Utente
Sono diversi anni che soffro di forti dolori allo stomaco, crampi e spesso ho la sensazione di avere troppo acido gastrico nello stomaco(sembra quasi di sentire corrodersi le pareti dello stomaco!)capita spesso di avere anche nausea e difficoltà a digerire. Il medico di base mi disse che essendo io una persona particolarmente emotiva e ansiosa(soffro di attacchi di panico) era molto probabile che avessi una gastrite e colite acuta, mi diede dei gastroprotettori salendo di dosaggio negli anni...il problema persiste e peggiora!devo stare attentissima a quello che mangio!nn posso mangiare una arancia che poi mi tocca prendere pantroc 40 per una settimana!mi hanno consigliato la gastroscopia, ma i miei attacchi di panico sono scatenati dall'emetofobia...ho letto di una pillola da ingoiare che potrebbe sostituire la gastroscopia e dato che questa fobia nn mi permette di fare un esame necessario oramai potete dirmi dove si puo' fare a roma?quali sono i costi?quanto è attendibile?e qual'è la profilassi prima dell'esame e dopo?...spero di ricevere presto risposta!nn ne posso più di vivere così!

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
mi permetto di suggerirle che la videocapsula non surroga completamente la gastroscopia, molto più utile a definire i suoi problemi gastrici.
Fatta in un buon centro (e dalle sue parti ce ne sono tanti) non avrà alcun problema!

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio vivamente del consiglio, vorrei sapere se è possibile richiedere di essere addormentati per fare questo esame. Molte persone mi hanno raccontato di averla fatta dicendomi che in realtà il sedativo è blando e nn ti fa dormire...

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
E' senz'altro possibile una sedazione come quella che lei desidera.

Ne discuta però con il gastroenterologo-endoscopista del centro che sceglierà.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

una soluzione al suo problema potrebbe essere la gastroscopia per via transnasale che può essere effettuata anche senza sedazione grazie alla sua mini invasività e tollerabilità. Rispetto alla gastroscopia per via orale che, per ovvi motivi stimola il vomito, la via nasale (con endoscopio sottile di 5-6 mm) è del tutto sopportabile ed offre le stesse possibilità diagnostiche di quella tradizionale. Anzi offre di più in quanto consente uno studio ottimale anche del distretto faringo-laringeo.


Cordialmente



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente! puo' dirmi dove è possibile farla?non ne ho mai sentito parlare!grazie davvero!potrebbe essere un ottima soluzione dal momento che come dice lei esclude il vomito!

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

a Roma ci sono molti centri dove viene effettuata con il SSN la gastroscopia transnasale, e fra questi la Gastroenterologia del Policlinico Universitario di Tor Vergata. Per completare la sua informazione le invio i link di alcune mie note sulla gastroscopia indolore e su quella per via transnasale:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/495-la-gastroscopia-indolore.html

http://www.endoscopiadigestiva.it/spaw2/uploads/files/gastroscopia_trans-nasale.pdf


Ci aggiorni dopo aver fatto la gastroscopia.


Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
nel pieno rispetto delle opinioni di ognuno (anche quando non condivise),

ed a beneficio suo e dei lettori,

credo sia doveroso esprimere la mia posizione a riguardo della gastroscopia trans-nasale che ben conosco (ovviamente), disponendo personalmente della strumentazione.

Diversi medici gastroenterologi, sono convinti che usare il gastroscopio cambiando la via d’accesso dalla bocca al naso migliorerebbe la situazione dei circa cinquecentomila pazienti che ogni anno ricorrono a questo esame invasivo che eviterebbero i fastidi già visti dell’esame tradizionale.
La via di accesso è preferita dal paziente, inoltre la sonda è più piccola, 5.6 millimetri di diametro contro i 9.8 di quella tradizionale.
Proprio per questo non offre l'ottimale maneggevolezza dell'endoscopio tradizionale e probabilmente (chissà) non è riuscito (finora) e forse non riuscirà a soppiantare l'esame tradizionale.

Come sempre penso che ogni medaglia abbia due facce.

Secondo noi i vantaggi della metodica trans-nasale non ci sono, a fronte di fastidi che sono forse maggiori, per il passaggio dell’endoscopio nelle coane nasali (pensiamo ad es. ad epistassi, seppur fugaci, etc.).
Pertanto consigliamo l’esame di gastroscopia tradizionale in sedazione , riservando lo strumento ultrasottile per i casi di necessità patologiche (restringimenti, stenosi).

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Pur nel rispetto delle opinioni dei colleghi, devo dire che la posizione del dott. Quatraro era la mia stessa opinione fino al 2008 quando sono andato a dirigere quello che attualmente è il primo centro di Milano per numero di prestazioni endoscopiche. Dal 2008 ho curato l'endoscopia transnasale proponendola all'utenza anche perchè non necessita di sedazione e quindi elimina l'ulteriore rischio di complicanze farmacologiche. Inoltre, il paziente finito l'esame può lasciare tranquillamente l'ospedale e tornare alla propria attività lavorativa.

Oggi nel nostro Centro il 95% dei pazienti chiede deliberatamente la gastroscopia transnasale soprattutto per la scarsa traumaticità: quindi da noi la gastro transnasale ha sostituito la gastroscopia tradizionale.

Inoltre tale procedura non si dimostra affatto inferiore alla gastroscopia tradizionale per via orale. Anzi, non provocando lo stimolo del vomito tale esame ci consente un'accurato studio del distretto faringo-laringeo (per escludere patologie in presenza di reflusso gastroesofageo); di eventuali diverticoli di Zenker e della giunzione esofago-cardiale (ernia, esofagite, Barrett, ecc.).

La nostra impressione corrisponde a quella di tanti altri colleghi che utilizzano di routine tale procedura ed è supportata dai dati di letteratura:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/550-gastroscopia-transnasale-i-risultati-di-un-recente-lavoro-confermano-l-accuratezza-diagnostica.html

Ne non ce voglia l'utente per tali disquisizioni ma, come ha detto il collega, tali consulti rimangono sul web e vengono letti da tante altre persone. Ciò consente all'utenza di avere un quadro ben chiaro dei diversi pareri ed esperienze e decidere deliberatamente in merito.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it