Utente 559XXX
Salve, dato il totale capovolgimento del disturbo precedente e le nuove analisi ospedaliere, mi rivolgo a voi per un consulto su questo nuovo disturbo.

Questa la mia anamnesi clinica, dove il gentilissimo dottor Cosentino mi aveva fornito supporto:
https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/696762-urgente-terrore-tumore-al-colon-aiuto-dr-cosentino-e-colleghi.html

Come dicevo in tale argomento, da feci molli e mucorrea si è passati improvvisamente a totale stitichezza e reflusso con costante nausea e vomito. Giorno 26 agosto fu l'unico in cui riuscì per la prima volta in quasi un mese ad evacuare feci normali. Di seguito:

27 Agosto: Solo bavetta di muco marroncino.
28 Agosto: Stitichezza piena.
29 Agosto: Stitichezza piena.
30 Agosto: Solo tre noccioli duri dopo sforzo abnorme. Riscontrato cerchio di sangue da contatto su carta per la prima volta.

In tutto ciò continuo reflusso e qualche episodio di vomito. Ma tutto sempre SENZA alcun dolore fisico.

Ieri, giorno 31 Agosto: Ancora stitico in seguito ad un episodio di vomito giallo oro nel primo pomeriggio decido di recarmi in P.S., impossibilitato a reprimere del tutti i sintomi.

Di seguito il resoconto di quanto accaduto in Pronto Soccorso:

Tastazione addominale: nessun dolore al contatto né nulla, riscontrato solo addome mediamente gonfio, senza eccessi.

Esplorazione del retto con dito: pochissimo dolore, nessuna massa, fecaloma o altro riscontrati. Riscontrata la presenza di feci dure con scia giallastra. Ano definiti irritato. In più possibile presenza di emorroide o ragade. Nessuna traccia ematica riscontrata.

Segue quindi Prelievo di Sangue: Tutti i valori risultano in linea e nella norma, ad eccetto dei GLOBULI BIANCHI che risultano bassi.

Segue Flebo con Tre Dosi di Zantac+Plasil+Reidratante.


Successivamente, anche se non ritenuta proprio necessaria, decido per la TAC ADDOMINALE CON CONTRASTO: tutto lineare, nessuna presenza di tumori, masse oppure occlusioni. Si evidenzia solo un'infiammazione generico-intestinale dovuta a questo mese.

Altra flebo reidratante.

In conclusione: i dottori e lo staff medico hanno escluso, come diceva il dott. Cosentino e il mio medicu curante, patologie tumorali. La diagnosi generica e quella di una forte gastroenterite non curata in modo adeguato. Mi hanno prescritto Normix in caso di nuovi episodi diarroici e terapia con nuovi fermenti lattici.

Riguardo la stitichezza e il vomito nessun farmaco. Per la prima mi hanno consigliato la mera terapia alimentare, mentre per il secondo nulla causa origine molto probabilmente somatica.
Mi si consigliano poi Gastroenterologo e Psicologo

Lo staff medico ha inoltre riscontrato in me forti livelli di stress, ansia e apprensione.


Io continuo a percepire pesantezza e feci nell'ano, e a risultare del tutti stitico ( premetto anche che non mangio solido da 3gg causa nausea e sono digiuno da un po). Se anche provassi ad andare in bagno farei sforzi abnormi per nulla e ho anche paura di rompere qualcosa. Riguardo ai gas si ogni tanto ci sono, in media 4-5 al giorno., alcuni piccoli con sforzo, altri più facili e rumorosi.

Questo è quanto. Vorrei ora chiedere un parere all'egregio dottor Cosentino e ai suoi illustri colleghi su questo nuovo quadro clinico e questi nuovi disturbi.

Volevo sapere anche se posso stare più tranquillo ora o meno.

