Il medico mi ha prescritto

Partecipa al sondaggio
Salve a tutti, ringrazio fin da ora colui o colei che darà risposta al mio quesito;
Sono un ragazzo di 25 anni e ho da poco effettuato per la seconda volta una gastroscopia dal quale è risultato abbondante reflusso biliare con assenza di esofagite, cardias beante e la solita ernia iatale di circa 1 cm con cui convivo da circa 4 anni; il medico mi ha prescritto per circa 1 mese il TUDCABIL due volte al di dopo pranzo e dopo cena (prendo al bisogno anche ESOPRAL ; sono circa 5 giorni che lo assumo e già dal primo di questi ho avuto diarrea, feci liquide e dolori all'intestino che si attenuano solamente dopo essere andato in bagno; premettendo che soffro anche di colon irritabile, mai fino ad ora mi è accaduta una cosa simile ovvero 5 giorni di fila con diarrea e dolori all'intestino; può il tudcabil causare tale effetto? se si come mi devo comportare? devo interrompere la cura?
Ultima domanda poi vi lascio, alla fine del mese della terapia occorrerà ripetere la gastroscopia per accertarmi che il reflusso sia sparito?
Vi ringrazio nuovamente per la pazienza;
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 29.3k 1.1k 12
Il reflusso biliare è una patologia funzionale e, pertanto, può ripresentarsi durante la vita.
Prendere l'esomeprazolo non ha alcun senso (a maggior ragione se preso "al bisogno"!!)
L'acido usrsodesossicolico può dare "fastidio" nei primi giorni di assunzione: provi ad assumerlo durante il pasto.
Seconda EGDS dopo un mese? perchè?
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
Utente
Utente
Salve, forse mi son spiegato male; la seconda EGDS è stata effettuata a distanza di 3 anni per scrupolo personale; all'epoca mi fu riscontrata ernia iatale da scivolamento con esofagite da reflusso gastrico per cui seguii la terapia di esomeprazolo per 3 mesi, dopodichè solo al bisogno; nella EGDS più recente invece non vi era traccia di esofagite (quindi ben curata) ma vi era reflusso biliare; tornando a noi, per "fastidi" intende anche quanto le ho descritto nella prima parte? comuqnue proverò a seguire il suo consiglio;
Ne approfitto per rivolgerle un paio di domande restando in tema; è possibile che a 25 anni abbia ernia iatale, reflussi vari, cardias beante e colon irritabile(accertato con una serie di esami piu colonscopia)? Mi sembra che tutto il mio apparato digerente sia compromesso, e che sensazione di pienezza, dolori addominali e gonfiori ne facciano da padroni;
Per quanto riguarda il reflusso biliare esso non significa che colecisti o fegato lavorino male, non è vero? E infine come potrò verificare alla fine della terapia di acido ursodesossicolico che effettivamente il reflusso biliare sia tornato nella norma?
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 29.3k 1.1k 12
Ernia iatale ed intestino irritabile non hanno età!
Esomeprazolo al bisogno: assolutamente insensato.
Fastidi: si possono corrispondere.
Alla sua età ha già fatto fin troppi esami.
Il reflusso biliare può essere considerato un disturbo funzionale in cui l'apparato digerente "si muove male" pur non essendo malato.
Non esiste un test per capire se il reflusso biliare è "guarito": ci si basa sul quadro clinico.
Colon irritabile

Il colon irritabile (o sindrome dell'intestino irritabile) è un disturbo funzionale che provoca dolore addominale, stipsi, diarrea, meteorismo: cause, cure e rimedi.

Leggi tutto