Di esofagite da reflusso

Gent.Medici scrivo perche' anch'io soffro da anni(con un peggioramento negli ultimi tempi) di esofagite da reflusso..che mi sta rendendo invivibile la vita.Alla notte,ad esempio,non riesco a star disteso per piu' di 4 h.
Da anni faccio una gastroscopia ogni due anni.Riporto l'ultimo referto della ispezionedel luglio 2011.
"Esofago: cardias non ben continente.Piccola incostante ernia iatale da scivolamento non complicata.Stomaco: presenza di discreta quantita di liquido e muco.Ipertrofica la mucosa in antro con aspetti a tipo metaplasia intestinale e zonali aree di iperemia in sede prepilorica. Bio in antro e corpo.Piloro simmetrico
pervio.Duodeno: zonalmente minimamente iperemica la mucosa bulbare.
A norma D2 " Conclusioni diagnostiche: incontinenza cardiale.gastrite atrofica moderata dell'antro.gastrite a chiazze lieve.antro bulbite a chiazze lieve "

Nota dell'operatore medico per il mio medico curante:" Non vi sono aspetti microscopici compatibili con metaplasia intestinale.Alla luce del quadro istologico e della negativita' dell' HP consiglierei un controllo endoscopico fra 2 anni."
(Esame del 2011...precedente nel 2009...nel 2007. N.d R.)
Ora ..so che il pericolo maggiore e' l'esofago di Barrett..che porta al cancro.
Vivo in questo terrore da anni..i sintomi sono identici a quel che provo io...
ho letto qui.Come faccio oggi a capire se ho anche "l'esofago di Barrett".
Preciso che da anni prendo i soliti,classici medicinali del caso..inibitori della
pompa...(provati tutti !) gaviscon ...la sponda del letto alzata al massimo
senza grandi risultati...
"Purtroppo le medicine,le"modalita" di aiuto sono sempre queste..gira e rigira..
siamo noi che siamo diversi l'uno dall'altro e"rispondiamo in maniera diversa
alle cure" - mi diceva il mio medico curante. A vostro pare,spett.medici...
sono in fase "preparatoria" per il tumore all'esofago ?
Ho 71 anni..sesso maschile.
Sono appenA REGISTRATO: DOVE DOVRO' CERCARE LA RISPOSTA?
Dove sara' pubblicata ? Mi mettete il link..per favore ?
Grazie
GM
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
>> Non vi sono aspetti microscopici compatibili con metaplasia intestinale.Alla luce del quadro istologico e della negativita' dell' HP consiglierei un controllo endoscopico fra 2 anni." <<


Gentile utente,

da tale risposta del collega gastroenterologo credo debba restare tranquillo. Perchè la paura del Barrett ?
Su cosa si fonda ? ha precedente endoscopici di metaplasia in esofago ?

Lei scrive:

>> Come faccio oggi a capire se ho anche "l'esofago di Barrett". <<
E' l'endoscopista che ha già risposto: non ha un esofago di Barrett.



>>Preciso che da anni prendo i soliti,classici medicinali del caso..inibitori della
pompa...(provati tutti !) gaviscon ...la sponda del letto alzata al massimo
senza grandi risultati... <<


Quali sono i suoi sintomi ?


>> Purtroppo le medicine,le"modalita" di aiuto sono sempre queste..gira e rigira..
siamo noi che siamo diversi l'uno dall'altro e"rispondiamo in maniera diversa
alle cure" <<

E' possibile che si risponda in modo diverso ai farmaci.


>>A vostro parere,spett.medici... sono in fase "preparatoria" per il tumore all'esofago ? <<

Non ha nulla da temere. Le sue endoscopie non riportano nulla di rilevante. Si tranquillizzi.


Cordialmente



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.Dottore
un SINCERO ringraziamento per l'immediata risposta..sopratutto perche'
anche tranquillizante.Preciso: non ho precedenti di metaplasia in esofago.
Sintomi ? Eruttazioni continue...che col tempo causano anche un lieve dolore
che,so,puo' far pensare a problemi cardiaci.Pur essendo in cura anche da un cardiologo da tempo(..extrasistole,,finora ben curate..colesterolo..etc..assumendo
i farmaci all'uopo) so che quel che sento NON e' un infarto.
Non avverto liquidi o bruciori in gola,,,e' aria,,,gas..che con le tante eruttazioni
alla fine sembrano passare..Mi aiuta un po' il gaviscon in questi casi.
Perche' sto pensando al Barrett ? Perche' la qualita' della vita e' talmente compromessa che non si puo' fare a meno di pensare al peggio.
So di essere un ansioso ..e quindi questo aspetto non giova certo alla
mia salute...Il fatto poi di riuscire a dormire per poche ore la notte peggiora
lo stato d'ansia giornaliero.Alle 4 mediamente mi"sveglia" il male...sento che devo
alzarmi in posizione eretta..camminare un po'..iniziano le eruttazioni
e quando terminano.e' ormai troppo tardi per riprendere sonno.
A tal proposito (gas..aria..) ho provato anche vari prodotti a base di carbone..finocchio
etc..ma con nessun risultato.Assuno un LUCEN 20 al mattino e uno alla sera.
Durante la giornata..gaviscon..al bisogno.Cioe' spesso.
Caro Dottore..la ringrazio di cuore per ogni iniziativa al mio riguardo..se potra' rispondermi o meno.Non vorrei abusare della Sua cortesia.
gm
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Prenda eventualmente, chiedendo sempre al suo medico, una compressa di levosulpiride alla sera 30 min. prima della cena. Il farmaco potrebbe essere di aiuto per il suo disturbo.

Cordialmente ( .. e mi aggiorni).

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gent.Dr.Cosentino
La ringrazio di tutto cuore.
Cordiali saluti
gm
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Di niente, si figuri e mi tenga a sua disposizione.


[#6]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore..Lei e' troppo gentile..non e' facile trovare disponibilita'
come qui.Mi sento un po' piu' tranquillo,ora..(anche se il referto mostratoLe
e' di un anno fa..ed un altro dovra' passare per la prossima gastroscopia.)
E sappiamo che basta poco tempo perche' si sviluppi il temuto Male.
Mi auguro di scriverLe ancora fra un anno...:)
Buona serata.
gm
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Se posso dirle, nel suo caso sarà molto improbabile la comparsa di un Barrett. E non c'è alcun protocollo che parli, come nella sua situazione, di controlli endoscopici così ravvicinati. Se mai si potrà parlare di gastroscopia fra 5 anni.


Auguroni


[#8]
dopo
Utente
Utente
Gent.Dr.Cosentino
per "tagliare la testa al toro"..come si dice, ho deciso di anticipare una gastroscopia
poiche' la sintomatologia ,sopratutto post prandiale,non trova miglioramenti..ormai ho provato tutti i medicinali,come Le dicevo,ed e' difficile resistere al ragionamento
che porta a questa conclusione: .."se il male e' piu' forte delle cure..significa che e'
incurabile"..quindi..(?).E qui i "brutti pensieri".
Le riporto il referto..in attesa(molto lunga qui da noi..60 gg. .una eternita'..che nuoce
alla salute stessa aumentando l'ansia.) delle varie biopsie

"Esofago: cardias non ben continente.Minima incostante ernia iatale da scivolamento
non complicata.Stomaco: presenza di modesta quantita' di liquido e muco.Ipotrofica la mucosa in antro con aspetti a tipo metaplasia intestinale.Bio in antro e corpo,Piloro simmetrico pervio.Duodeno: non lesioni sino a D 2 "
Conclusioni: incontinenza cardiale.Gastrite atrofica moderata dell'antro "

