Glutine, intolleranza, allergia, sensibilità, colon, celiachia

Analisi sangue AUTOIMMUNITà

EMA Anticorpi anti- endomisio: ASSENTI

TRANSglutaminasi LgA 2 ,00 u/ml riferimento 0 - 8.
TRANSglutaminasi LgG 4 ,00 u/ml riferimento 0 - 15

Anticorpi Anti Gliadina LgA 4 ,80 u/ml negativo < 4 .
Anticorpi Anti Gliadina LgG 25 u/ml negativo < 10 .

Anti Transglutaminasi LgA 11 u/ml negativo < 10

Gastroscopia con biopsia risultata negativa ma il medico ha detto che ad occhio nudo quando è entrata la sonda non era facilmente riconoscibile lo stato dei villi intestinali poiché non erano né piatti come nel caso della celiachia né perfettamente "rivolti verso l'esterno".

Gentili medici, in seguito a continui malesseri dovuti ad episodi di cattiva digestione, diarrea, gonfiore addominale e borbottio, provai su consiglio di un gastroenterologo che mi visitò ad eliminare il glutine dalla mia dieta per un paio di settimane. Dopo circa 5 mesi di astensione dal consumo di Glutine tutti i miei problemi sembravano essere scomparsi e sopratutto avevo trovato una regolarità anche nell' andare in bagno.
Da Gennaio 2016 ho ricominciato a mangiare prodotti contenenti glutine introducendoli gradualmente. Il primo mese sembrava andasse tutto bene ma da fine febbraio e fino ad oggi io sono tornato indietro e sto male, è come se fossi tornato indietro.( Adesso mangio tutto senza limitazioni (pane, pasta, pizza etc)).
Ad oggi la mia situazione delle analisi del sangue è quella che ho scritto sopra. Come posso interpretare questo quadro? Cosa mi consigliate di fare?
Il fatto è che non avendo una prova nero su bianco che il problema sia effettivamente il glutine mi trovo in difficoltà nel prendere una decisione che sia la migliore per me. Un medico mi ha consigliato di cercare di mangiare meno glutine possibile ma di non eliminarlo poiché non necessario. Voglio stare bene :) Grazie mille.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Lei é affetta da sensibilità al glutine non celiaca e in questi casi il glutine va eliminato completamente per un anno e poi gradualmente introdotto.




Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la tempestiva risposta.
Quindi questi dati non potrebbero essere la "spia" di un eventuale altro problema? Cioè sono tutti indicatori che hanno a che fare soltanto col "glutine" corretto?
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Certamente. Nessun altro problema....


Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio