Attivo dal 2018 al 2019
Buongiorno, sono esaurito, da 7 anni soffro di un dolore anteriore all’esofago e posteriore alla scapola sinistra, aggravato sia da un salto articolare nella zona della scapola e sia da un catarro in gola da inizio estate 2017. Ho fatto la gastroscopia ed è risultata negativa, analisi del sangue tutto perfetto, ecografia all’addome tutto nella norma. Dopo quest’ultima mi hanno prescritto Levopraid a gocce e Lyrica 25mg, dopo 2 settimane i sintomi non sono migliorati per nulla, da costringermi ad assumere anche la sera Ranitidina da 300mg. Precedentemente gli inibitori di pompa e antiacidi assunti a tempo prolungato non hanno portato nessun cambiamento. Sto anche mangiando quasi sempre con cottura al vapore e assumendo solo acqua naturale. I dolori sono esattamente come il meteo, si presentano all’improvviso, a volte durano poco e altre volte di piu. Ora alcuni sono intenzionati a farmi fare una risonanza all’addome, ma credo come sempre che sarà inutile. Per capire che malattia ho, l’unico metodo è una visita con il dottor Cosentino, perché la mia malattia peggiora sempre di più.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo, ovviamente a distanza non è facile fare chiarezza. Da come descrive potrebbe anche trattarsi di un dolore neuropatico, ossia osteo-muscolare.



Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Grazie per la risposta dottore, vi chiedo se possibile di indirizzarmi su cosa devo fare per scoprire e combattere la mia malattia, ed alla fine vi pagherò anche quello che vi è dovuto. Sto assumendo da 3 giorni la ranitidina e l’acidità con i sintomi che vi ho detto prima sono diminuti un poco. Questa mattina infatti appena ho bevuto dell’acqua a temperatura ambiente non ho sentito raffreddare le pareti dell’esofago ma soltanto quella parte dietro dove avviene il dolore con successivo salto articolare, che io credo si tratti di un ulcera peptica causata da reflusso o iperacidità o esofagite. Dopo alcuni minuti si sono presentati i dolori anteriore e posteriore e poi dopo 15 minuti sono scomparsi. Da questa mattina e fino ad ora, ogni volta che ingerisco acqua non fredda sento raffreddare le pareti dell’esofago. Credo che il catarro in gola e tutti gli altri sintomi sono dovuti a qualcosa all’esofago o alla valvola di apertura e chiusura.

Che visita dovrei fare oltre a quanto già fatto per poter scoprire cosa ho?
Per esempio qualcosa tra queste: esofagogastroduodenoscopia / ph-impedenziometria - restec, bolo faringeo, reflusso laringeo-faringeo, raggi x all’esofago, pHmetria esofagea delle 24 ore, manometria esofagea, ablazione endoscopicamente, bruciare con radiofrequenza, riepitelizzazione, planimetria esofagea ad altra risoluzione, risonanza addome.

Grazie di nuovo e spero tanto di potervi conoscervi di persona se è possibile, a Vibo Valentia che è la città più vicina a me.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo, deve iniziare con una semplice gastroscopia per escludere patologie nel tratto digerentivo superiore.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Buonasera gentile dottore, ho fatto la gastroscopia e i risultati sono questi:
Premedicazione: XYLOCAINA
Motivazioni: Epigastralgia
Ricerca H. Pylori: Si
Esito: NEGATIVO
ESAME NELLA NORMA

Si prepara accesso venoso periferico con agocannula. Introduzione agevole sotto visione diretta. Esofago normale per calibro, decorso, peristalsi, distensibilità all’insufflazione di aria e rivestimento mucoso. Cardias in sede sottodiaframmatica e continente in retroversione. Cavità gastrica normale per forma, volume, peristalsi e distensibilità all’insufflazione di aria. Lago mucoso limpido. Mucosa normale. Piloro pervio. Normali I e II duodeno.

Oltre a questo, ho fatto anche un ecografia all’addome superiore, il risultato è questo:
Nulla al fegato e alle vb. Colecisti alitiasica. Pancreas nella norma. Reni nella norma.

I bruciori però li come sempre anche nel momento delle visite nella zona dove c’è la valvola di apertura e chiusura.

Cosa mi consigliate di fare adesso?
Grazie
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Egregio dottore, ho il piacere di comunicarvi che ho parlato con la mia famiglia e abbiamo deciso di prenotare una visita a pagamento presso di voi a Vibo Valentia. Per prenotare come bisogna fare?

La ringrazio e le auguro una buona giornata.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per la visita a Vibo troverà le indicazioni cliccando sul mio nome accanto.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Buongiorno dottore, prima di chiamarvi per fissare una visita presso di voi, vi devo chiedere un informazione: mi sono informato e al 99% dovrò fare la ph metria esofagea delle 24 ore, che avverrà tramite l’inserimento di un tubo dal naso e con permanenza per 24 ore. Durante l’inserimento del tubo e durante la sua permanenza provoca fastidi o dolori?