Ora..l'infermiere mi ha detto che mi sono stati fatti alcuni prelievi..ma gia' da ora
con quello che il gastroenterologo ha visto possiamo escludere il Barrett o dovro'
aspettare i risultati delle biopsie per essere certo di NON averlo ?
Possibile una esofagite cronica..inguaribile.. SENZA che si corra il rischio
prima o poi,del Barrett o qualcos'altro di"incurabile" ?
Il mio problema e' causato dal cardias o dall'ernia iatale ?
Il"sintomo da infarto" che tale non e'..genera comunque apprensione e questa malattia ha fra gli effetti collaterali anche quello della stipsi..
Grazie per un suo ulteriore parere.
gm
[#9]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Ha eseguito la gastroscopia e non si parla di Barrett, ma nonostante ciò lei continua a temerlo.

Mi dispiace, ma a questo punto temo che il medico di riferimento non sia più il gastroenterologo.


Cordialmente

[#10]
dopo
Utente
Utente
Gent.dr.Cosentino
l'ho fatto per informarLa della recente gastro.Lei si era dichiarato disponibile
ad ulteriori miei interventi.Se il Barrett "si vede subito" o necessita del referto
della biopsia non mi sembrava una domanda retorica.Unicamente mia ignoranza.
So "leggere fra le righe" e capisco bene le Sue ultime parole.
La ringrazio sinceramente.. e anche da parte mia i piu' cordiali saluti.
gm
[#11]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Il medico ha già escluso il Barrett. Le biopsie sono state eseguite nello stomaco al solo scopo di valutare l'eventuale gastrite. Ma il Barrett non c'è.

Cordialmente
[#12]
dopo
Utente
Utente
Fondamentale,esaustivo chiarimento il Suo,dottore.
Perdoni l'ignoranza e quindi la conseguente tediosita'.
Grazie di tutto..mi riservo,se non Le spiace,di aggiornarLa in futuro.
Buon lavoro e i migliori auspici !
gm
[#13]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Sicuramente. Mi fa piacere se mi terrà aggiornato.

Cordiali saluti.

[#14]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore
mi perdoni se non riesco a mantenere la promessa di"lasciarla in pace" almeno
fino ai referti delle varie biopsie.50 gg,ancora sono tanti..e i dubbi non nascono
dai Suoi pareri ma dalla mia sintomatologia.
Se ho ben capito il Barrett o altre forme precancerose "si vedono" con la gastroscopia..Nel mio caso ,visto il recente referto,il gastroenterologo non ne fa cenno.(ma in ogni caso presumo che cio' che tagliera' la testa al toro saranno
le biopsie eseguite).Ammesso quindi che NON ci siano "segnali" pericolosi
resta da capire perche' una "esofagite" risulti cosi' indifferente ai vari,tanti farmaci
provati.Questo malanno mi accompagna da sempre..ma solo negli ultimi mesi
c'e' stato un sensibile peggioramento..in particolare non si tratta piu' delle solite eruttazioni post pranzo o all'ingestione di liquidi.Di nuovo,e un poco impressionante.e' il forte dolore fisico al petto con riflessi retrosternali.
Ma una "normale" esofagite (senza segnali precancerosi) puo' dare una simile patologia dolorosa? La Sua esperienza Le ha fatto conoscere casi come il mio
cosi' ribelli alla terapia pur escludendo il peggio ? La letteratura in merito prevede
anche casi' cosi' "anomali" ..irruducibili ? Ho letto qui ed altrove di casi similari
al mio...ma,appunto,similari, NON identici.Un a esofagite "normale" (se cosi' fosse)
puo' manifestarsi in forme cosi' intollerabili per la qualita' della vita?
Gentile dottore...La prego..mi sopporti ancora con pazienza..il mio timore e' di "essere un caso unico".
Nella speranza che non "mi mandi a quel paese" Le rinnovo le scuse per il disturbo
e le auguro una buona giornata(cioe' di evitare di conoscere pazienti come il sottoscritto)
Un caro saluto
gm
[#15]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87


>>Se ho ben capito il Barrett o altre forme precancerose "si vedono" con la gastroscopia..Nel mio caso ,visto il recente referto,il gastroenterologo non ne fa cenno.(ma in ogni caso presumo che cio' che tagliera' la testa al toro saranno le biopsie eseguite <<

Non c'è nessuna testa da tagliare in quanto le biopsie sono state eseguite nello stomaco e non nell'esofago dove il Barrett è stato escluso.

