Utente 210XXX
Buonasera,
a maggio prossimo compio 65 anni. Premettendo quanto segue:

- soffro di reflusso gastro esofageo dovuto ad un'ernia iatale, che mi è stata diagnosticata più di 20 anni fa;
- ho fatto più di una gastroscopia, l'ultima una decina d'anni fa;
- non è stato mai riscontrato l'helicobacter;
- assumo un protettore gastrico; per parecchi anni ho assunto omeprazolo da 20 mg (prima al bisogno, poi ogni giorno), da circa 6 mesi,
anziché il predetto farmaco, previo consiglio di un Otorino, dal quale mi sono recato perché durante la
notte mi svegliavo con un fastidioso prurito alla gola, assumo esomeprazolo da 40 mg. L'Otorino mi ha detto che avevo la gola abbastanza
infiammata e che il problema poteva essere legato ad un leggero reflusso gastro esofageo, Pertanto, mi ha consigliato di provare a cambiare
l'omeprazolo con l'esomeprazolo e di prendere un cucchiaio di sciroppo (sodio alginato 1000 mg e potassio bicarbonato 200 mg) oltre alla
sera prima di coricarmi, che assumo da alcuni anni, anche a mezzogiorno, mezzora dopo pranzo;
- da quanto ho modificato terapia il prurito alla gola è diminuito, però non è scomparso.

Il mio medico di base mi ha detto che il predetto problema potrebbe essere causato anche dell'helicobacter, pertanto, vorrei sottopormi ad un test per vedere se nel mio organismo è presente questo batterio.
Vi chiedo, pertanto, se a Vs. parere questo batterio potrebbe causarmi tale problema, se mi consigliate di eseguire il su citato test e quale test eventualmente mi consigliereste di fare fra quello del respiro, delle feci e del sangue?
Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non è l'helicobacter alla base dei suoi disturbi, mentre valuterei con la titolazione della gastrinemia (prelievo di sangue sotto terapia con gli inibitori) l'efficacia degli IPP


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 210XXX

Grazie Dott. Cosentino per la sollecita risposta.
Seguirò il suo consiglio e poi le farò sapere. Prima però volevo un chiarimento, su internet ho letto che prima di effettuare qualsiasi test diagnostico dev'essere sospesa l'eventuale terapia con antiacidi, che può falsare sia i livelli basali che la risposta della gastrina agli stimoli. In particolare, gli inibitori di pompa protonica devono essere sospesi per 5-7 giorni e gli H2-antagonisti per 24-48 ore. Mentre da quello che leggo sulla sua risposta, se non ho capito male, dovrei eseguire il test senza sospendere la terapia di inibitori, giusto?
Buona giornata

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente. Proprio così: gastrinemia senza sospendere gli IPP.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 210XXX

Ok Dottore, ancora grazie.
A risentirci

[#5] dopo  
Utente 210XXX

Buongiorno Dott. Cosentino,
la ricontatto con un po' di ritardo sia perché ho atteso il mese di maggio perché dovevo fare altri esami di sangue e sia perché il risultato degli esami della gastrina me l'hanno dato dopo 3 settimane.
Qui di seguito le riporto i relativi risultati:

Gastrina: 149,6 pg/ml (fino a 200 pg/ml);
Anticorpi Anti-Helicobacter IgG 0,44 U/ml (fino a 1,10);
Anticorpi Anti-Helicobacter IgA 5,7 AU/ml (< 10 negativa).

Mi pare che è tutto nella norma, il prurito alla gola, anche se è un po' diminuito, persiste ancora, l'ho avverto quasi sempre quando dormo.
Cosa mi consiglia di fare?
Grazie.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il valore della gastrina indica che lei è resistente agli IPP
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente 210XXX

Mi scusi Dott. Cosentino, non ho capito cosa vuol dire che sono resistente agli IPP.
E' per questo motivo che ho il prurito alla gola e cosa mi consiglia di fare per risolvere il problema?
Grazie

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Significa che in lei gli IPP non hanno effetto per cui bisogna trovare con lo specialista un diverso programma terapeutico
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente 210XXX

Ok, grazie mille.
Buona giornata

[#10] dopo  
Utente 210XXX

Dott. Cosentino mi scusi, ho dimenticato a chiederle, se il gastro protettore che assumo non mi fa alcun effetto e devo sospenderlo o devo continuare la terapia nell'attesa che mi rivolgo ad uno specialista?
Ancora grazie.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prima di sospenderlo si deve rivolgere ad uno specialista per una diversa terapia.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it