Vi ringrazio anticipatamente, distinti saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Come già detto si tratta di colon irritabile e di quanto lei stesso riporta:

>> Lo staff medico ha inoltre riscontrato in me forti livelli di stress, ansia e apprensione. <<

Non possiamo via web darle ulteriori suggerimenti

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 559XXX

La ringrazio per la celere e competente risposta, ne approfitto per chiederle qualche definitivo consiglio:

1) Riguardo alla Stipsi cosa posso fare? Sento che proprio non riesco ad andare nonostante sforzo atroce. Potrei provare lassativi o qualche supposta anale (ho letto che se ci fossero nausea o sospette emorroidi/ragadi non si devono usare)? Non vorrei fare danni ma vorrei liberarmi di questo peso che si trascina da giorni e in più ho avuto paura di quel sangue su carta giorni fa dopo sforzo, che spero quindi a questo punto sia locale.

2) I Globuli Bianchi bassi sono un segno di gastroenterite infezioni intestinali e via discorrendo, non mi devono allarmare giusto? Premetto che ho anche dermatite e candida.

3) In caso si ripresentino vomito o reflusso posso provare con Plasil?

Grazie in anticipo e spero di non doverla più importunare. È stato gentilissimo e paziente.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
1) Può assumere del polietilenglicole (2-3 bustine al giorno) e probiotici con inulina

2) Nessun problema

3) OK
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 559XXX

La ringrazio infinitamente Dr.Cosentino per tutte le risposte e l'aiuto che mi ha fornito, è stato professionale e ricco di empatia. Le auguro una buona domenica e un continuo successo personale tanto nel professionale quanto nella vita, possa essa sospingerla sempre verso il positivo. E speriamo di non doverci più incrociare in simili circostanze. La saluto e ancora grazie.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Auguroni a lei.

Cordialità
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 559XXX

Egregio Dr.Cosentino mi rincresce doverla disturbare nuovamente ma ho degli aggiornamenti sulla mia situazione a riguardo dei quali necessito cortesemente del suo aiuto, ne ho davvero bisogno.

1) Un paio di gg dopo essere stato in Ospedale mi si è gonfiata la lingua nei parametri di una glossite. Tutto il contorno è gonfio e ai lati ci sono due aloni bianchi consumati. In più mal di gola e sleatorrea, con muco in gola e un sapore disgustosissimo persistente. Ho anche varie bolle interne nelle labbra. Il mio medico ha attribuito a questa condizione il reflusso delle settimane precedenti, che ha così causato glossite/faringite. Al momento sto adoperando Mycostadin+Cefixoral.

2) Sono continuato ad essere stitico fino a giorno 6 Settembre, in cui su consiglio medico ho effettuato una peretta di fosfato di sodio da 120ml. Poco dopo ho evacuato in gran parte la soluzione, i liquidi, qualche nocciolo e un durissimo tappo di feci che ha richiesto grosso sforzo. C'è stato anche un po' di sanguinamento su carta. Ciononostante non sono riuscito a svuotarmi del tutto causa feci troppo dure. Ho avuto dolore anale post evacuazione per tutto il dì. Oggi ho provato ad andare nuovamente: nessun dolore, ho rilasciato solo un tappo con relativa facilità, senza alcuna macchia, immacolato, continuando poi a spremere. A controllo su scottex c'è stato sangue liquido rosso vivo su due fogli, con un piccolo residuo di feci tra di esso, perciò mi sono fermato. Che ne pensa?

3) Aggiungo che l'astenia persiste ed è sopraggiunta la febbricola che si presenta dai 37.2 fino soprattutto ai 37.6 dalla sera alle 8 sino a notte inoltrata. Può essere causata da glossite+faringe o devo preoccuparmi per lo stomaco?

Insomma volevo un suo parere perché mi ha preoccupato molto questa cosa del sangue. Una settimana fa ho fatto tac addome con esito negativo (il mio medico leggendo il figlio di rilascio ha dedotto essere stata completa), più esplorazione anale. Se avessi avuto problemi interni si sarebbero visti, giusto? Ho paura per la provenienza di questo sangue.

La prego mi aiuti lei.

Ps. Un altro accorgimento, l'altra volta nell'ansia del momento sbagliai a riferire. I miei globuli bianchi non furono trovati in diminuzione bensì in aumento. Se non erro sui 15 mila a confronto dei normali 10, ma non so la tipologia perché non ho potuto ancora ritirare il referto.

[#7] dopo  
Utente 559XXX

La prego Dr. mi aiuti, non ne posso più...

[#8] dopo  
Utente 559XXX

Attendo ancora fiducioso...

