Utente
Gentilissimi dottori, i primi di luglio ho avuto un infezione intestinale con un episodio di vomito e forte diarrea. All'ospedale mi è stato dato Rifacol + Imodium + Fosforilasi. Il 13 agosto dopo aver mangiato di sera, una torta alla nutella, mi svegliai la notte con vertigini e svenni. Ritorno in ospedale e mi danno Rifacol + Imodium + Fosforilasi. Il 14 agosto ritorno all'ospedale, la diarrea non accennava a diminuire neanche con le imodium, inoltre avevo fastidio in sede epigastrica e la sensazione di aver digerito male. Mi danno il Ciproxin, al posto del Rifacol, Yovis + Diosmectal e Polase. Il 27 agosto mangiando una pizza pesante, avverto un dolore in sede epigastrica, vertigini e svengo. Avevo una forte nausea e la sensazione di non aver digerito. Inizio Levopraid gocce e fermenti lattici pur non ottenendo sollievo. Successivamente sopraggiungono bruciori in sede epigastrica, sensazione di nodo alla gola ed eruttazioni. Il 22 ottobre accuso nausea e forti tremori che si irradiavano in tutto il corpo. Ritorno in ospedale e mi dicono che è una crisi d'ansia, dandomi zantac e diazepam. Mi prescrivano varie analisi quali tempo di protrombina, fibrinogeno, bilirubina totale, fosfatasi alcalina, AST, ALT e gamma GT ed è risultato bilirubina totale 2.72 mg/dl (ho la sindrome di Gilbert), Gamma GT 7 U/l. Dal protidogramma elettroforetico risulta Gamma 22.2% e ALB/GLOB 1.18. Ho effettuato una coprocoltura, dal quale risulta enterococcus faecalis ed assenza di candida e ricerca di sangue occulto nelle feci che è risultata negativa. Le analisi per la celiachia sono risultate negative. Le IgE sono risultate 66,4 (premetto che presi il vaccino per un'allergia alla polvere). Ho fatto le analisi del sangue per vedere se fossi allergico al grano, arachide, nocciola, pomodoro, maiale, cioccolato e olivo ma sono risultate negative. L'unica allergia che è stata trovata è per Dermatophagoidespteronissinus e Dermatophagoides farinae. Fatte le analisi per ANA, AMA, ASMA, Anti DNA, ENA e P-ANCA, negative anche queste. Il dottore mi ha allora dato una cura per esofagite da reflusso, Omaprazen 20 mg al die, Gaviscon 3xdie e Debridat 2xdie. Il bruciore allo stomaco e il nodo alla gola scompaiono. Permangono le eruttazioni e si presenta un dolore che si irradia dall'epigastrio all'ipocondrio destro. Risulto stitico ed ho perso peso. Questi disturbi si presentano saltuariamente dopo mangiato, specie nel tardo pomeriggio e la sera. Dalla visita del gastroenterologo, risulta dolente alla palpazione profonda l'ipocondrio destro, segno di Murphy positivo consigliandomi un eco addome. Dall'eco risulta un notevole meteorismo e una colecisti in sede, piccola, forma regolare, pareti non ispessite, a contenuto biliare anecogeno. Mi è stato prescritto Omoprazen 20mgxdie, Gaviscon 1xdie, Valpinax 20gtt 2xdie per 10 giorni. Vorrei sapere se la cura va bene o eventualmente cosa prendere e qual è la causa di questi miei disturbi che vanno avanti da quattro mesi. Grazie di tutto

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ansia, reflusso e colon irritabile.
Quale la diagnosi del suo specialista?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Quatraro,

Il mio specialista visitandomi suppose che il problema fosse collegato alla colecisti, per la presenza di calcoli o fango biliare. Quando ieri gli dissi il risultato dell'ecografia mi ha risposto di stare tranquillo e che è tutto apposto, di vederci la prossima settimana e di prendere un antispastico per il dolore. Non mi ha dunque rilasciato alcuna diagnosi o cura.

Il pomeriggio sono stato dal mio medico di base, in attesa di consultare nuovamente lo specialista, il quale è convinto che sia frutto dell'ansia e mi ha prescritto il Valpinax.

Volevo aggiungere che questi disturbi sembrino aumentare specie quando sto seduto. E' il classico dolore/fastidio che si avverte quando si fa un pasto e magari non si riesce a digerire a causa della postura per esempio.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una terapia va assegnata sempre
in relazione ad un preciso sospetto diagnostico.

Le confermo le mie ipotesi espresse in replica #1.

Ne parli con il suo specialista.

La saluto cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Quatraro,

La ringrazio per la sua celere risposta. A suo avviso la terapia che sto seguendo attualmente, Omeprazolo 20mgxdie + Valpinax 20gtt 2xdie + Gaviscon 1xdie la sera, va bene?

Inoltre vorrei chiederle se i dolori/fastidi in sede epigastrica possono essere ricondotti al meteorismo trovatomi dall'ecografo? Anche se l'ecografia è risultata pulita, il dolore, in riferimento alla colecisti, è comunque presente (saltuariamente), a cosa può essere dovuto? E' possibile escludere un'ernia iatale?

Mi scuso in anticipo per le continue domande e la ringrazio per la sua cordialità e disponibilità.

Distinti saluti.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1. Non è consentito nè lecito opinare su terapie frutto di visita medica;
2. Si
3. Colon?
4. Serve una gastroscopia.
...
5. (aggiungo io) ... eviti percorsi autodiagnostici!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie ancora per il suo aiuto, è stato chiarissimo.

Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Quatraro,

Volevo informarle che lunedì sono stato ricevuto dallo specialista che mi ha confermato la cura del mio medico di base. L'unica variazione è stata di protrarla fino ai primi di dicembre, anziché per 10 gg.

I dolori si sono attenuati anche se si presentano la sera in base a come sto seduto oppure sollevando dei pesi, per esempio ho avvertito dolore tenendo in braccio mia nipote. Cosa ne pensa?

Inoltre dato che sto assumendo il Valpinax per un mese, vorrei sapere le modalità di sospensione a fine cura, dato che uno dei principi attivi è una benziodiazepina.

Distinti saluti.

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ritengo vengano confermate le ipotesi che le ho espresso in replica #1.

La benzodiazepina può essere interrotta dopo 30 giorni dal primo utilizzo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
Gentilissimo,

La mia domanda sul Valpinax nasce dal fatto che dal foglietto illustrativo si evince la possibilità di poter avere effetti indesiderati all'atto dell'interruzione. Per questo mi chiedevo se dovessi, a fine cura, interrompere la sua assunzione o se sospenderlo in modo graduale.

Cordiali saluti.

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come ha letto "effetti di rimbalzo" sono possibili,
tanto più frequenti quanto maggiore è la durata dell'assunzione.

In assoluto se ne consiglia la graduale sospensione,
ma,
come le ho già scritto,
può interromperla entro i 30 giorni
con la consapevolezza di una minore possibilità che si manifestino effetti indesiderati.

Ovviamente è corretto concordare con il suo prescirttore.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr.

Volevo chiederle un parere. In questi ultimi quattro giorni ho avuto degli sbalzi d'umore che sono sfociati in crisi di pianto. Generalmente questi stati si placano quando cerco di svagarmi e di non pensarci. Premetto che sto fissando un appuntamento con lo psicoterapeuta per discutere di problemi di livello emotivo.

La domanda è se il Valpinax potrebbe esserne la causa e se così fosse cosa dovrei fare. Grazie.

[#12]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo escluderei.

La saluto cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#13] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Quatraro,

Volevo aggiornarla sulla mia attuale situazione. Giorno 26 novembre ho sospeso la mia terapia in accordo col mio gastroenterologo. Poiché durante la terapia, Omeprazolo 20mgxdie + Valpinax 20gtt 2xdie + Gaviscon 1xdie, accusavo lo stesso dei fastidi a livello dell'ipocondrio destro, che aumentavano quando stavo piegato e diminuivano nel momento in cui mi stiravo, il gastronenterologo mi ha consigliato di prendere Buscopan al bisogno. In questi giorni oltre a dei leggeri fastidi a livello dell'ipocondrio destro ed epigastrio non ho avuto nient altro. Ho evitato di prendere la Buscopan, visto che i disturbi erano lievi, ed ho applicato semplicemente una borsa calda. Ieri dopo aver mangiato un cornetto alla nutella, ho accusato a partire dal pomeriggio fino ad ora acidità ed eruttazione.

Volevo chiederle se dovessi prendere qualcosa, se è normale o se dovessi aspettare i prossimi giorni, per vedere come sto, per riparlarne col mio gastroenterologo.

Mi scusi per il disturbo e grazie per il lavoro che Lei e le altre persone offrono su questo sito.

[#14]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Aspetti i prossimi giorni e ne parli con il suo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it