Utente
salve
ho 40 anni e a fine giugno durante ad una colonscopia mi sono stati rimossi due piccoli polipi di cui uno infiammatorio con colite cronica di bassa entita a 40 cm mentre l'altro nel retto di dimensioni 4 mm (chimato penduncolato dall'endoscopista e chiamato sessile nel referto istologico).
Il polipo nel retto è una neoformazione tubulo-villosa con displasia moderata focalmente grave severa secondo WHO(2000).
Dall'esame istologico risulta che i margini di resezione non sono puliti quindi il patologo consiglia ulteriore colonscopia per verificare l'escara.
Ne ho parlato con il medico di famiglia, con l'endoscopista e con un oncologo a cui ho fatto leggere per pochi secondi il referto.
Non mi è chiaro se:

1)il mio adenoma è gia' adenocarcinoma visto che il referto istologico dei campioni dell'adenoma del retto ha titolo "ano, NAS", ma parla solo di displasia e di neoformazione.

2)tempi ottimali per me nei quali fare controllo ed eventuale pulizia e accertamenti ulteriori.
Subito?
Dopo ferragosto (per poterlo far fare alla stessa persona che ha fatto la prima colonscopia?
Primi di settembre o oltre?

Non ho storie familiari di questo tipo di tumori a parte un nonno forte bevitore e fumatore morto a 53 anni per CCR.
Sono molto ipocondriaco e aver scoperto di aver un adenoma "avanzato" non mi fa stare per niente tranquillo anche se un paio di dottori hanno detto che in fondo sono stato fortunato a trovarlo visto che non era certamente quello a dare i sintomi per i quali ho fatto la colonscopia (senza nemmeno passare per sangue occulto delle feci perche' avevo detto di averlo visto io del sangue e muco) e che se lasciato li poteva subire ulteriori trasformazioni.
grazie

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Puo' trascrivere esattamente il reperto del patologo?probabilmente e'indicata una riescissione locale.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Sede/materiale in esame:
1. Colon: polipo 40cm
2. Ano, NAS: polipo canale anale

Diagnosi:
1. Tre frammenti bioptici di mucosa del grosso intestino sede di colite cronica di grado lieve.

2. Neoformazione vegetante di tipo sessile della mucosa del grosso intestino del diametro massimo di cm 0,4 con caratteri istoligici dell'adenoma tubulo-villoso con displasia ghiandolare di grado moderato, focalmente severo/alto grado sec. WHO 2000.
Si segnala che la displasia giunge a ridosso dei limiti epiteliali di resezione sulla base d'impianto, percui si consiglia controllo endoscopico dell'escara.


riformalizzo le domande di prima aggiungendone un'altra.
1) E' un adenoma avanzato? E' gia' un adenocarcinoma? Non lo si puo' sapere fino a che non si stabilisce se si estende oltre la mucosa?
2) Quando eseguire il controllo endoscopico? (subito, dopo ferragosto, entro 2-6 mesi dall'asportazione (28 giugno)?
3) La polipectomia è stata fatta con pinza.
Il controllo dell'escara che si suggerisce nel referto istologico serve a stabilire mediante ulteriori prelievi se la lesione è presente piu' in profondita'? si prevede durante la seconda colonscopia "pulizia" della parete dove era presente il polipo? in che modo viene eseguita eventualmente?

grazie ma sono molto preoccupato e confuso visto che ancora devo parlare con
un gastroenterologo oltre al dottore che ha fatto la colonscopia e che ha guardato cortesemente la risposta istologica dicendomi di vederci dopo le vacanze.





[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo, per comprendere meglio la problematica potrebbe trascriverci anche il referto della colonscopia ?

Grazie

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
salve anche a lei Dr Felice Cosentino

RETTOSIGMOIDOCOLONSCOPIA
28.06.2013
Esame condotto in sedazione cosciente con Midazolam 3 mg e.v. in dosi frazionate. Respiro spontaneo. Monitor SpO2 e ECG.

Previa ispezione della regione anale ed esplorazione digitale del retto, si esegue pancolonscopia fino a fondo ciecale identificato con la visualizzazione della valvola ileo-ciecale. Si supera la valvola e si esegue ileoscopia retrogada per alcuni cm senza evidenziare alterazioni. Buona preparazione intestinale. Il colon si presenta normoconformato, con normale lucentezza mucosa e normale rappresentazione del reticolo vascolare sottomucoso. Nel sigma, a circa 40 cm dallo sfintere anale, si asporta con pinza un polipo sessile di circa 3mm. Nel canale anale, subito al di sopra della linea dentata si asporta con pinza un polipo penduncolato di circa 4-5mm di diametro.

grazie

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di un piccolo polipo con displasia grave. Quindi non è un tumore. A settembre farei un controllo per valutare l'eventuale presenza di tessuto residuo.

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1008-il-polipo-maligno-cancerizzato-del-colon.html

Non si allarmi.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
grazie dott Cosentino e dott Favara.

grazie per il vostro tempo
il termine generico NAS nel rapporto patologico mi aveva allarmato e poi avevo letto molto su internet e compreso che la differenza tra adenoma avanzato e carcinoma in situ è labile...

Con calma e tranquillita' cerchero di documentarmi meglio sulle tecniche di rimozione di eventuale tessuto residuo e scegliere la struttura piu' adatta per fare controllo endoscopico. Magari fissando anche un appuntamento da un gastroenterologo per valutare e affrotnare anche altri problemi che mi hanno spinto a fare l'indagine in colonscopia.


fate un servizio meraviglioso qui.
come diceva Gandi: sii il cambiamento che vuoi essere nel mondo
buon finesettimana

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Grazie delle belle parole e ci aggiorni. Ci farebbe piacere.

Buon fine settimana.





Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Condivido quanto scritto,tuttavia considerata la sede molto bassa della lesione che non e'stata marcata,io farei subito una sigmoidoscopia di controllo e riescissione della base che a distanza potrebbe essere piu' difficile identificare.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9] dopo  
Utente
salve.
A settembre ho fatto una rettoscopia di controllo e dopo un'attenta ricerca l'endoscopista ha indiviudato la cicatrice della lesione.
Si è semplicemente limitato a fotografarla e mi è apparso molto dubbioso sul da farsi.
Insomma la cicatrice apparaiva piccola e pulita e non ho ben capito se conviene o no fare una escissione locale.
Non ha proceduto al prelievo per esame per biopsia perche' altrimenti avrebbe modificato la natura della cicatrice.
Quindi ha detto che in alternativa all''intervento possiamo controllare la zona ogni 3 mesi.
Tra un paio di settimane o al piu' tardi dopo le feste faro' il secondo controllo.

La domanda è questa:

Sperando che non vi siano variazioni nella zona dove era presente il polipo come conviene procedere?
escissione locale o follow up di controllo endoscopico frequente?

grazie
Alessandro

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

>>Non ha proceduto al prelievo per esame per biopsia perche' altrimenti avrebbe modificato la natura della cicatrice. <<

Poco comprensibile il concetto.

Ad ogni modo si tratta di una cicatrice (che non ha richiesto biopsia) per cui non vedo motivi di ulteriori controlli.

In base alle linee guida il prossimo controllo è indicato a 5 anni.

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1598-la-colonscopia-di-sorveglianza-post-polipectomia.html



Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it