[#9] dopo  
Utente 559XXX

Qualcuno può aiutarmi?

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo l'ansia la sta distruggendo...


Perchè non pensa ad un semplice sanguinamento emorroidiario ?
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente 559XXX

Egregio Dr. Cosentino a distanza di molto tempo torno a tediarla è aggiornarla sulla mia situazione.

Un paio di gg dopo averle scritto sia la stitichezza che il sangue si risolsero svanendo nel nulla a causa di diarrea, la quale lubrificò le feci e mi causò la fuoriuscita di tutto ciò che era contenuto a livello fecale dentro l'intestino, evacuai di continuo per 24h, decine e decine di pezzi anche larghi e duri, senza la minima perdita ematica. Anche reflusso et similia sparirono.

Tuttavia persisteva il continuo alternarsi di stati di stipsi e stati di melmosi, oltre alla consueta astenia e stanchezza. E ciò accade tutt'ora, vado in bagno 4 volte al gg perché non sento mai che l'evacuazione sia completa, le mie feci sono marrone chiarissimo/gialle, corte, un po' schiacciate e sempre poltacee. In più talvolta ho il solito muco.

Si è aggiunto inoltre un forte gonfiore addominale, che identificherei in zona colon trasverso, quindi al centro. Non ho dolore ma l'addome e gonfio e sento tirare.

Esasperato da tutto ciò mi sono deciso a provare la strada degli esami fecali. Le sottopongo dunque gli esiti:

COPROCOLTURA:
Colore: Marrone
Odore: Sui Generis
Consistenza: Poltacea

CARATTERI CHIMICI:
Reazione pH: Acida
Stercobiline: Normale
Muco: Assente
Sangue: Assente

CARATTERI MICROSCOPICI:
Fibre Carnee: Nella norma
Amido: Assente
Cellulose Digestive: Assenti
Acidi Grassi: Nella norma
Grassi Neutri: Nella norma
Cellule: Rare
Leucociti: Rari
Metodo: microscopico

RICERCA SANGUE OCCULTO (Eseguito due volte in giorni diversi con stesso esito)
Esito: NEGATIVO
Metodo: immunocromatografia

CALPROTECTINA quantitativa
Fecale
Metodo: chemiluminescenza
Esito: 2,4 ug/g di < 50 negativo

ESAME PARASSITOLOGICO FECI:
Completamente negativo

Aggiungo che ho fortissime eruzioni cutanee sia come psoriasi che come brufoli ed ho pruriti ovunque. Ho eruzioni sia nell'ombelico che bolle nella zona circostante, psoriasi sulle braccia e varie bolle su natiche e ginocchia.

Ho inoltre intorpidimento più aftosi orale e via discorrendo, in pratica tutto il quadro sintomatologico della CELIACHIA. Un mese fa ho fatto il test fai da te con esito negativo ma in quel periodo non consumavo glutine da molto proprio per sospetto perciò non so se sia stato attendibile.

Ripeto Dr. Cosentino le feci continuano ad essere giallognole, poltacee e ad essere accompagnate talvolta da muco. In più ho l'addome completamente gonfio e non riesco ad avere evacuazione completa, vado 4 volte al giorno in quantità piccole-medie. Talvolta ho diarrea molto melmosa, non liquida.

Alla luce di tutto ciò mi scuso per essere come sempre prolisso ma le chiedo un parere medico su tutto ciò perché sono esasperato non riesco ad avere una diagnosi concreta.

Sto valutando di sottopormi a COLONSCOPIA VIRTUALE e mi chiedo se sia necessaria a questo punto. Temo polipi, chron e cose del genere.

Non so più cosa pensare. Attendo suo responso, grazie in anticipo.

[#12] dopo  
Utente 559XXX

Dottore dimenticavo un altro fattore importante:

Nelle feci ho quasi sempre residui di cibo. Nel senso che se le sera prima mangio ad es. carote o peperoni poi il giorno dopo li ritrovo frammentati nelle feci.

E così il resto, talvolta il materiale fecale e ricoperto da piccoli frammenti neri come se vi si spolverasse dell'origano al di sopra, presumo siano sempre tracce alimentari.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Anch'io non so cosa più pensare. Gli esami fatti sono completamente negativi e la colonscopia virtuale non serve.

