Utente
Salve dottori,
Da qualche mese ho problemi gastrici.
Il sintomo più fastidioso che ho è una specie di crampo non doloroso allo stomaco... come una debolezza improvvisa alla bocca dello stomaco leggermente sulla destra, sembra come il sintomo della fame moltiplicato per 10, viene improvvisamente e mi da un senso di svenimento, debolezza alle gambe e senso di nausea. Appena passa, nello stesso punto mi resta come un pesetto e iniziano dei rumori continui allo stomaco. L’altro sintomo è subito sotto lo sterno, sembra come se ci fosse qualcosa che tira, spesso questa sensazione si sposta sul lato sinistro subito sotto le costole e nella schiena sempre nella stessa direzione sulla sinistra, ogni tanto sale al centro del petto e devo sdraiare perchè mi sembra di avere difficoltà a respirare. Entrambi i sintomi mi vengono a caso, indipendentemente se a stomaco pieno o vuoto.
Non ho dolori, se non raramente e comunque non lancinanti... ogni tanto (non spesso) ho bruciore che mi sale in gola e subito dopo mi viene sempre quel pesetto circa 2 cm sopra l’ombelico leggermente a destra.
Spesso sempre tra sterno e ombelico mi si formano dei rigonfiamenti e premendo fanno un pò male e un po di rumore, poi svaniscono e ricompaiono poco dopo.
Ho effettuato un’ecografia all’addome e non è risultato nulla, a parte del meteorismo. Esami delle feci batteriologico e sangue occulto entrambi negativi.
Io sinceramente sto iniziando a preoccuparmi perchè non vorrei che ci fosse qualche problema che può peggiorare improvvisamente, tipo un’ulcera o qualcosa del genere. Il gastroenterologo che mi segue da 5 mesi a questo punto mi ha consigliato di effettuare una gastroscopia, anche se fino a pochi giorni fa mi aveva detto che non ne vedeva l’esigenza...
Voi che ne pensate?
Vi ringrazio

Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Farei la gastroscopia nel sospetto di una gastrite.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore, ma secondo lei dai sintomi che ho raccontato c’è la possibilità che la situazione sia già degenerata in un’ulcera duodenale?

Vorrei fare comunque la gastroscopia transnasale perchè sinceramente ho già molto timore nel farla e preferirei soffrire il meno possibile, vivo a Messina e purtroppo nella mia città non viene utilizzata questa metodica... sa in Sicilia a quale centro affidabile posso rivolgermi?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non capisco perché debba pensare ad una ulcera duodenale.
Vivo a Roma......
Non conosco la realtà endoscopica siciliana.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Perchè i sintomi più invalidanti ce li ho nella zona duodenale, per questo mi sto preoccupando, e siccome questa situazione va avanti da settembre, col mio gastroenterologo che nonostante gli raccontassi dei miei sintomi preoccupanti si è deciso a dirmi di fare una gastroscopia solo ieri, diciamo che ho quasi perso la pazienza.

Per quanto riguarda la gastroscopia transnasale mi informerò e spero di poterla fare il prima possibile per togliermi tutti i dubbi, e possibilmente per risolvere il problema e tornare a vivere una vita normale, visto che ormai sto male di stomaco ininterrottamente da quasi 9 mesi.

La ringrazio molto per la disponibilità.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore, ho effettuato la visita dal gastroenterologo che avevo scelto per farmi fare l’eventuale gastroscopia.

Nel referto ha scritto,

L’addome è trattabile su tutti i quadranti, senza dolenzia ne alla palpazione superficiale ne a quella profonda. Alla percussione timpanismo in sede epigastrica
Conclusioni: Dispepsia Motility Like

Secondo lui non ci sono le indicazioni per effettuare una gastroscopia.

Lui ritiene che il problema che ho proprio sotto lo xifoide e che si irradia a sinistra sia una bolla d’aria che si forma e resta intrappolata dalle parti del cardias.

Mi ha dato una curetta di 10 giorni con levopraid, digerfast e marial, per vedere come va.

È verosimile che dell’aria possa farmi stare cosi male?

Grazie

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
possibile
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
Buonasera dott. Bacosi, mi faccio risentire dopo un pò di tempo, in cui non sono riuscito a cavare un ragno dal buco.

Ho fatto analisi per la celiachia con:
Anti trasglutaminasi iga negative
Anti endomisio negative
Anti gliadina iga negative
Anti gliadina igg 247 positive
Anti gliadina deamidata igg 23 positive

Ho fatto gastroscopia con biopsia duodenale in cui è risultato solamente cardias beante e l’esame istologico dice: Duodenite Aspecifica Lieve, tipo 0 sec Marsh

Celiachia dicono scongiurata, ma probabile sensibilità al glutine... tolto il glutine per più di un mese senza risultati.

I sintomi continuano ad essere peso sullo stomaco dopo mangiato con intenso meteorismo e borborigmi, gonfiori intermittenti nella zona centrale dall’ombelico in su... spesso nausea, mai diarrea perdita di peso in 1 anno di disturbi 5 kg... che per me sono tantissimi visto che di norma peso 48-49 anche per costituzione magra... ad oggi peso 43,5. Sintomi extraintestinali, senso di svenimento soprattutto durante i pasti, capogiri, fascicolazioni in tutto il corpo, battito cardiaco accelerato.

Leggendo un pò su internet ho riconosciuto nella Sibo molti dei miei sintomi, diarrea a parte... cosi obbligo il gastroenterologo che mi segue a fare il breath test al lattulosio che risulta positivo con i seguenti valori:

0 min h2 ppm 3
10 min h2 ppm 3
20 min h2 ppm 5
30 min h2 ppm 5
40 min h2 ppm 5
50 min h2 ppm 7
60 min h2 ppm 7
70 min h2 ppm 10
80 min h2 ppm 20
90 min h2 ppm 25
100 min h2 ppm 29
110 min h2 ppm 35
120 min h2 ppm 49
130 min h2 ppm 49
140 min h2 ppm 46
150 min h2 ppm 62
160 min h2 ppm 52
170 min h2 ppm 48
180 min h2 ppm 54
190 min h2 ppm 48

Accanto nel referto ci sono scritti anche i valori di Hob che comunque sono molto simili a quelli di h2... circa 2-3 ppm in meno ad ogni rilevazione.

Il gastroenterologo mi ha prescritto Normix 1200 al giorno per 7 giorni e successivamente Reuflor 1 al giorno per 20 giorni.
Ho letto che il Normix va preso almeno per 15 giorni, e io sinceramente devastato da questi sintomi invalidanti che durano da 1 anno, vorrei seguire il protocollo piuttosto che quello che mi ha detto il gastroenterologo. Lei cosa ne pensa?

Si può uscire da questa situazione?

Ad oggi sono al terzo giorno di Normix e non è cambiato assolutamente nulla...è normale?

Vorrei tanto poter ritornare ad essere una persona normale...

Aspetto suoi consigli e la ringrazio per la disponibilità

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La terapia deve durare due settimane.
3 giorni è poco per vedere risultati.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
La ringrazio dottore,
Il Reuflor devo prenderlo dopo la fine della terapia con l’antibiotico?

Un paio di chiarimenti se può, può la Sibo causare l’infiammazione della mucosa del duodeno di tipo 0 sec Marsh oppure sono 2 cose distinte e separate?
Con questo tipo di lesione posso escludere categoricamente la celiachia?
E la Sibo può essere la causa dei valori positivi di Anti gliadina igg e di Anti Gliadina Deamidata igg?

Le chiedo questo perchè attualmente sto mangiando senza glutine da 1 mese per questa possibile sensibilità al glutine senza ottenere alcun risultato, e sinceramente non vorrei che questa dieta sia un sacrificio inutile... e adesso non so come comportarmi... lei cosa mi consiglia, di continuare oppure di riprendere a mangiare il glutine regolarmente.

La ringrazio per il tempo prezioso che mi dedica.

Saluti

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si, dopo la rifaximinal

1) no sono cose separate
2) si, può escludere la celiachia.
3) no

Se non ha beneficio dalla dieta aglutinata riprenda la dieta libera.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
D’accordo dottore, ultima domanda e poi non la disturbo più perchè nessuno di quelli che mi hanno seguito in questi mesi sono riusciti ad essere chiari e sono rimasti sempre sul vago.

I valori positivi di Anti Gliadina igg e Anti Gliadina Deamidata Igg se non sono inerenti alla celiachia, e mangiando senza glutine non ho grandissimi benefici, da che cosa possono derivare?

E la lesione di tipo 0 sec. Marsh equivale per forza ad un’intolleranza alimentare al glutine, oppure è una lesione che può trovarsi comunemente anche in persone senza intolleranze?

