Utente
Buonasera mi chiamo vanessa e ho 25 anni.purtroppo e dal tre febbraio che ho iniziato a stare molto male. Il primo episodio si e presentanto con fortissimi dolori addomonali e al retto tali da avere perdita di conoscenza e corsa al pronto soccorso. Da quel gg ho iniziato ad avere scariche di diarrea continua alternata a giornate di forte stipsi fino a quando a meta febbraio ho iniziato ad avere fortissinii dolori al petto e tremore da li mi hanno ricoverata x una pericardite cn modesto versamento.durante il ricovero di quasi un mese ho continuato ad avere continue scariche e fitte allo stomaco e i medici hanno deciso di fare una colonscopia da li e emerso ke potevo essere affetta da morbo di crohn in quanto nella (sede ileo terminale) hanno evidenziato piccole ulcerazioni ricoperte da fibrina possibile malattia di crhon mentre nella (sede sigma) note di sigmoidite. Dalla biopsia e emerso quanto segue:
TRE FRAMMENTI DI MUCOSA ILEALE CON FOCALI EROSIONI SUPERFICIALI, CONGESTIONE EDEMA E MODERATO INFILTRATO LINFOPLASMOCITARIO NELLA TONACA PROPRIA IN PARTE RIUNITO IN FOLLICOLI. NON EVIDENZIA GRANULOMI. DIACIASSETTE FRAMMENTI DI MUCOSA COLICA CON FOCALI EROSIONI SUPERFICIALI SPICCATO EDEMA CONGESTIONE MODERATO INFILTRATO LINFOPLASMOCITARIO E GRANULOCITARIO INTERSTIZIALE.
NOTE DI CRIPTITE E RARI ASCESSI CRIPTICI.LIEVE ATROFIA GHIANDOLARE LIEVE RIDUZIONE DELL ATTIVITA MUCIPARA.
COMPATIBILE CON COLITE ULCEROSA A LIEVE ATTIVITÀ.
Dopo qst risultato sn stata dimessa con la diagnosi di pericardite acuta idiopatica morbo di crohn e MRGE (a seguito di una gastroscopia k ha evidenziato incontinenza cardiale) e ho iniziato la terapia con deltacortene e asacol .
Dopo qst risultato m sn rivolta ad un gastrointerologo ke non sembra essere convinto della diagnosi di morbo d crohn e vuole sottopormi a una entero RM.
Sn molto confusa e vorrei avere la vostra opinione in merito. Io continuo ad avere forti dolori al basso ventre e in altre parti dell addome ho nausea e astenia in più una cosa molto importante da febbraio ad oggi continuo ad avere febbricola k va da 37 a 37,5 ke nn m spiego perke nn vada via e ho anche forti dolori al petto e oppressione al torace nonostante il versamento pericardico non ci sia piu. E ho sempre la testa estremamente pesante. La diarrea e scoparsa ma adesso ho forti problemi d stitichezza.
Scusate se mi sn divulgata troppo ma non sapevo come riassumere piu di cosi in maniera esaustiva.
Certa di una vostra cordiale risposta vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Perchè parla di M. di Crohn
mentre vi è una diagnosi istologica di Colite ulcerosa?
Cosa ne pensa il suo gastroenterologo?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Il dubbio del mio gastrointerologo nasce proprio da qst inconcruenza tra cio che viene indicato nel referto della colonscopia e ciò che invece viene indicato nell esame istologico.
Io sn stata dimessa dall ospedale cn la diagnosi di morbo si crohn( premetto k a causa della pericardite ero ricoverata nel reparto di malattie infettive) e successivamente mi sn rivolta ad un gastrointerologo k leggendo i referti ha deciso di farmo fare la entero rm.
Io nn ho mai avuto sanguinamento ma e stato trovato sangue occulto nelle fec oltre i sintomi che le ho precedentemente elencato.
Lei leggendo la mia storia che opinione ha a riguardo?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Penso che i suoi sintomi
<<Da quel gg ho iniziato ad avere scariche di diarrea continua alternata a giornate di forte stipsi>>
denotino un possibile colon irritabile,

... e che la diagnostica clinica (colonscopia+istologia) depone per una contestuale Colite Ulcerosa.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie mielle dottore per la sua riaposta così celere! Quindi lei crede che la diagnosi fatta in ospedale di morbo di crohn nn sia attendibile? I medici mi hanno anche detto che la mia pericardite era dovuta al morbo di crohn ( perke durante il ricovera non sn migliorata assolutamente nonostante le alti dosii dii flectadol antibiotici e colchicina) ha iniziato a migliorare dopo la colonscopia quando ho inziato la terapia con cortisone e asacol fino al completo riassorbimento del versamento dopo piu di un mese.
lei crede ke la mia pericardite non c'entri nulla con i miei problemi intestinali?
E una entero RM puo dare una diagnosi certa?

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Per dirle di più dovrei avere personale contezza del quadro clinico complessivo e della paziente,
ma ciò online è impossibile.