Grazie

[#8] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Buonasera dottore, sto assumendo i seguenti medicinali: Ranitidina, Valpinax, Deflux, Bioanacid, Serenil, Fluibron sia sciroppo e sia ad aerosol, Bronchenolo sedativo e fluidificante. Il bruciore all’esofago è diminuito, se però salto anche una sola assunzione, il bruciore ritorna, sopratutto retrosternale. Invece per quanto riguarda le vie respiratorie, prima il naso colava gocce d’acqua molto frequenti, ora assumendo Fluibron sia sciroppo e sia nebulizzato, il naso cola pochissimo ma c’è una tosse secca. Se non tossisco ogni 3 minuti questa tosse secca, dovrò tossire ogni 20 minuti una tosse più grassa e in grandi quantità. Il catarro in gola c’era prima e c’è ancora. Pochi giorni fa un mio zio all’età di 50 anni è deceduto in ospedale, aveva i piedi viola e un mal funzionamento di fegato e reni. Anno dopo anno questo reflusso corrode sempre di più il mio corpo, sto provando tutte le cure esistenti ma non risolvo mai nulla. Credo che a breve questo catarro si trasforma in polmonite e farò la fine di mio zio.

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'esame non le darà fastidio e continui con la terapia. Tranquillo, non farà la fine di suo zio.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Dottore, ieri che mi sono recato da mio medico per farmi prescrivere dei RX all’esofago, ( quello dove viene ingerita una sostanza e con il bario ) finalmente il mio santissimo medico di base mi ha descritto perfettamente tutte le possibili malattie dello stomaco, dalla più lieve alla più grave, io come minimo ho un esofagite da reflusso. Ma la cosa peggiore è questo dolore scapolare che causa anche danni articolari perché lo tengo da troppi anni e credo che peggiora sempre di più. Spero che dai RX mi trovano un ernia paraesofagea, perché è l’unica cosa che può causare questo dolore pesante.
Io intanto ho iniziato ad assumere Sucramal 2g e Gaviscon Advance sciroppo.
Se dormo sul lato sinistro accuso maggiormente questo dolore scapolare, se dormo sul lato destro invece no.
Poi per le vie respiratore andrò presso un centro termale a fare: bagno turco, stanza del sale, trattamento kneipp e inalazioni di sostanze come eucalipto.
Mi consiglia qualcosa in più o qualcosa da evitare?
Grazie e buona giornata.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Attendiamo l'RX esofago...
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Rx eseguito, è risultato nella norma. Io avverto ancora più frequentemente i sintomi evidenziati in precedenza, sia sull’apparato digerente, sia sulle vie respiratorie e sia sulle articolazioni di tutto il corpo.
Non so più che fare, continuerò a resistere a tutti questi sintomi ma credo che la gravità è molto alta.

[#13] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Forse in questo venerdi santo il MIRACOLO è arrivato per davvero: una madre di un mio amico ha gli stessi sintomi miei alla parta alta dell’addome e dietro alla scapola sinistra, ha detto che ha fatto la TAC e gli hanno dato una cura che sta funzionando. Vediamo se con questo ennesimo esame risolvo qualcosa.

[#14] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Buonasera dottore, non ho potuto effettuare la tac perché il mio medico non ha voluto prescriverla, allora oggi ho visitato un nuovo medico curante il quale guardando la gastroscopia mi ha detto che ho l’helicobacter pylori e mi ha prescritto del pantoprazolo da 40mg e doppia dose da 500mg di amoxicillina, il tutto per 5 giorni. Poi dopo per altri 5 giorni pantoprazolo da 40mg e macladin. Poi guardando le analisi del sangue ha riscontrato la bilirubina totale di 1,06. Ora vi chiedo: la bilirubina può essere causa del bruciore di stomaco anteriore e retrosternale? Poi sulla gastroscopia c’è scritto: Ricerca H.pylori: SI. Esito Finale: ESAME NELLA NORMA. Quindi hanno esaminato l’H.pylori e non l’hanno trovato oppure ci sta?

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'hp è presente ma non credo sia la causa dei suoi disturbi
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Gentilissimo dottore, domani prenoterò per un ulteriore esame, con la risonanza magnetica dell’addome si controlla anche l’esofago?

Oppure è più indicata una ecografia dell’esofago come questa?

http://www.altamedica.it/esami-strumentali/ecografia-dellesofago-dellantrogastrico-e-delle-anse-intestinali/

[#17] dopo  
Attivo dal 2018 al 2019
Buongiorno dottore, mi scusi se vi invio troppi messaggi, purtroppo qui ogni poco mi prescrivono solo ed esclusivamente visite gastroenterologiche che si trasformano in gastroscopie inutili perché ne ho già fatte 3. Vi chiedo l’ultima cosa: considerando il dolore alla parte alta dell’addome e posteriore con successivi scricchiolii o rumori o salti a qualche articolazione o ossa dello sterno o della scapola, per trovare ciò che salta è più opportuno fare la risonanza all’addome o la risonanza osteo-articolare?
Grazie

[#18]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Solo da una visita diretta può scaturire la corretta indicazione sull'accertamemto diagnostico e noi stiamo discutendo via web.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it