Utente 265XXX
Buonasera.

A seguito di alcuni attacchi di cistite abbastanza recidivi (una volta al mese) curati con Ciproxina assunta per sei giorni circa, mi era stata consigliata l'assunzione del Monuril.

Dopo l'assunzione della prima busta il primo giorno, ci sono i primi sintomi di disturbi intestinali, ma leggendo che poteva provocare diarrea non mi preoccupo.
Il giorno seguente, a livello di bruciori nel condotto urinario non noto cambiamenti, e decido di assumere la seconda bustina di Monuril.
Il giorno seguente, i dolori intestinali si fanno più forti, e iniziano le prime scariche di diarrea. (Nel frattempo i bruciori erano rimasti gli stessi ma senza sintomi di cistite) Penso a un influenza intestinale e la dottoressa mi consiglia di assumere un "disinfettante" per 3 giorni (Codex), ma il risultato non cambia, ogni pasto, dopo un pò di tempo è seguito da una scarica in bagno.
Ho provato con l'enterogermina, ma i risultati non sono cambiati, e ora sto assumendo lontano dai pasti EnterolactisDuo.

Attualmente i miei pasti si dividono in solo fette biscottate, riso in bianco, focaccia secca, e petti di pollo alla piastra, i quali puntualmente dopo un paio di ore vengono scaricati.

Ho provato ad assumere altri cibi ma puntualmente mi provocano forti dolori intestinali e immediate scariche. (Esempio: Banana; scarica dopo mezz'ora circa, anticipata dai dolori. Riso in bianco con poco formaggio; dolori intensi e scarica immediata.)

In attesa di una risposta cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
per quanto concerne il prodotto segnalato,
è riportato che molto raramente sono stati osservati disturbi gastrointestinali,
tra cui la diarrea, che regrediscono spontaneamente e rapidamente, senza particolari e specifici interventi terapeutici.

Piuttosto sarebbe utile conoscere da quanto tempo dura la sua diarrea, rispetto al momento in cui ha sospeso il farmaco.

Tenga poi conto che la terapia della cistite, va, possibilmente, sempre intrapresa dopo antibiogramma,
al fine di scegliere il giusto antibiotico ed evitare, cosa che potrebbe esserle capitata,
che l'assunzione di più antibiotici possa non solo sortire scarso giovamento, ma originare eventi indesiderati come la diarrea da antibiotici.

Ad ogni modo se il tempo trascorso supera i 20-30 giorni sarebbe opportuno indagare su altre eventuali cause di diara.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 265XXX

Ho avuto i sintomi immediatamente il giorno dopo, considerando che l'assunzione del monuril avveniva la sera prima di andare a dormire.

Avevo fatto un urinocultura precedentemente, dalla quale erano emerse tracce di alcuni germi morti, e mi fu consigliato di prendere proprio il monuril per ripulire tutto il tratto urinario.

Oggi sono esattamente 12 giorni che le scariche continuano, alcune volte più lievi e meno frequenti, ma credo sia dato dalla dieta che sto seguendo; considerando che mangio poco e niente, per paura che mi dia problemi.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
come compattante delle feci può utilizzare della Diosmectite,
ma non sarebbe male escludere altre cause di diarrea prima di addebitarla agli antibiotici.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 265XXX

Due giorni fa mi sono recata da uno specialista che mi ha consigliato di assumere Spasmomen 2 volte al di, e Probinul 1 al di per 10 giorni. Oltre ad avermi prescritto degli esami del sangue e delle feci.
Da due giorni però, le scariche giornaliere sono aumentate da 2 a 5/6 e non riesco a capire quale possa essere il motivo.

In attesa di una risposta
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Come le ho scritto in replica #1 sarebbe opportuno indagare su altre eventuali cause di diarrea,
pertanto occorre tenersi in contatto con il suo specialista,
nell'attesa di conoscere gli esiti degli esami del sangue e delle feci
che le ha prescritto.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it