Ed è vero che la Sibo ha sempre una causa scatenante che se non individuata fará ritornare continuamente la Sibo?

Capisca che tra sintomi gastrointestinali ed extraintestinali ho bisogno di chiarimenti, anche per tranquillizzarmi e per avere speranza di ritornare a vivere una vita normale e purtroppo da ciò che ho potuto constatare sulla mia pelle, non tutti conoscono bene la Sibo, e spesso la sottovalutano...

La ringrazio ancora e spero di darle buone notizie sulla mia salute se le farà piacere

[#12] dopo  
Utente
Buona sera Dott. Bacosi, mi scusi se la disturbo.
Appena troverà un attimino di tempo per rispondere ai miei quesiti del post precedente le chiedo gentilmente il favore di rispondere anche a questo mio dubbio...
Tutti hanno sminuito... ma per la mia duodenite aspecifica lieve, tipo 0 sec Marsh, non doveva essermi prescritta una terapia?
Il gastroenterologo che mi ha fatto la gastroscopia mi ha detto di no, perchè macroscopicamente non si vede nulla al duodeno che giustifichi l’utilizzo di farmaci... il gastroenterologo che mi segue idem...

Non vorrei che la situazione peggiorasse col tempo.

Spero che possa darmi una mano sia per le domande del post precedente, che per questo quesito.

La ringrazio per la sua gentilezza.

Saluti

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessuna terapia necessaria.
La classe 0 è infiammazione aspecifica.
Molto spesso non si trova la causa della SIBO.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
In pratica, mi corregga se sbaglio, l’infiammazione di tipo 0 può essere dovuta anche al semplice stress e non per forza ad un’intolleranza?

E la mia perdita di 5 kg può essere imputata più alla sibo o all’infiammazione del duodeno?

L’unico dubbio che mi rimane è la positività di Anti Gliadina igg e Anti Gliadina Deamidata Igg... non capisco a cosa possono essere dovute.

Grazie mille, le sue parole mi hanno tranquillizzato, sperando che anche i miei sintomi si decidano a riposarsi...

Saluti

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) lo stress non c'entra
2) sono più ansia
3) possono essere lievemente positivi gli anticorpi ma quello che conta è l'istologia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
D’accordo dottore è stato chiarissimo...

La cosa che mi preoccupa è che comunque sto continuando a mangiare le stesse quantità di cibo che mangiavo prima di avere tutti questi problemi. Quindi o l’ansia mi ha cambiato proprio il metabolismo che già di suo era abbastanza veloce, visto che di norma pesavo 48-49 kg per 169 cm e tra l’altro sono anche parecchio sedentario, oppure non so darmi spiegazioni...
Per quanto riguarda gli anticorpi, si diciamo che l’Anti gliadina Deamidata è lievemente positiva, l’Anti Gliadina igg invece è addirittura 247.

Ma comunque staremo a vedere come procede alla fine della terapia per la Sibo...

La ringrazio molto dottore.

Cordiali saluti.

[#17] dopo  
Utente
Buonasera dott Bacosi,

Sono al 7 giorno di cura con Normix per la Sibo, e ancora nessun miglioramento purtroppo.

Gradirei un suo parere su una discussione che ho avuto per caso stasera ad una cena con un medico, riguardo il discorso celiachia e il fatto che mi sono risultati tutti gli esami degli anticorpi Iga negativi e quelli igg positivi, e mi ha detto che non ho fatto un esame fondamentale, e cioè il dosaggio delle Iga totali per verificare se c’è un deficit di Iga, cosi gli ho fatto presente che comunque ho fatto la gastroscopia e dalla biopsia è risultata solo una lesione di tipo 0 sec Marsh e che quindi hanno escluso la celiachia.
Lui mi ha risposto che comunque con Anti gliadina deamidata Igg positiva, quella lesione anche se non è una celiachia conclamata, potrebbe essere un inizio di celiachia, e che secondo lui dovrei comunque dosare le Iga totali per escluderla definitivamente...
Questa cosa mi ha messo un pò di confusione, perchè pensavo di aver già escluso definitivamente la celiachia...

Lei cosa ne pensa?

La ringrazio per il tempo che mi dedica

Saluti

[#18] dopo  
Utente
Salve Dott. Bacosi,
Le riscrivo per avere un parere sugli ultimi sviluppi del mio problema.
Ho terminato la cura con Normix e Reuflor, e adesso praticamente da 1 mese faccio solo feci caprine dure e secche, specialmente nella prima parte di ogni evacuazione.
Il gastroenterologo mi ha consigliato di fare una colonscopia per vedere se ci sono diverticoli, o siccome ho gli eosinofili più alti della soglia normale nell’emocromo, per vedere se c’è una colite eosinofila... ha anche aggiunto che comunque non si aspetta di trovare chissà che cosa dalla colonscopia...
Ora secondo me (anche se non sono un medico) è un pò esagerato fare una colonscopia, vista anche la non presenza di sangue occulto nelle feci....
Lei cosa mi consiglia?
Attualmente i miei disturbi sono feci caprine, peso sullo stomaco 1 oretta dopo i pasti (sembra come se aria o altro resta bloccata al centro dello stomaco, e nel punto in cui sento il maggior fastidio si forma come un bozzetto duro ad intermittenza... spesso nella flessura splenica sento come un corpo estraneo sotto le costole e rumori di aria in quella zona anche per ore....
Secondo lei prima di arrivare alla colonscopia può essere utile un rx addome e un’ecografia delle anse intestinali?

La ringrazio tanto

Saluti e anche se in ritardo le auguro un buon 2020

[#19]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Provi ad assumere fermenti lattici per 3 o 4 settimane.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#20] dopo  
Utente
Grazie dottore.
Che tipo di fermenti lattici? Generici?
E per quanto riguarda la necessità di una colonscopia per i miei disturbi cosa mi dice?

La ringrazio.

[#21] dopo  
Utente
Salve Dott. Bacosi,

Le feci sembrano essersi normalizzate, non sono più caprine, ma i miei fastidi continuano. Continua sempre quel peso sotto il cuore a sinistra, con rumori intestinali continui che provengono sia da quella zona, ma in generale da tutto l’intestino.... a volte si sentono proprio delle botte come delle bolle che esplodono con forza.
In più sempre sotto il cuore a sinistra nella stessa zona in cui sento il peso, spesso ho un sintomo che non posso definire dolore, che però mi fa avere senso di abbassamento pressorio, di svenimento, tachicardia e nausea forte... spesso accade durante i pasti o poco dopo...

In più ho ritirato un nuovo emocromo e risultano sempre lievemente alterati gli eosinofili 12,5 % con valore assoluto 0,7 in un range normale che va da 0.0 a 0.2.

Sinceramente sto prendendo tempo nel fare la colonscopia che mi ha consigliato l’endoscopista quando ha saputo delle feci caprine.... perchè voleva escludere una colite eosinofila ed escludere eventuali malattie croniche intestinali.
Non ho mai diarrea, ne sangue....
Non so se sto facendo bene o male nell’attendere.... ma sinceramente avendo sempre questo malessere generale, ho timore di eventuali mie reazioni negative alla preparazione intestinale con i 4 litri di lassativo.... e prima di fare la colonscopia vorrei essere certo che ce ne sia l’esigenza, e non farla tanto per farla.

Inoltre l’altro giorno leggendo un pò i vari consulti, mi è venuto un dubbio.... nella biopsia duodenale della gastroscopia che ho fatto qualche mese fa, nel referto c’è scritto uno scarno duodenite aspecifica lieve 0 sec Marsh mentre notavo che in quasi tutti i referti anche normali, descrivono i villi ed eventuali infiltrazioni linfocitarie o eosinofile....

Ora il mio dubbio è questo.... se ci fosse stato un infiltrato di eosinofili (data la lieve eosinofilia nel mio emocromo) l’avrebbero scritto nel referto? Perchè ripeto mi è sembrata una descrizione molto scarna.

Secondo lei dovrei fare una colonscopia oppure prima potrei fare qualche altro esame che possa eventualmente avvalorare l’ipotesi di fare la colonscopia?

La ringrazio...

Saluti

[#22]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non vedo motivi per una colonscopia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#23] dopo  
Utente
La ringrazio dottore, la sua risposta mi tranquillizza...

E per quanto riguarda l’eosinofilia nell’emocromo, e il mio dubbio sullo scarno referto della biopsia duodenale senza descrizione, a parte la scritta Duodenite Aspecifica Lieve 0 sec Marsh che mi dice? È normale che non si descriva null’altro? Un’eventuale infiltrazione eosinofila sarebbe stata menzionata?

La ringrazio... lei è gentilissimo.