Utente
Salve,

ho fatto una gastroscopia perche' soffro da molti anni di reflusso,gia' ne avevo fatta una 3 anni fa ma dagli esami istologici non era uscito nulla, ora invece e' uscita questa diagnosi, per favore aiutatemi a capire meglio:

1) antro: due frammenti
2) corpo gastrico: tre frammenti
3) duodeno DII: tre frammenti

1-2) frammenti di mucosa gastrica della regione di transizione antro-corpo e di tipo corpo-fundico con adema e iperemia della lamina propria, non evidenza ti attivita' flogistica.
Presenza di plurifocali aspetti di ipertrofia rigenerativa dell'epitelio ghiandolare e foveolare.
Presenza di una focale area di displasia di grado severo dell'epitelio foveolare e ghiandolare, evidenziata a livello del prelievo riferito al corpo gastrico(prelievo numero 2), coerente con diagnosi di neoplasia gastrica intraepiteliale piatta(neoplasia intraepiteliale di alto grado sec. WHO). La lesione riguarda 10-12 foveole e ghiandole correlate.
Non evidenziato Helicobacter pylori.
3) Frammenti di mucosa duodenale con orientamento sub ottimale. Non evidenza di incremento dei linfociti intraepiteliali. Presenza di fiogosi della lamina propria.
Quadro istologico compatibile con diagnosi di duodenite peptica.

In particolare vorrei capire la parte ovviamente della neoplasia e se e' una cosa embrionale, io sono giovane, anche se mio padre, 73 anni,qualche anno fa ha fatto un'operazione per asportare un carcinoma dallo stomaco.

GRAZIE

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tratta di una displasia grave, ossia di una neoplasia ancora allo stadio iniziale, intramucoso. Passibile di trattamento endoscopico se la lesione é limitata: vedi articolo al link:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1062-tumore-dello-stomaco-prevenzione-e-diagnosi-precoce.html

Potrebbe riportare la descrizione della gastroscopia in modo da poterle dare una risposta maggiormente esaustiva ?



Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie!!! Riporto la gastroscopia del 7novembre:
Esofago regolare per calibro e decorso con iperemia a carico del tratto sopracardiale. Cardias in sede incontinente. In cavità gastrica lago limpido. Stomaco normoespanso. In corrispondenza del tratto distale del corpo gastrico dell'antro aree numerose iperemico erosive, rosso vivo e/o biancastre:biopsie in antro ed al corpo. Nulla fondo. Piloro pervio. Duodeno ricoperto da mucosa interessata da aree iperemiche con erosioni sino alla II porzione duodenale: biopsie
CP TEST: no
BIOSPIE: si
Conclusione : esofagopatia distale ad inconitnenza cardiale. Gastroduodenopatia erosiva in attesa di istologia
Mi permetto aggiungere domande: mi conferma che e' uno stadio embrionale?!quanto devo essere preoccupato?!(capisco che ci sono le dovute cautele e che va approfondito il caso ma e' stato inaspettato e improvviso)quanto e' in genere decorso temporale per diventare cosa piu' grave? Infine trattamento endoscopico in che cosa consiste? Posso pensare sia meglio dell'operazione chirurgica. Ci sono possibilità torni sempre il problema? Mi scusi per le tante e magari scontate domande.

Grazie

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo sia indicato un trattamento con terapia antisecretiva a dose piena e ripetere le biopsie fra 1 mese circa. Non vorrei che lo stato infiammatorio della mucosa possa aver creato un falso positivo istologico. Ad ogni modo farei rivedere i vetrini di tale esame istologico ad altro patologo.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la risposta,

quindi la descrizione della gastroscopia non e' perfettamente coerente e in linea con i risultati delle biopsie??!e che forse potrebbe essere anche solo una forte infiammazione da curare solo con farmaci???!!

La settimana prossima vado da un altro medico che mi ha chiesto di rifare la gastroscopia e ha richiesto di consultare i vetrini..

Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


>> forse potrebbe essere anche solo una forte infiammazione da curare solo con farmaci???!! <<

Esatto. É questo il dubbio. Per cui prima una buona terapia e poi controllo endoscopico. Nel frattempo farei rivedere i vetrini ad altro patologo.

Mi aggiorni.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Perfetto. Grazie.

La settimana prossima ho programmato un'altra gastroscopia con esami istologici piu' approfonditi e faro' rivedere i vetrini. Lei pensa che se rifaccio la gastroscopia con biopsie piu' profonde posso togliermi questo dubbio??? oppure devo per forza aspettare che l'infiammazione passi un po'.....

La aggiorno.

Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Personalmente farei un'adeguata terapia e poi l'endoscopia.

Mi aggiorni.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Salve,

mi sono recato da uno specialista molto bravo che aveva curato anche mio padre(4 anni fa ebbe carcinoma allo stomaco), ho fatto tutte le analisi possibili, radiografia torace, ho rifatto la gastroscopia approfondita in anestesia totale con mappatura stomaco, poi ho fatto anche pec e tac con mezzi di contrasto e ho fatto vedere i vetrini precedenti.

Ora aspetto i risultati istologici della seconda gastroscopia, fermo restando che pec e tac sono uscite pulite, torace anche e ad una prima occhiata nei vetrini precendenti non hanno trovato elementi significativi. Ci sono quindi alcuni riscontri positivi ma per ora non hanno escluso alcuna ipotesi, vogliono prima vedere i risultati istologici finali della gastroscopia.

Risultati li avro' in 10 giorni.

La aggiorno nuovamente. Grazie mille

Cordiali saluti

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bene. A risentirci.
Saluti


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Salve,

dopo un po di attesa ho avuto risultati della gastroscopia che ho voluto rifare, piu' risultati istologici e il controllo dei vetrini vecchi dove era stata riscontrata la neoplasia ed ecco i risultati:

Gastroscopia:

Esame eseguito con assistenza anestesiologica. Esofago di aspetto discinetico, mucosa regolare, idenne da lesioni. Cardias incontinente, giunzione squamocolonnare sfrangiata, indenne da lesioni, coincidente con la giunzione esofagogastrica ed i pilastri diafframmatici. Stomaco, mucosa regolare su fondo e corpo, antro gastrico con mucosa di aspetto ipotrofico, con evidenza di alcune areole erose superficialmente sulla parete inferiore/grande curva e presenza di area di mucosa irregolare di circa 15mm di diametro, con area centrale erosa, sulla parete posteriore antrale. Alla colorazione virtuale l'area rilevata no assume caratteri patologici e non si evidenzia irregolare colorazione della zona segnalata e delle sedi circostanti alla colorazione virale. Si eseguono biopsie di mappatura e della lesione segnalata e della regione antrale. Piloro pervio. Bulbo duodenale di aspetto ipotrofico, indenne da lesioni. Duedeno discendente nella norma.
Conclusioni: Aree antrali irregolari ed erose in fase di definizione istologica.
Ecoendoscopia: Si procede sotto visione endoscopica, fino a livello II-III porzione duodenale e si esegue l'esame in retrazione dello strumento, mediante instillazione endocavitaria H20
Si osserva: non evidenzia di tumefazioni linfodnodali di aspetto patologico a carico dei tratti esplorati. Si segnala la presenza di due linfonodi tumefatti a carico dell'ilo epatico che, alla valutazione con elastografia, presentano elasticita' regolare. Altri linfonodi con le medesime caratteristiche elastografiche sono visibili in sede mesenterica.
strutture vascolari regolari. la parete gastrica viene esplorata a partire dalla regione pilorica in retrazione dello strumento. La parete presenta spessore ed architettura regolari nei diversi ambiti esplorati se si eccettua la zona della parete posteriore antrale segnalata all'esame endoscopico. A tale parete presenta ispessimento della tonaca mucosa di circa 7mm di estensione e 4 mm di spessore, con regolare rapporto con la tonaca sottumucosa. Non evidenza di alterazioni infiltranti le tonache. I restanti tratti antrali esplorati hanno spessore ed architettura delle tonache regolari. Normale il cardias.
Conclusioni: Lesione mucosa della parete posteriore antrale in fase di definizione istologica.

Esame istologico materiale inviato:
A) frammento di 0,2 cm
B) frammento di 0,3 cm
diagnosi:
A)B) Mucosa antrale sede di lieve flogosi cronica(1+) in fase di quiescenza. Non si osserva metaplasia intestinale. Si osserva atrofia ghiandolare lieve (1+) Non si osservano microorganismi riconducibili ad Helicobacter Pylori.

Inoltre hanno valutato anche vecchi vetrini come lei aveva consigliato.
ecco i risultati dei vetrini ricontrollati:
1)Frammenti di mucosa gastrica corpo-fundica con focali fenomeni erosivi ed associate alterazioni di tipo rigenerativo dell'epitellio foveolare e del colletto, talora con lievi dismetrie nucleari e con macronucleoli. non si identificano aspetti riferibili ad alterazioni neoplastiche. 2)Frammenti di mucosa gastrica di tipo antrale con lieve flogosi cronica focalmente attiva lieve e con aspetti di iperplasia foveolare. non si osservano microorganismi riconducibili ad helicobacter pylori. 3)Frammenti di mucosa gastrica di tipo corpofundico con focale flogosi cronica erosiva e con fenomeni rigenerativi. Non si osservano microorganismi riconducibili ad Helicobacter pylori. 4) Frammenti di mucosa duodenale con focali fenomeni erosivi con componente granulocitaria neutrofila ed erosinofila. I villi adiacenti non mostrano alterazioni significative relative alla morfologia ed alla composizione cellullare. Negativa la ricerca di microorganismi.

CURA : Lucen 40 tutti i giorni. Motilium prima dei pasti. Riopan 1 ora dopo i pasti.
Alimentazione controllata e No bevande gassate Alcool e fumo. Dopo 3/6 mesi rifare gastroscopia.

Mi scusi per la lunghezza ma era giusto riportare il tutto. Mi conferma la bonta' della cura rispetto ai risultati????Questa altra diagnosi ribalta la precedente non evidenziando nessuna forma di neoplasia ma una grossa infiammazione. Certo che pero e' incredibile,come avvengono questi errori???

Grazie mille ! ! !

Cordiali saluti.


[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Confermo la "bontà" di quest'ultima diagnosi.

Come avevo sospettato nella mia replica nr 3 ( >> Credo sia indicato un trattamento con terapia antisecretiva a dose piena e ripetere le biopsie fra 1 mese circa. Non vorrei che lo stato infiammatorio della mucosa possa aver creato un falso positivo istologico <<) si trattava proprio di un "falso-artefatto istologico" determinato dallo stato infiammatorio della mucosa. Inoltre, è stato corretto eseguire il controllo endoscopico (con ecoendoscopia) e la rivaluazione dei vetrini.

In casi come il suo bisogna procedere (come è stato fatto) con i "piedi di piombo" prima di considerare definitiva la diagnosi.

Dimentichi la "brutta" esperienza.


Auguroni.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it