Utente
Buongiorno, premetto prima di esporre il mio problema che con il tempo stò diventando sempre più ipocondriaco e che interpreto ogni segnale di disagio del mio corpo come il peggiore dei mali. Detto questo vi illustro quelli che sono i miei sintomi attuali. Sono circa 10 giorni che convivo con un fastidioso mal di pancia. Inizialmente ho avuto per un paio di giorni dei grossi fastidi alla bocca dello stomaco, avendo un ernia iatale da scivolamento ho iniziato la cura che mi era stata pescritta dal dottore dopo aver eseguito la gastrocopia. Successivamente i dolori si sono spostati alla parte inferiore dell'addome, con pancia gonfia e dolori inizialmente alla parte bassa della pancia e ora da 4 giorni il dolore (è come uno spillo) si è localizzato poco sotto l'ombelico verso sx di un paio di cm. Non sono presenti sangue/muco nelle feci, non ho avuto perdite di peso, presento stipsi con feci caprini, sono anni che a volte si presentano in questa forma, e sensazione di un non completo svuotamento dell'intestino. Ho eseguito, poco più di un mese fà, esami del sangue molto completi (CEA e altri) tutti nella norma. Mi vergogno di recarmi nuovamente dal mio medico per esporre un problema che come in passato si è rivelato solo essere una mia fissazione e quindi mi sono nuovamente rivolto al vostro sito. Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La sua è una forma di colon irritabile ipocinetico, quindi con prevalenza di stipsi.
Avere meteorismo (gas) che sovradistende l'intestino fa parte del quadro.

Sarebbe utile farsi seguire da un gastroenterologo se l'attuale assetto terapeutico non le reca giovamento.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera, la disturbo nuovamnete in merito al problema che avevo illustrato in precedenza e la aggiorno sulla mia situazione attuale. Sono andato dal mio medico curante che mi ha prescritto Spasmomen dopo ogni pasto principale. Ho seguito questa cura ma i sintomi non si sono attenuati. I dolori, è più un fastidio, ora sono presenti sia nella parte alta dell'addome (vanno e vengono) sia nel quadrante inferiore, le feci sono morbide ed è presente meteorismo. Ho notato che evitando di assumere latte il gonfiore si è attenuato. Capisco che senza una visita diretta è impossibile fare una diagnosi precisa ed accurata ma la mia domanda è se devo sempre sospettare di avere un colo irritabile oppure eseguire accertamenti alla ricerca di qualcosa di più preoccupante.
Grazie

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di preoccupante non sospetto nulla.
Quanto al latte penserei ad eseguire il Bretah Test per l'Intolleranza al Lattosio.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Dottore buonasera, approfitto della sua pazienza e disponibilità. Oggi, da perfetto ipocondriaco, mi sono sottoposto ad una ecografia per valutare il mio addome che non ha evidenziato nessuna patologia. Parlando con il medico ecografo anche lui concorda con quanto detto da lei e dal mio medico curante che mi ha prescritto gastroloc da 40 mg (1 cp. a digiuno) e cioè che si tratta di colon irritabile.
Considerando che le mie feci variano giornalmente di forma e consistenza, ma questo accade da più della meta della mia vita da quello che ricordo, che a meta novembre, dopo due settimane da un intervento per una deviazione di setto nasale, avevo avuto presenza di sangue striato sulle feci causato da emorroidi - episodio risolto nel giro di una settimana - e che prima di questo intervento mi ero sottoposto ad analisi del sangue complete (CEA - Ves - Elettroforesi delle proteine, etc.) che erano risultate tutte regolari. La mie domande sono le seguenti:
- in caso di una patologia seria del colon e per seria intendo un tumore in quella sede i valori delle analisi del sangue possono rivelare anticipatamente che qualcosa non funzione prima della comparsa del dolore, fastidio nel mio caso?
- è normale avere fastidio per un colon irritabile da più di un mese anche seguendo uno stile di vita appropriato
- secondo lei il gastroloc aiuta oppure è inutile.

La ringrazio nuovamente per la sua disponibilità.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1 - l'esame diagnostico per neoplasia è quello endoscopico;

2 - si;

3 - Non è un farmaco per il colon irritabile.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno,
nei prossimi giorni mi sottopongo a colonscopia almeno come si usa dire "tagliamo la testa al toro" non nascondo di essere molto preoccupato in quanto leggendo in vari siti questa maledetta parola tumore ricorre sempre con una frequenza infinita.
La mia speranza è che siano dei diverticoli infiammati, visto la familiarità con questo tipo di patologia, mio padre subi una deviazione intestinale a 50 anni per una peritonite di un diverticolo, i sintomi erano diversi dai miei, molto più intensi.
Se ci sono diverticoli infiammati con un ecografia è possibile rivelarli. Spero soltanto che sia colon irritabile...ho paura.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se rilegge le mie repliche non dovrebbe preoccuparsi oltre.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Dottore Buonasera, approfitto della sua disponibilità per ricevere anche un aiuto a livello psicologico in quanto le domande e le varie ipotesi che formuliamo nella nostra testa a volte ci fanno perdere la giusta lucidità per valutare serenamente una situazione. Mercoledi mi sottopongo alla colon e da oggi ho iniziato a seguire la dieta eliminando in primis le fibre (frutta, verdura, etc. come da protocollo). In questa settimana mi sono sottoposto a degli esami del sangue che mi sono stati richiesti - emocromo + fibrinogeno e tutti i valori per la coagulazione del sangue + VES -tutto ok. La VES è a 2. Mi sono sottoposto anche a rx addome che non ha rilevato nulla.
E' vero che per avere la certezza di una neoplasia l'unico esame è quello endoscopico ma è possibile che non risulti proprio in tutti dagli esami che ho eseguito, non che la cosa mi dispiaccia anzi, ma è che leggendo e rileggendo in rete i miei sintomi si associano sempre, anche, al peggio.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Delle grosse lesioni danno segno di sè ancor prima di ricorrere alla colonscopia (occlusioni neoplastiche del colon, sanguinamenti, dimagrimenti, anemia, etc.),
piccole lesioni invece possono sfuggire ad altre diagnostiche,

mentre la colonscopia, se effettuata da endoscopisti esperti,
ha un alto grado di affidabilità diagnostica oltre che di sicurezza.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Rieccomi qui a esternare le mie "preoccupazioni".
A metà del mese di febbraio mi sono sottoposto a colonscopia e il risultato è stato un piccolo polipetto a circa 15 cm dal retto. Immediatamente e poi confermato dal referto mi è stato detto che non era niente di preoccupante. L'esame è stato fatto esplorando fino all'ileo distale e non è stato rilevato altro di anormale.

I dolori dopo due giorni sono scomparsi fino a quando una settimana fà dopo aver cenato, mangiando del formaggio morbido, si sono immediatamente ripresentati. Panico fortunamente attenuato dal fatto di aver eseguito un esame invasivo solo 2 mesi addietro e pienamente convinto di non avere un tumore.
Lei cosa mi consiglia di fare per risolvere questo disagio leggendo qualcosa o pensato anche a una piccolissima ernia ombelicale non rilevata con l'ecografia oppure questo benedetto colon irritabile.
Grazie

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
... l'ultima che ha detto!
(colon irritabile)

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la ridisturbo per richiedere una sua opinione in merito a un anomalia riscontrata nel mio peso.
Ieri per curiosità mi sono ripesato e ho notato di essere sceso a 72 kg. Considerando che sono alto 187 cm mi sono leggermente allarmato.
Il mio peso è sempre oscillato tra i 78 e gli 82 kg fino a scendere ai 75 quando sotto stress attendevo gli esiti della colonscopia. Prima della colonscopia ho eseguito tutti gli esami, tiroide compresa, che erano risultati nella norma. L'unica anomalia era emersa per un nodulo alla tiroide, che secondo l'ecografista, non era preoccupante e che confrontato con una Tac antecedente risultava giò presente e delle stesse dimensioni. Le mie abitudini alimentari e la mia attività fisica sono rimaste inalterate. Secondo lei dove devo ricercare la causa di una perdita di 6/8 kg in un tempo di 6/7 mesi che in un fisico longilineo come il mio risaltano agli occhi.
Grazie

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se i suoi controlli sono nella norma non dovrebbe preoccuparsi.
Continui però, di concerto con il suo curante, a monitorare il suo peso.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la disturbo nuovamente per farle alcune domande. Da circa una settimana, dopo un pasto abbondante di lenticchie, si è ripresentato il fastidio/dolore addominale e in particolare si localizza nella parte sinistra variando di posizione alto/basso e viceversa con sensazione di pancia gonfia e formazione feci variabili. Praticamente gli stessi sintomi del 2012.
E' possibile la formazione di un nuovo polipo, come nel caso precedente, che sia causa dei sintomi descritti in precedenza.
Grazie