Fegato ingrandito, ipertrofia del caudato

Buongiorno,
alcuni anni fa ho scoperto di aver contratto l'epatite C, dalle analisi del sangue è risultato che sono guarito, non c'è più traccia del virus. Recentemente ho chiesto al medico di famiglia di fare un'ecografia del fegato in quanto alcune volte ho un lieve fastidio al fianco destro e le urine risultano gialle sopratutto di mattina, inoltre lamento disturbi digestivi da anni per via del colon irritabile.
Questo l'esito dell'ecografia: fegato modicamente ingrandito con ipertrofia del caudato, ecostruttura finemente disomogenea ma senza aspetti focali, calibro della porta all'ilo di 12,5 mm a flusso epatopeto,regolari le vie biliari, colecisti alitiasica, milza ad ecostruttura omogenea lievemente ingrandita (asse bipolare di 12,5 cm), nei limiti pancreas e aorta
I risultati delle analisi del sangue e delle urine presentano parametri perfettamente nella norma, in particolare gli enzimi epatici.
Il medico di famiglia ha detto di non preoccuparsi e che non servono ulteriori esami, seguire una dieta leggera ed evitare alcolici. Ha escluso la cirrosi.
Secondo voi non sarebbe opportuno effettuare un esame approfondito del fegato per escludere patologie del fegato (es. cirrosi)?
Vi ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 22,9k 904 12
Non se ne ravvisa il motivo.
Se tutti gli esami sono buoni.....
Al massimo, per tranquillizzarla, può fare un fibroscan.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa