x

x

mal di gola da reflusso

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentilissimi Dottori,

scrivo per avere un vostro consiglio in merito a un disturbo che mi porto dietro da 8 giorni. Il tutto iniziato settimana scorsa con perdita quasi totale della voce e bruciore alla gola. Dopo due giorni la voce è tornata normale, ma il dolore alla gola misto bruciore non è scomparso, anzi aumentato. Mi son fatta visitare dal medico che non ha riscontrato gonfiore ai linfonodi del collo e neppure alle tonsille. In un primo momento non mi ha dato nulla dicendomi che come era arrivato sarebbe passato, poi col passare dei giorni, ieri, sono tornata perchè il fastidio è tale da rendermi fastidiosa la deglutizione (peggio ancora sbadigliare, mi sembra che si strappi un pezzo di tonsilla), e insistendo un pò mi ha dato uno spray (il Froben Gola Spray 0,25% Flurbiprofene) da assumere due volte al giorno. Io credo si tratti di reflusso, perchè ho anche bruciore allo stomaco, e il medico non lo esclude del tutto. Da 8 giorni ho ripreso la cura con Pantopan 40 mg alla mattina a digiuno.

Dopo questa premessa Vi chiedo:

1) il Froben Gola spray per 2 volte al giorno è una cura giusta per tentare di sfiammare l'infiammazione in atto? Dopo quanti giorni in media si inizia a trarre beneficio?
2) ipotizzando che sia proprio un mal di gola da reflusso e non virale, cosa consigliate di fare? L'IPP da 40 mg preso la mattina è sufficiente? o è meglio spezzarlo in due parti?
3) il farmacista mi ha consigliato anche il clenil da fare con aerosol. Voi cosa ne pensate è più efficace questo o il froben?

Saluti e grazie per l'attenzione
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.5k 2.2k 88
I sintomi non sono da reflusso e la terapia indicata dal suo medico risulta appropriata. Eventualmente si può associare l'aerosol.


Ciordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (La Madonnina), Roma (Villa Benedetta) Calabria (Reggio-Crotone)
www.endoscopiadigestiva

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,

grazie per la risposta. Oggi mi sono recata da un otorino vedendo che la situazione non migliorava. E mi ha riscontrato un'infiammazione probabilmente dovuta ad allergia (dovrò fare i test per capire da cosa di preciso).

Visto che è sempre gentile con me, vorrei porle una domanda. L'otorino che mi ha visitata oggi non era in ambito ospedaliero, ma in studio privato e ha utilizzato anche l'endoscopio flessibile (quello che si inserisce dal naso). Questo strumento è stato utilizzato anche nella visita precedente la mia e non è stato sterilizzato, ma solo sciacquato sotto l'acqua corrente e poi asciugato con la carta, io non ho avuto il coraggio di chiedere, ma poi a casa mi è sorto il dubbio, è una procedura sicura? Rischio di esser stata infettata? Nel caso solo da "mali di stagione" o da cose più serie?

Tanti saluti
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.5k 2.2k 88
Gli endoscopi vanno disinfettati dopo l'uso.......

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,
a 30 anni e con un bambino piccolo capirà che la cosa mi spaventa molto e vorrei chiederle gentilmente quali test dovrei fare e fra quanto per capire se posso stare tranquilla per questo episodio. Ha usato solo acqua corrente e carta per asciugarlo, ora mi sento una stupida perchè avrei dovuto rifiutarmi di fare l'esame...

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto