidazioni e rassicurazioni a riguardo? grazie in anticipo!

[#15]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Tutti i farmaci hanno effetti collaterali. Il suo medico ha valutato pro e contro nella prescrizione. In caso di dubbio credo discutere con lui un' eventuale prescrizione differente.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it