Ernia iatale 1,5 cm con reflusso gastroesofageo

Buonasera,
tre mesi fa ho iniziato a percepire uno strano mal di gola che in realtà si accentuava ogni volta che deglutivo. Successivamente è iniziato anche un dolore/bruciore al torace ed è allora che ho deciso di andare dal mio MMG. Il medico mi ha prescritto una gastroscopia e il risultato è stato questo: ernia iatale 1,5cm con reflusso e duodenite erosiva moderata. La terapia iniziale è stata di 20mg mattino e 20mg la sera di NEXIUM accompagnato da Esoxxone per 40 giorni, per poi scendere a 20mg + esoxxone solo al mattino per altri 30 giorni, per poi fermarsi e capire come andava. Nel primo periodo di 40 gg stavo benissimo, nel secondo periodo qualche fastidio.
A fine cura ho smesso per un periodo ma ovviamente mi sono tornati tutti i vari sintomi e sono tornato dal medico che mi ha ridato NEXIUM 20mg+20mg e riopan per una settimana per poi proseguire abbassando di nuovo il dosaggio a 20mg.
In questo lasso di tempo in realtà ho continuato ad avere i vari sintomi sopra descritti ovvero dolore toracico a cui si è aggiunto un dolore nella parte destra del collo (sembra la muscolatura ma non so), raucedine e ogni tanto mal di pancia+flatulenza.
A breve vorrei fare una visita con una gastroenterologo.
Nel frattempo ho 3 domande:
1. si potrebbe provare a aumentare il dosaggio di Nexium?
2. meglio esoxxone, riopan, gaviscon advance o maalox? Il riopan sembra non farmi nulla, anzi.
3. l'operazione quando viene presa in considerazione? Io in realtà vorrei evitarla anche perchè di tutte le testimonianze che ho raccolto in giro tra forum, pagine web, etc., non c'è una persona che sia rimasta soddisfatta, le sia ritornato il problema o addirittura non sia peggiorato il tutto. Ecco, io sinceramente se si potesse, eviterei.

Grazie,
distinti saluti
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.4k 2.3k 74
1) deve trovare la dose adeguata per controllare il disturbo

2) non vi è differenza significativa, é lei che deve trovare l'antiacido su "misura"

3) non ha necessità di chirurgia

Cordialmente

Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)- Reggio C (Villa Sant'Anna)

Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto