Utente 395XXX
Buongiorno,
Vi contatto per chiedervi un opinione circa la diagnosi ricevuta a seguito di una visita specialistica gastroenterologica.
Da mesi soffro di un peso retrosternale con sporadici eventi di rigurgito acido, eruttazioni continue, lievi e rari episodi di pirosi alla bocca dello stomaco e talvolta palpitazioni.
Il gastroenterologo ha detto che ho lo stomaco contratto e che quindi l'aria ingurgitata provoca una distensione che causa incontinenza cardiale con conseguenti eruttazioni e rigurgiti.
Non mi ha dato nessuna terapia dicendo di assumere al bisogno per max 5 giorni IPP e gaviscon o simili mi ha solo prescritto gastroscopia di controllo e eco addome dicendomi di farle con calma perché non c'era urgenza.
Avevo avuto episodi analoghi circa 5 anni fa e una gastroscopia aveva evidenziato una live ipotonia cardiale.
In quell'occassione, dopo un anno di alti e bassi, il problema era rientrato in autonomia e per i 3 anni successivi, se non in qualche sporadico episodio, non ho piú avuto grandi problemi.
Dati i precedenti mi sono rivolto a un gastroenterologo sperando di ricevere una terapia che mi potesse aiutare a superare il periodo ma invece temo che dovró continuare a curarmi a caso e secondo io mio buon senso.
Il problema é che questo problema mi causa anche una dispnea abbastanza invalidante.
A vostro avviso é stata corretta l'indicazione del collega?
Mi consigliate di rivolgermi ad altro medico?
Grazie.
Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Diagnosi corretta.
Terapia fantasiosa: deve proseguirla per 4 settimane.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 395XXX

Grazie della risposta.
Aprofitto del consulto per chiederle:

- come mai gli alginati mi danno pochissimo beneficio?
- come faccio a decontrarre lo stomaco?

Grazie ancora.
Cordiali Saluti.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) l'effetto varia da persona a petsona
2) esistono farmaci che possono esserle utili.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 395XXX

Capisco, il laroxyl che dovrei già assumere per una cefalea tensiva puó fare al caso?
Ha farmaci da suggerirmi?
Perdoni l'insistenza ma lo specialista come avrà capito mi ha "lasciato a piedi" e il curante non é particolarmente esperto in materia e piú che rimandarmi al gastroenterologo non fa.
Non só bene dove sbattere la testa e mi scoccierebbe molto dover pagare una nuova visita da un nuovo gastroenterologo nella speranza di essere ascoltato e curato.
Perdoni lo sfogo ma sembra che ormai di medici preparati e disposti ad ascoltare il paziente ne siano rimasti ben pochi anche nella professione privata.
Rinnovo i ringraziamenti.
Cordiali Saluti.