x

x

Gastroparesi e pace maker gastrico

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve soffro di gastroparesi idiopatica con la quale convivevo normalmente (poichè non ho sintomi di nausea e vomito) fin quando non mi hanno sbagliato due operazioni di ernia inguinale bilaterale causandomi forti dolori cronici. da allora non riesco piu ad alimentarmi in modo adeguato(perchè il cibo subito mi pesa nello stomaco che dilatandosi preme verso giu' andando a comprimere la parete inguinale lacerata). Agire sulle ernie tentando una nuova operazione a detta di medici è molto rischioso , causa peggioramento della condizione e risultati troppo incerti. Ho seguito varie cure farmacologiche con procinetici, tipo plasil, domperidone, levobren, etc. ma i risultati sono scarsissimi. Faccio due volte a settimana flebo perchè anche l'idratazione è fortemente compromessa. Per svuotare lo stomaco ho bisogno di due , tre o quattro giorni di digiuno totale. Senza neanche liquidi. Vorrei sapere se potrei trarre beneficio dall'applicazione di un pace maker gastrico, accellerando cosi lo svuotamento dello stomaco e quanto possa giovarne. Aspetto vostri consigli, grazie.
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
Purtroppo i procinetici sono spesso inefficaci.
Può giovarsi dell'impianto di un sistema di neurostimolazione elettrica gastrica,
vi sono rischi al pari degli interventi di chirurgia gastrica.
Come anche esistono effetti collaterali a seguito dell'uso del pace-maker.

Cordiali Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it