Utente 547XXX
Buon pomeriggio,

sono una ragazza di 25 anni, molto ansiosa e sempre preoccupata per tutto, sono molto ipocondriaca e mi preoccupo tantissimo per ogni sciocchezza che riguarda sia la mia salute che quella dei miei famigliari.
Sono anni che il mio intestino mi da problemi, tutto è iniziato quando avevo circa 13 anni, dove mi trovavo in un periodo molto brutto della mia vita, che mi ha causato tanto stress e tristezza, e nel quale ho anche perso delle persone care. Ho cominciato ad avere spesso episodi di diarrea, che poi erano seguiti da periodi di stitichezza, si sono alternati per anni fino a che, qualche mese fa, forse un anno, sembrava che avessi trovato la regolarità che tanto sognavo: per molto tempo sono andata in bagno al mattino senza minimo sforzo, senza dolori, solo avendo sempre un po' di urgenza.. le feci erano spesso ben formate e dopo essere andata al mattino non dovevo più pensarci fino al giorno dopo. Questo fino a tre settimane fa. Dopo aver evacuato normalmente al mattino, mentre pranzavo ho cominciato a sentire dei dolori addominali e sono andata in bagno, le feci non erano liquide, ma abbondanti e molto morbide/pastose. Da quel giorno le mie feci non hanno più ripreso la consistenza di prima, ho avuto solo un paio di episodi di feci liquide mucose e le altre volte sempre pastose e sempre con un po' di muco. Un paio di volte sembravano quasi normali. Dopo aver preso enterogermina per circa 5 giorni, non notando particolari cambiamenti mi sono spaventata e mi ha preso forte ansia, in farmacia mi hanno dato probiotici flormidabil 80 miliardi, senza miglioramenti, anzi andavo peggio. Così qualche giorno fa ho chiamato la mia dottoressa che ha pensato ad un virus di stagione, ma dopo averle parlato dei probiotici che ho preso mi ha spiegato che potrebbe esser stato proprio questo flormidabil a causare quei pochi episodi di diarrea liquida. Mi ha dato da prendere compresse ansioten per la forte agitazione e due bustine al giorno di diosmectal. Non ho più avuto feci liquide da quando prendo queste bustine, ma sono sempre più o meno pastose e senza forma.
Sto vivendo quello che per me è un incubo da 20 giorni, ho paura di avere qualcosa di brutto, non dormo bene, ho perso un po' di peso dato che ormai mangio pochissimo e a volte non mangio affatto (la fame c'è ma il timore di avere mal di pancia mi impedisce di mangiare come facevo prima,) ed ho paura ad uscire di casa. Comunque sto andando al bagno una volta al giorno, al massimo (raro) due.. ma mi preoccupo lo stesso.
Il cambiamento di stagione mi causa sempre diversi problemi oltre a bruciori di stomaco a mal di pancia: raffreddore, ciclo mestruale sballato, stanchezza.
Secondo voi si tratta davvero di colon irritabile?
Vi prego non spaventatemi che sto già sul punto di morire di preoccupazione. Vi sembrerà molto stupido ma è così

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Si, il quadro descritto è compatibile. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 547XXX

Grazie della risposta dottore.
Purtroppo a distanza di più di un mese continuano questi disturbi, che pur essendo lievi non mi danno modo di tranquillizzarmi a sufficienza. Negli ultimi giorni sembrava andare meglio, le feci avevano cominciato a formarsi tanto che per tre giorni ho dovuto sforzarmi per defecare. Il muco è presente in modeste quantità delle volte di colore bianco altre invece marroncino chiaro. Dopo che ieri sono stata tutto il giorno con fastidi come rumori, crampi stomaco addome dopo mangiato, questa mattina avevo un po' di nausea e sono andata in bagno: feci sfatte di nuovo. Dopo un paio d'ore sempre sforzandomi (lo so che non fa bene ma ho solo questo desiderio di liberarmi completamente e non dover pensarci per il resto del giorno!), solo qualche residuo con muco.
Oggi sono stata dalla mia dottoressa, dopo una rapida palpata e un'occhiata alla lingua ha detto che ero ok. Mi ha fatto una ricetta per visita gastroenterologica per sospetta intolleranza e dato da prendere 2 capsule al giorno di questo prodotto per sindrome del colon irritabile, che non è un medicinale credo ma un integratore. IBS Colilen.
Mi sento molto triste e sconfortata dalla situazione e spero solo che questa roba mi faccia sentire meglio in attesa di fare esami..
Il medico mi ha parlato di allergia al nichel... può essere? Mia madre è allergica al nichel, è una cosa ereditaria?

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non credo
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 547XXX

Anche mia nonna, come mia mamma, era allergica al nichel.. semplici coincidenze?
Negli ultimi anni credo di aver esagerato con i pomodori comunque, tutti i giorni pasta con abbondante sugo di pomodoro e ogni due giorni pomodori rossi crudi con mozzarella.. oltre che sulla pizza e nei panini, insomma, vado matta per il pomodoro e spero di non dover rinunciare a questo alimento né a pasta/pane/pizza perché a causa di questo presunto colon irritabile sono anni che rinuncio ai cibi senza sapere se mi facciano davvero male, per fare un esempio sono 6 anni che non mangio più melanzane perché l'ultima volta qualche ora dopo melanzana alla parmigiana ho avuto dei fortissimi dolori addominali (credo i più forti della mia vita) con diarrea e da allora non la ho più mangiata, ma magari è stata colpa della mozzarella. E così è successo con molti altri alimenti che ho eliminato dopo essere stata male e così la mia alimentazione diventa sempre più povera e io già sono sottopeso e più vado avanti più mangio meno. E sempre le solite cose.
Da qualche giorno sto evitando di mangiare la pasta al pomodoro e va molto meglio forse anche grazie al colilen chissà. Anche se ieri sera dopo aver cenato con pasta in bianco con olio, poi patate e piselli, verso mezzanotte ho avuto mal di pancia e scarica di feci senza forma con un po' di muco, poi di nuovo stamattina ma era meno e senza dolori e con un po' più di muco.... la cosa mi ha creato nuova ansia e sconforto... dopo quasi una settimana che andavo bene
Non capisco perché ultimamente tutta questa apprensione è da quando avevo 13 anni che ho problemi intestinali e che di tanto in tanto mi capita di dover andare in bagno qualche ora dopo cena ma adesso mi preoccupo come se avessi qualcosa di veramente brutto??
-Se uno ha le feci molli/senza forma/poltacee deve realmente preoccuparsi? O può essere normale?
-Riguardo ad una possibile intolleranza/sensibilità al glutine ho letto in rete che può causare sulla pelle puntini non pruriginosi e io li ho vicino ai gomiti qualcuno sulle spalle e soprattutto sui glutei... non sono rossi.. insomma la pelle da gallina!! altri sintomi di cui soffro da sempre sono emicrania e stanchezza e negli ultimi mesi aria nella pancia e a periodi nello stomaco
-un'altra domanda... durante questo periodo di "benessere" (evacuazioni normali 1 volta al giorno dalla consistenza ideale) credendo stupidamente di essere guarita ho cominciato a mangiare di più oltre che molte verdure, noci, piatti abbondanti di pasta e latticini ho ecceduto anche con cibi spazzatura come roba fritta, merendine, pacchi interi di snack o patatine insaporite con paprika e cioccolato (nel periodo di Pasqua ho mangiato quasi tre uova di cioccolato in tre settimane!!). Questa alimentazione sballata unita al cambio stagione e vita sedentaria possono aver risvegliato il mio colon irritabile "addormentato"?

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si,puo' essere.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it