Utente cancellato
Egregi dottori, ho da sempre problemi all'intestino, nel 2011 ho trovato l'intolleranza al lattosio (esame genetico sul sangue). Pensavo di risolvere tutto eliminandolo invece non è stato così, sono migliorata solo del 50%. Prima del 2011, quando assumevo il lattosio avevo spesso forti crampi, prima espellevo feci dure seguite subito da feci mollissime, e poi i crampi smettevano, spesso c'era anche muco in quantità. Questo almeno dal 2006 fino al 2011. Eliminato tutto il lattosio sono stata meglio e le feci erano abbastanza normali anche se le evacuazioni erano irregolari, e le feci erano comunque appiccicose, o dure, o molli ma senza dolori. A febbraio 2013 ho iniziato con una strana diarrea gialla dopo i pasti serali, con molto meteorismo e dolori, dopo l'evacuazione i dolori cessavano, però continuavano in sottofondo; questo da metà febbraio 2013, fase acuta per 2 settimane. Ho fatto esami del sangue (tutto normale) e la calprotectina fecale era a 170. Mi sono spaventata ma ho assunto il bioflorin e non ho fatto altri esami. A inizio aprile ho rifatto la calprotectina ed era scesa a 30 !! Io contenta, però il mio colon ha impiegato fino ai principi di maggio per 'regolarizzarsi' e scomparire la diarrea che appariva dopo il pasto, circa 1 ora e mezza dopo, con i dolori e il meteorismo. Per tutto maggio ho avuto feci formate, a volte un po' molli, tipo capitava la mattina con 2-3 evacuazioni sempre più molli ma poi stop, fino alla mattina dopo nulla. In compenso avevo ancora meteorismo, specie la sera; la notte quando ero sdraiata sentivo spesso borborigmi e aria che usciva dal colon. A giugno ho avuto una settimana con feci molli al mattino, ma nulla la sera e non c'erano dolori, solo il consueto meteorismo. A luglio tutto bene, fino a venerdì che ho avuto feci molli il mattino e poi la sera è riapparsa la diarrea serale dopo il pasto ! Feci marroni non gialle. Sabato mattina ho evacuato feci formate ma appiccicose e muco, la sera nulla, oggi, domenica, ho mangiato normale ma stasera 1 ora e mezzo dopo il pasto, peraltro non abbondante, di nuovo dolori, aria e diarrea, non gialla. Sulla scala di bristol (per dare l'idea) saranno stati del tipo 6. E' vero che ho assunto alcune fiale di pappa reale e oligoelementi negli scorsi 3 giorni, possibile che sia stata colpa di quelli ? Oppure mi sta ritornando l'infiammazione all'intestino? Non ho mai saputo cosa è stato a febbraio. Cosa faccio? Rifaccio di nuovo la calprotectina? Assumo qualcosa per il meteorismo? Faccio una rettoscopia? Preciso che continuo a prendere il bioflorin da marzo senza mai averlo smesso. Potrei avere una SIBO? O un chron che va e viene? Mai avuto perdite di sangue. In questi mesi ho eliminato anche verdure crude, cotte mangio pochissime, non mangio più frutta e mangio spesso cibi senza glutine, la mia dieta è solo pasta,pane,tonno,carne bianca, patate, zucchine cotte, a volte fragole, e poi biscotti senza lattosio, cioccolato nero, niente caffè e alcol, mai fumato, sono magra e faccio molto molto, come le passeggiate. Ho paura della colon intera perché non riuscirei a bere la purga (sono emetofobica).

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Sembra il quadro di un colon irritabile.
Si è rivolta da un gastroenterologo?

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
69806

dal 2015
Sono stata a marzo dal gastroenterologo. È lui che mi ha fatto la calprotectina. Gli esami del sangue li ho fatti dal medico di base. Il gastroenterologo mi ha solo detto di rifare la calprotectina e non mi ha dato nulla. Io l'ho rifatta privatamente un mese dopo ed era scesa a livelli normali, ho pensato fosse solo questione di tempo per mettersi a posto.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Se non le ha proposto una diagnosi di sospetto
e
se l'unico percorso diagnostico è stato dosare la calprotectina
mi sembra insufficiente.

Le confermo che, con i limiti della distanza, ritengo possa trattarsi di un colon irritabile,
inoltre potrebbe rivolgersi presso un'altro specialista per un secondo parere.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
69806

dal 2015
Grazie della sua risposta.

Spero anche io sia solo colon irritabile, però vorrei una cura o almeno tentare una cura.

Io sono molto apprensiva e visto che sono anni di alti e bassi cerco un secondo parere. Andrò da un'altro medico di base e parlerò di tutti gli esami fatti e i miei problemi all'intestino, e spero che se sia il caso lui mi dirà cosa fare. Quel gastroenterologo infatti mi è sembrato piuttosto veloce e poco accurato.





[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Mi aggiorni pure se riterrà.

Saluti cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
69806

dal 2015
Certamente la aggiornerò. Grazie ancora.

[#7] dopo  
69806

dal 2015
Posso farle una domanda ?

Non potrebbe essere un morbo di chron ?
La calprotectina a 170 poi scesa a 30 lo può escludere ?
Se fosse chron non sarebbe mai scesa da sola giusto ? Oppure può capitare ?

Stamattina le feci erano più formate di domenica sera, ed ero già contenta... invece oggi dopo il pasto (3h dopo) ho avuto una scarica proprio mollissima, non acqua (scusi il dettaglio) ma con feci sformatissime ed era più sul giallo.

Ma sto peggiorando ?? Possibile che il solo colon irritabile vada e venga così ?

Non può essere rettocolite ulcerosa ? Sangue non ne ho mai visto però.

[#8] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
<<Possibile che il solo colon irritabile vada e venga così ?>>
Si, è possibile.


<<Non potrebbe essere un morbo di chron ?>>
<<Non può essere rettocolite ulcerosa ? Sangue non ne ho mai visto però>>,
eviti autodiagnosi improbabili ed inutili tensioni,
si affidi ad un bravo gastroenterologo,
che le dia la giusta terapia e la giusta serenità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
69806

dal 2015
La ringrazio, la sua frase 'eviti diagnosi improbabili' mi sta già calmando!

Sono seguita da uno psichiatra, per problemi relativi allo stress che ho nella mia vita, e stasera devo incontrarlo, gli parlo sicuramente di come questo colon mi stia impanicando.

Grazie ancora, la aggiorno non appena il nuovo medico di base mi avrà visitata, e spero indirizzata da un gastroenterologo in gamba.

[#10] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11] dopo  
69806

dal 2015
Il normix, che ho letto si tratta dell'antibiotico più comune usato per la sibo, ha effetti collaterali ? Oppure è tollerato esattamente come qualsiasi altro antibiotico ?

Io ho anche sofferto di sinusite cronica, e ho dovuto fare cicli di 2-3 antibiotici all'anno. Questo dal 2005 fino al 2011; al 2011 ho trovato un farmaco che mi ha fatto passare la sinusite (sinuclean è un portento) e quindi non ho più preso antibiotici, tranne un singolo ciclo a dicembre 2012 (klacid). Antibiotici come il klacid e lo zinnat potrebbero curare una eventuale sibo ?

Grazie.

[#12] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La SIBO andrebbe dimostrata,
quanto alla Rifaximina, utile per il suo trattamento,
no viene pressochè assorbita,
anch'essa però come ogni farmaco
ha i suoi effetti indesiderati.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#13] dopo  
69806

dal 2015
Egregio dottore,
Oggi sono stata visitata dal proctologo e mi ha trovato emorroidi di 3 grado.
Ma le emorroidi si infiammano ? Potrebbero alterare una calprotectina ? La proctite e' la stessa cosa delle emorroidi ?
Come cura mi ha dato daflon, lei pensa che si ridurranno o dovrò per forza fare una operazione in futuro ?
Grazie.

[#14] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Proctite ed emorroidi possono essere correlate ma non sono la stessa cosa,
è improbabile che emorroidi di III grado possano regredire.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#15] dopo  
69806

dal 2015
Ma la calprotectina aumenta solo in caso di infiammazione ?
In tal caso sono preoccupata perché a marzo avevo 170.
Poi ad aprile avevo 30, con sintomi migliorati.
Adesso l'ho rifatta ed ho 82.

Ma ho la rettocolite o il chron ? Non posso avere solo il colon irritabile ?

[#16] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
<<Non posso avere solo il colon irritabile ?>>
legga la replica #1.

Non sono un tifoso della Calprotectina!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#17] dopo  
69806

dal 2015
Grazie. Ormai so che senza fare una colon nessuno può sapere per certo se c'è qualcosa dentro o no.
L'unica cosa certa sono le emorroidi.

[#18] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Certo, questo vale anche per soggetti asintomatici.

La cosa più importante è affidarsi ad uno specialista capace, che le dia fiducia e serenità.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#19] dopo  
69806

dal 2015
Ho rifatto gli esami del sangue, il medico mi ha anche visitato l'addome.
Dice che non sembra ci sia una colite in atto.
Gli esami del sangue sono tutti normali, con una VES a 1.
Lui propende per colon irritabile, anche se ho la calprotectina a 80.
Dice che con una VES a 1 non posso avere infiammazioni nel colon, altrimenti sarei un caso da pubblicare.

Nel frattempo ho iniziato ad assumere dismectal e a cercare di mangiare equilibrato, e ho eliminato la maggior parte dei dolci e cioccolati che mangiavo prima.

Ora le feci sono più formate anche se ci sono ancora delle volte che sono più molli. Sulla scatola del diosmectal dicono di prenderne 3 bustine al giorno. Io invece ne prendo metà la mattina e metà al pomeriggio. Il diosmectal potrebbe causare un aumento della flatulenza nel colon ?

Grazie per l'attenzione.

[#20] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
No,
l'effetto collaterale (non comune) della diosmectite,
è la stipsi.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it