A questo punto potrebbe eseguire lo studio del Microbiota intestinale per valutare eventuali squilibri patologici all'interno della flora intestinale e procedere ad un trattamento mirato con probiotici specifici (su misura).
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 559XXX

Se lei mi chiedesse il completo quadro sintomatologico io le risponderei che è identico a quello della celiachia (Eruzione cutanea, aftosi orale, intorpidimento dita, astenia, gonfiore, stipsi/diarrea, cibo male assorbito, astenia costante, li ho tutti) indipendentemente dal se io la abbia o meno. Di più non saprei dire.

Ad Agosto feci tac completa addome con contrasto e l'esito fu una sorta di infiammazione con linfonodi a seguito, ritenuta un enterite. Gli esami del sangue riferirono invece valori normali se non i globuli bianchi che erano 12,000, quindi 2 mila in più della norma. L'emoglobina per contro età a 16.

Fatto sta che anche a me stupisce molto il quadro di risultati degli esami fecali perché io continuo a sentirmi davvero svuotato, con i sintomi di cui sopra, più addome duro zona centrale alta. Nessun dolore o crampo, forse solo una sensazione di pienezza relativa ad aria ed eruttazioni che sento il bisogno di fare.

Avevo pensato alla Colon per avere una diagnosi più certa in quanto l'assenza di vera diagnosi mi logora psico fisicamente e mi impedisce di sottopormi a cura adeguata.

Le chiedo dunque;
1) Alla luce di questi esami fecali e del quadro, lei sente di esclusive definitivamente le possibilità tumorali o comunque di polipi di qualsiasi tipo?
2) Cosa ne pensa della teoria della Celiachia? La vede come possibile?
3) Il rush cutaneo che sto attraversando le sembra più affine ad intolleranze oppure ad una patologia infiammatoria come il Chron?

In generale mi scuso se sono così pressante ma a livello complessivo secondo lei si possono escludere patologie molto serie come quelle che risiedono nelle mie paure a lei ben note?

[#15] dopo  
Utente 559XXX

Dottore la aggiorno sulla situazione. Ho ripetuto il test fai da te per la celiachia, seppur il quantitativo di sangue immesso è stato esiguo e molto al di sotto rispetto a quello richiesto in quanto non sono riuscito a pungermi in modo dovuto. Ha dato esito negativo.

Ho poi svolto emocromo completo, le allego i valori, tutti nella norma tranne uno:

EMOCROMO CON FORMULA
Globuli Rossi: 4.740.000 uL
Globuli Bianchi: 8.100 uL
Emoglobina: 15,2 g/dL
Valore Globulare: 1,00
Ematocrito: 45,9%
MCV: 96 fl (solo questo lievemente alterato in quanto valore di riferimento massimo del laboratorio è di 95 fl)
MCH: 32 ph
MCHC: 33%
RDW: 14%
nRbc: 0,30%

FORMULA LEUCOCITARIA IN %:
Neutrofili: 64%
Eosinofili:: 1%
Basofili: 0%
Monociti: 8%
Linfoniciti: 27%

FORMULA LEUCOCITARIA IN V.A.
Neutrofili: 5.184 mmc
Eosinofili: 81 mmc
Basofili: 0 mmc
Monociti: 648,0 mmc
Linfociti: 2.187 mmc

Piastrine: 277.000 uL
Metodo: Contaglobuli automatico light scatter


Riguardo la situazione intestinale, continuo a evacuare 2-3 volte al dì, a volte stitico ma sempre melmoso marrone chiaro-giallo, alle volte invece scariche totalmente melmose cioè una diarrea ma non liquida. Persiste la sensazione di nodi all'addome.

Se possibile le vorrei chiedere un parere sull'emocromo e una risposta ai quesiti precedentemente posti.

Mi scuso di doverla come sempre disturbare e la ringrazio per l'attenzione e l'aiuto che fornisce a tutti noi.

[#16]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe trattarsi di una intolleranza al glutine di tipo non celiaco e farei lo studio del Microbiota intestinale.

Comprende però che non è possibile gestirla via web
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it