Posso solo confermare quanto scritto in replica #3.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Capisco. .la ringrazio comunque per le sue risposte cosi tempestive.
mi creda che non e facile non capirr cosa sta succedendo al mio corpo.sn molto confusa e preoccupata. Ero convinta e amareggiata di averr cm m avevano detto il crohn e adesso il pensiero k magari si sn sbagliati da un lato mi confonde ma dall'altro mi da speranza.
Ma qual'è la sostanziale differenza tra il crohn e la colite ulcerosa?
Possono dipendere entrambe dal sistema immunitario?

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sono entrambe delle malattie infiammatorie croniche intestinali, ad etiologia ancora ignota (i fattori immunitari sono ancora oggetto di studi);
vanno sotto il nome di I.B.D. (Inflammatory Bowel Diseases),
mentre la Colite Ulcerosa interessa solo il colon,
il Morbo di Crohn prevale nell'ileo, ma può colpire ogni tratto del tubo digerente.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Grazie dottore. Ho eseguito la entero rmn con mdc e il referto medico evidenzia quanto segue:
Regolare la distensione intestinale, non evidenzia tratti del piccolo intestino con parete patologica dopo mdc ev non patologici C.E, non versamento addomico pelvico.
qualche linfonodo (10mm) nel ventaglio mesenteriale.
Potrebbe spiegarmi gentilmente il significato?
Vuol dire che non ho ne il morbo di crohn ne la colite ulcerosa come evisenziava l esame istologico?
E cosa significa che ci sono dei linfonodi nel ventaglio mesenteriale?
La ringrazio anticipatamente x la sua estrema gentilezza a fornirmi ulteriori delucidazioni.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I linfonodi sono espressione aspecifica della reazione ad un fenomeno infiammatorio.

L'RM escluderebbe il Crohn riabilitando la diagnosi istologica di Colite ulcerosa.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Grazie dottore lei è sempre professionale e cortese a rispondermi.
Per cui se ho capito bene la entero rm serviva solo ad escludere lesioni compatibili con il crohn?
Da questa risonanza non si ricavavano maggiori informazioni per quanto riguarda la colite ulcerosa? Devo far fede solo all esame istologico?

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esatto, fa fede l'esame istologico.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
BUONASERA DOTTORE A DISTANZA DI UN ANNO HO RIFATTO LA COLONSCOPIA E L'ESAME ISTOLOGICO HA EVIDENZIATO QUANTO SEGUE:

MINUTI FRAMMENTI BIOPTICI SEDE DI FENOMENI EDEMTOSO-CONGESTIZI E FLOGOSI CRONICA ASPECIFICA CON PRESENZA DI OSSACIONALI AGGREGATI FOLLICOLARI E DISCRETA COMPONENTE EOSINOFILA.
ARCHITETTURA GHIANDOLARE E CONTENUTO IN MUCO NEI LIMITI DELLA NORMA.

COSA VUOLE DIRE DOTTORE?
VISTO CHE COME PUO VEDERE DAI MESSAGGI PRECEDENTI DALL'ISTOLOGIA DI UN ANNO E DALLA ENTERO RM AVEVANO ESCLUSO IL CROHN E DIAGNOSTICATO LA RETTOCOLITE ULCEROSA ADESSO VUOL DIRE CHE SONO IN REMISSIONE O CHE NON HA MAI AVUTO UNA MALATTIA INFIAMMATORIA CRONICA INTESTINALE??

SONO MOLTO CONFUSA
IO DOPO UN PERIODO TERRIBILE E' DA QUALCHE MESE CHE STO DECISAMENTE MEGLIO A PARTE LA PRESENZA DI SANGUE ROSSO NELLE FECI OGNI TANTO.
GRAZIE ANTICIPATAMENTE

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il referto istologico depone pèer una colite eosinofila.
Va quindi intrapresa terapia sotto la guida di un bravo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Scusi la mia incompetenza in materia ma cosa significa colite eosinofila?
Quindi non ho piu la colite ulcerosa?
Io per ora assumo 2 compresse di mesalazina da 1200 e rabeprazolo da 20 mg

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Significa un altro tipo di infiammazione del colon che pure può beneficiare della Mesalazina!

Come le ho già scritto, nella diagnostica endoscopica "fa fede l'esame istologico!".

Se non lo ha già fatto (in quanto ne avrebbe dovuto far cenno),
ne parli anche con il suo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
Il mio gastroenterologo mi ha semplicemente mandato l esame istologico scrivendomi: referto tutto ok... io ho chiesto spiegazioni e mi ha dtto solo di continuare un periodo d osservazione d un altro anno e di continuare ad assumere mesalazina fino in estate.
X qsto motivo ho cercato altre spiegazioni rivolgendomi a lei e alla sua professionalità.
Lei saprebbe indicarmi un bravo specialista in Sicilia alla quale.potrei rivolgermi?