>> Ma una "normale" esofagite (senza segnali precancerosi) puo' dare una simile patologia dolorosa? La Sua esperienza Le ha fatto conoscere casi come il mio <<

Lei non ha alcuna sintomatologia esofagea, ma il suo è un disturbo di svuotamento gastrico associato a tanta ansia..


Saluti
[#16]
dopo
Utente
Utente
Gent,Dr. l'esame istologico conferma la sua prima impressione:" Ipertrofica la mucosa in antro con aspetti a tipo metaplasia intestinale.bio in antro e corpo."
Diagnosi:Gastrite cronica non attiva di grado lieve(non evidenza di microorganismi HP-like). La mucosa corpale presenta aspetti iperplasico-micropolipoidi. "
Visita successiva quindi dallo stesso gastroenterologo,che mi segue da anni per gastroscopie e visite periodiche.Gode di ottima fama presso il Primario stesso.
Mi conferma che attualmente nulla di precanceroso esiste.
Dai sintomi descritti propende per una esofagite da reflusso ribelle alle terapie
comuni(antipompa,antiacidi..etc..anti gas intestinali..)Mi dice di aver visto alcuni rari casi come il mio: cardias ed ernia iatale.,che rendono invivibile le giornate e sopratutto le nottate.Sconsigliato intervento..sia per eta' che per NON assoluta
garanzia di un miglioramento della qualita' della vita.Il consiglio e' di"rafforzare
ulteriormente la cura:aggiungendo al LUCEN 40 che prendo al mattino la "vecchia" ranitidina alla sera(300 mg), Gaviscon advance dopo i pasti e a bisogno.Attendere due mesi e vedere se c'e' un miglioramento.Alimentarsi pochissimo e spesso(digestione lunghissima..6/7 ore attualmente) Alla sera nessun desiderio quindi di cenare.Poco the e biscotti.Come Le dicevo il vero problema "invivibile" oltre al non potersi neppure SEDERE dopo pranzo(viene"tutto su') sono le 3/4 ore di sonno
notturno che la malattia mi causa,Alle 3/4 di notte l'esofago mi sveglia..non dolori,,non acidi,,ma senso di gas..aria.."liquidi"..Devo alzarmi in piedi..riuscire ad eruttare per farlo passare.Ma ormai e' impossibile riprendere a dormire.Mi ripeto,forse.e mi scusi:
ho provato a "coprire" il disagio con gocce di rivotril,,ma neanche con 25/30
gc. e' impossibile NON sentire il disagio che puntuale arriva.Vorrei escludere veri e propri sonniferi..(so che fanno anche male)Non e' quindi l'ansia la CAUSA ma e' l'effetto..Ma so anche che il non dormire provoca patologie serie..sopratutto al cuore.Quel cuore che a mio modesto parere e i medicinali che prendo, hanno aggravato questo disturbo col quale convivevo da 20 anni senza gravi problemi alla notte,sopratutto.Le elenco quel che il cardiologo
mi fa prendere da 2/3 anni : almarythm(extrasistole) cardioaspirina, Crestor(colesterolo e trigliceridi) TRIATEC e LaCIREX per ipertensione..controllo periodico
col DECO per 48 h.
Grazie e mi scusi la solita lungaggine.Sapere di non avere,come lei sosteneva giustamente nulla,per ora,di gravissimo e' gratificante.Ma ognuno di noi sente i suoi
mali..e sapere che non esistono alternative valide,oggi,..non compensa la
"buona notizia" ricevuta dalla istologia.
Cordialissimi saluti
gm

[#17]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Gentilissimo,

Da quanto descrive i sintomi sono più da rallentato svuotamento gastrico che da reflusso. Ha provato con una generosa dose di procinetici, tipo domperidone o levosulpiride ?

Cordiali saluti.




[#18]
dopo
Utente
Utente
Su consiglio del gastroenterologo stesso sto assumendo,di quella famiglia,
il MOTILEX 0,5 compresse prima dei pasti.Il bugiardino consiglia una compressa..
rischio qualcosa ,visto il basso dosaggio,se ne prendo due ?(generosa dose")
Grazie per la cortese sollecitudine...
buona giornata
gm
[#19]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Inizi a prendere 3 compresse al giorno e si valuterà l'effetto

Saluti
[#20]
dopo
Utente
Utente
Perdoni dottore la mia poca chiarezza: intendevo 2 compresse
ai pasti principali.O sono troppe ?
Grazie di nuovo
Cordialita'
[#21]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Può prendere due compresse da 0,5 prima dei pasti.

Saluti
[#22]
dopo
Utente
Utente
Carissimo dottore..luna piena nel cielo ed io( gia qui dalle 4) a scriverle.
La riaggiorno sulla attuale terapia:poco o nulla fanno pure due compresse di motilex
a pranzo.Al mattino LUCEN 40,,,alla sera RANIDIL 300(a proposito,,Lei cosa mi consiglia ;le normali capsule o il tipo effervescente(immagino abbia effetto subitaneo)
In farmacia non ho saputo ripondere..mi riservavo di sentire il Suo parere.
Gaviscon Advance dopo i pasti e al bisogno.Fra due /tre mesi una verifica dal gastroenterologo per riferire eventuali(?) miglioramenti.(..e quando mai ?!)
La malattia stessa: ritardato svuotamento ? Puo' essere ? Quindi NON una esofagite
da reflusso ? Ma cardias e ernia iatale non fanno propendere per questa eventualita'.?
Il rpblema del poco sonno sta vieppiu' diventando serio. RIVOTRIL: sono arrivato
a 30 gc per sera: nessun risultato..certo.. il sonno arriva ma alle 4(PUNTUALISSIMO) lo sterno
comincia coi disturbi: NON acidita' in gola,badi bene..ma senso di acqua e gas
in quella zona.Alzarsi,.camminare..eruttare.. dopo un oretta va meglio.Ma ormai
il guaio non si risolve piu'..il sonno non torna.
Penso(mi dica il Suo parere) che ormai sia' inutile che continui a crescere la dose
di Rivotril(il bugiardino: fino a 50gc).Ho chiesto un sonnifero al mio medico..riluttante
come normale che sia...mi ha prescritto STILNOX 10mg.(zolpidem tartrato).Con raccomandazione di fare qualche prova sugli effetti,anche collaterali)che puo' avere.
Me e' sempre una benzodiazepina...come il Rivotril !!
Mi trattengo dalla paura che genera vieppiu' il"bugiardino" allegato..ma sono tentato..
perche' esasperato.L'insonnia puo' generare danni anche al cuore..oltre che vari altri malanni,Lei mi insegna.Ma allora che alternativa ho per vivere la vita con un minimo
di qualita' ? Di giorno..non recupero...mai stato abituato a dormire di giorno.
Con 4 h. di sonno cosa rischio scientificamente provato ?
Malesseri.irritabilita',e quali malattie organiche ?
Se ritiene,purtroppo per me,che piu' di cosi' Lei non puo' aiutarmi..mi consigli
almeno un link..o qualcosa di simile dove trovare e sentire altri pareri su chi soffre
di una patologia simile senza rimedio alcuno.
Ma comunque non mi abbandoni..La prego.
Buona giornata
GM
[#23]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Buona giornata a lei. Ma ha iniziato a prendere le due compresse da 0,5 prima dei pasti ?




[#24]
dopo
Utente
Utente
Si dottore...ovviamente da appena due gg.
PS: Lei il ranidil della sera come lo consiglia:effervescente o semplici capsule?
Grazie
cordialita'
[#25]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Non cambia nulla per la ranitidina, è una sua preferenza la modalità di assunzione.

Proceda con le due compresse, mi raccomando.

Saluti

[#26]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore(mi permetta la confidenza..penso di essere il paziente che piu' ha abusato di Lei e di questo sito..) .. sto riempendo pagine su pagine,,usandoLa(con tutto il rispetto,mi creda) come sfogo dei miei malanni.Ieri il rituale controllo dal cardioogo
con gli esami di routine e' andato molto bene:tutto nella norma.Ma...ma mi confermava che l'insonnia non fa tanto bene al mio cuore.La domanda e':posso tranquillizzarmi un po' considerato che nel mio caso NON si tratta di una notte
"in bianco" ma di appena 4 ore.La scienza medica cosa dice al riguardo ? Sono da considerare un insonne o "uno che dorme poco"?.Quelle 4 ore sono sufficienti a tenermi lontano..per ora..da patologie piu' gravi ?.Le avevo chiesto un parere sull'uso del STILNOX 10 mg...puo' agire meglio del RIVOTRIL ? Pur essendo della stessa"famiglia",?Sempre e solo benzoazepine sono. Temo che il mio medico si sia limitato ad un prodotto"leggero"
(chesso '...il vecchio TAVOR non si usa piu' ? ).Comunque questa l'ultima novita'
notturna: vista l'inefficacia di 30 gc di RIVOTRIL..ieri sera ho tagliato di brutto la dose..20 gc solo.. e stasera provero' con 15...a scalare e vedere"l'effetto che fa".
Mi spettavo quindi un risveglio molto piu' prematuro del solito..sull'una,,le due.
Invece sempre alle 4..come la sera prima.Che significa allora cio' ?
Quale strambo orologio chimico ha cambiato il mio corpo ? E sopratutto considerando che "l'ansia " c'entra pochissimo, come la prova effettuata stanotte
dimostrerebbe...Il"disagio" in zona sternale..pur con l'assunzione del ranidil e
del gaviscon advance poco prima di stendermi..perche' non agiscono ?
Come Le dicevo..cerco di"studiarmi"..di capire..di notare tutti i sintomi del mio corpo
ma non mi spiego(Lei forse si' )perche' il risveglio NON avvenga mai alle 3 o alle 5..
ma sempre,con regolarita' IMPRESSIONANTE alle 4 in punto.
Una mia figlia per scherzarci un po' su'..mi consiliagliava..."perche' non sposti
l'orario della sveglia sul comodino" ? :)
Ci scherzo sopra. ma Lei ha ben capito ormai che forse sono sì,,un caso unico
da studiare.Finche' ci sono.
I migliori auguri di una buona giornata..e la consueta preghiera di non stancarsi
della mia presenza qui. Non ancora..almeno.
Cordialita'
gm
va


[#27]
dopo
Utente
Utente
Genr.Dr. della mia patologia fa parte anche il disagio che avverto quando inizio
a pranzare ? Badi bene,,non il dopo pranzo(pennichella)..ma l'inizio vero e proprio dell'ingestione..poche forchettate:arriva una sonnolenza inarrestabile..sembra che quell'atto richiami
o risucchi tutta l'energia del mio corpo..roba da addormentarsi sul piatto
Rimedio: immediata testa sotto il rubinetto dell'acqua. Mi dicono che sono strano..sara' cosi' ma e' proprio cosi' che avviene..
Ho trovato sul web in un sito NON medico ..(ma di ammalati comunque di patologie
simili alle esofagiti e o gastriti..etc..UNA SOLA persona(una ragazza,,la cui testimonianza ho pure stampato per me) che lamentava lo stesso problema.
Naturalmente,,consigli di amici virtuali..non medici.Dormi poco ? No.
Hai problemi di tiroide ? No..che io sappia. E nulla di piu'...
Di cosa si tratterebbe a Suo parere ?
Grazie..buona giornata
gm
[#28]
dopo
Utente
Utente
Gent.Dr. immagino che le Sue mancate risposte,oltre che agli impegni,siano
anche un segno che ho terminato il "bonus" di chiarimenti per me.
Se cosi' e'..La prego di una cortese conferma,per risparmiare tempo prezioso
ad entrambi.Ed in ogni caso La ringrazio per tutti i chiarimenti che mi ha dato
qui.L'ultima segnalazione,di stamani,mi sembrava non di poca importanza.
Su cosa provochi anche questo disturbo.Ma tant'e'.
Di nuovo con stima e ringraziamenti.
Auguri per la Sua opera.
gm
[#29]
dopo
Utente
Utente
Premesso ancora una volta,che il vs, servizio volontaristico per chi abita lontano da centri specializzati
e da medici di prim'ordine e' quanto mai degno di lode e che tanto aiuta molti di noi.
Premesso pure che,come ben chiarito,una diagnosi non si fa via mail,,e che il vostro
e' un iniziale approccio,rinviando giustamente il paziente ai proprio medici locali.
Premesso anche che mai con Lei mi sono comportato scorrettamente..noioso si'
curioso certamente oltre il consentito..ma mai scorretto .Tutto cio' premesso,a mia scusante confermo di non essere stato a conoscenza che,ognuno di noi,ha un"bonus" di tempo entro
il quale l'incontro deve terminare..L''avessi saputo avrei condensato il tutto in tre domande.Mi scuso quindi per la mia disinformazione colpevole.
Mi rendo conto di esser stato una"grana"spiacevole.
Gent.Dottore esistono due modi per interrompere un rapporto.
Il primo e' comunicare al paziente che nulla c'e' piu' da dire,da approfondire,da
capire circa il suo malanno.O che esistono anche altri pazienti che necessitano
di un aiuto. Argomentazioni piu' che valide.,comprensive.,,le ferie..etc.
Poi ne esiste un altro: chiudere il telefono in faccia.
Dopo tre mie richieste inevase capisco quindi l'antifona.
Peccato,dottore,che Lei abbia scelto questo secondo metodo.
Amareggiato ,PER I MODI e non per la professionalita', la saluto comunque
con cordialita' augurandole,come sempre,un buon lavoro con i suoi pazienti.
Sempre con correttezza e cortesia da parte mia anche quest'ultima volta.
Buona giornata
gm
[#30]
dopo
Utente
Utente
Gent.medici,spero di trovare disponibilita' ancora per un 'ultima domanda.
Purtroppo per me.avendone rivolto troppe ad dr.Cosentino l'ho stancato.
Ne rimaneva un ultima..importantissima per gli effetti di invivibilita' nella giornata
Durante il pasto...ai primi bocconi deglutiti,(quindi NON a fine pasto..ma subito)
mi assale una sonnolenza incontrollabile..gli occi si chiudono,,un senso di spossatezza generale..sembra che il mio organismo sia"risucchiato" di tutte le forze vitali,,ingerendo due tre bocconi di cibo.Devo smettere subito..ed il disagio
si prolunga per l'intero pomerigio.Insomma ho noatato che per non star cosi' male dovrei non alimentarmi..almeno con cibi solidi.E' anch'esso un' effetto della mia
inguaribile patologia.? O c'e' da pensare a qualcos'altro ? Si e' a conoscenza di casi simili al mio ?
Grazie al gentile medico che mi potra' aiutare in questa patologia davvero
disturbante per la qualita' di vita.
Grazie e buona giornata.
gm
[#31]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Gentile utente,

il suo non è un problema legato al reflusso o in generale di tipo digestivo. Da come descrive potrebbe trattarsi di un fenomeno di NARCOLESSIA, ossia di ipersonnia o eccessiva sonnolenza diurna. Consulti un neurologo che ê lo specialista di riferimento peri questa patologia.

Cordialmente.


Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio