Utente
Cari medici gastroenterologi.
2 anni fa feci una gastroscopia a causa di sintomi che riconducevono al reflussso che evidenziò ipocontineza cardiale come da titolo. Ricordo anche che il medico durante la gastroscopia mi disse che avevo anche una piccola ernia iatale.
Assumo al cambio di stagione lucen 20 mg per un mesetto e quando lo assumo sto sempre benissimo.
Quando lo interrompo dopo pochi giorni torno ad avere sintomi che negli anni sono anche un pò cambiati, alcuni dei quali mi hanno un pò preoccupato perchè pensavo che potessero avere a che fare col cuore.
Ve li elenco.
Fitte retrosternali che partono dallo stomaco che dal centro del petto vanno a destra e a sinistra. arrivano alla schiena(raramente al braccio sinistro) e anche alla radice del collo parte destra e orecchio ( questi ultimi 2 sintomi succedono ogni qual volta ho sintomi reflusso).
Escludo problemi cardiaci perchè ho fatto
elettrocardiogramma e holter che sono risultati perfetti e perche il cardiologo ha detto che non sono sintomi cardiaci perchè durano pochissimi attimi(pochissimi secondi).
Infine aggiungo io che ho i suddetti sintomi dopo aver mangiato qualche alimento al quale sono sensibile ( aceto in primis) o quando ho lo stomaco gonfio o quando assumo posizioni che mi favoriscono il reflusso o subito dopo un eruttazione.
Quindi al 100 per cento è reflusso.
Volevo un consiglio : non essendo possibile conoscere tutti gli alimenti che mi favoriscono il reflusso(ognuno è diverso da un altro ad esempio i pomodori non mi fanno nulla ma il caffè si) e ogni tanto mi fa piacere gratificarmi con qualche piccolo piacere della vita ( una tazzina di caffè o un pezzettino di cioccolato ad esempio) perchè devo stare male?
Comunque anche eliminando tutti gli alimenti che mi favoriscono il reflusso non è detto che io non ne abbia come è già successo tanto volte quando non assumevo il farmaco.
Ci tengo a dire che comunque io assuma o no il farmaco sono sempre molto attento con l'alimentazione essendo stato molto obeso in passato e di norma seguo le regole antireflusso.
Perchè il mio curante si ostina a non volerlo farmelo prendere sempre dicendo che è sempre un intruglio chimico nonostante io assuma una dose minima?
Secondo voi ci sono problemi ad assumere lucen 20 mg a vita?
Oppure potrei fare ad esempio una prova di abbassare ancora di più la dose facendo 10 mg invece di 20?
Oppure avete un altro farmaco da propormi che faccia meno male ammesso che il lucen ne faccia?(io ho sempre avuto benefici)
Grazie per l'attenzione....
Cari saluti

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Devo dire, e mi dispiace dirlo, che spesso i medici di base fanno un po' di "terrorismo" nell'ottica di ridurre le prescrizioni di farmaci, ed in questo caso di IPP. Se il farmaco è utile allora va assunto. Sono più gravi i danni della non assunzione del farmaco dei quanto improbabili effetti collaterali di una terapia continuativa. L'alternativa al farmaco ? La chirurgia.....

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Caro dottor Cosentino,
La ringrazio per la sua disponibilità e attenzione al paziente.
Mi ha già risposto in passato e come allora le sono grato per il suo aiuto.
Dunque secondo lei provo a fare una prova con 10 mg o posso continuare tranquillamente con 20?
Ancora grazie e tante care cose.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Vada con il 20 mg e poi riduca dopo un mese circa.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Caro dottore.Ultima domanda poi non la disturbo più.
Quando inizierò i 10 mg dopo un mese, è la stessa cosa dividere in due la pillola da 20 mg ?
Le dico questo in quanto ho una scorta di lucen 20mg per 2 mesi.
Cari saluti

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Le pillole, come viene riportato nel bugiardino, non devono essere rotte.



cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it