Disfagia o ansia? sono molto preoccupato

Salve ho 29 Anni, chiedo aiuto, è da qualche mese che soffro di disfagia e mi sta rendendo la vita impossibile, facendomi vivere in uno stato d’ansia e d’incubo continuo, ho il terrore di strozzarmi e sto cadendo in depressione.

Parto nel dire che il primo episodio che ho avuto è stato ad Agosto, un giorno così dal nulla mi si è bloccato un boccone mentre deglutivo e da quel momento è cominciato tutto! Non sono più riuscito a fare un pasto normale, mi sono rivolto da subito dal mio medico di base che mi ha prescritto Lexotan da utilizzare prima dei parti (7/10 gocce) e Omeprazolo 20mg la mattina mezzora prima di colazione.

Apro una parentesi (da anni sto cercando di risolvere i miei problemi di stomaco, da varie gastroscopie è emerso ernia iatale, gastrite cronica e più volte ho fatto la radicalizzazione dell’ helicobacter pylori)
Oltre a queste patologie posso dire che da anni mi accompagna il fatto che ho molta aria nello stomaco che mi provoca dolore, gorgogli e vari sintomi come peso toracico e extrasistole.

Detto tutto questo non ho mai avuto problemi di disfagia fino a quest’anno.

Tornando alla cura che mi ha prescritto il mio medico di base, non ha dato benefici, quindi mi sono rivolto dal mio gastroenterologo che mi ha prescritto subito una gastroscopia e ha riscontrato i soliti problemi di gastrite ma niente helicobacter pylori o ostruzioni nell’esofago.

Anche lui mi ha prescritto di continuare con la prima cura, sempre con scarsi benefici.

Ho cercato quindi di convivere con questo problema, sperando che il tempo facesse il resto, ma una notte mi sono svegliato di soprassalto e avevo il cuore a mille, una sensazione di eruttare e male al petto (come se il cuore stesse scoppiando), ho chiamato i miei genitori e ho quasi perso i sensi, il dolore fortissimo e il giramento di testa mi ha fatto pensare al cuore e che sarei morto in quel momento!
Arrivata l’ambulanza mi ha portato all’ospedale, dove mi hanno rilasciato al mattino seguente in quanto le analisi e l’elettrocardiogramma era nella norma.

Il giorno seguente il mio medico mi ha prescritto sia per quel episodio che per la disfagia una visita neurologica, il neurologo mi ha prescritto 1) risonanza magnetica cerebrale e del rachide cervicale 2) studio elettromiografico che comprenda prove per la stimolazione nervosa ripetuta e EMG ad ago 3) dosaggio plasmatico degli anticorpi anti-recettore per l’acetilcolina, tutti esami risultati negativi fortunatamente.

Ad oggi 25/12/2020 però il problema non si è risolto, anzi sembra peggiorare, difficoltà nel deglutire che peggiora man mano che mangio, mi sento sazio subito e ho dolori allo stomaco durante il pasto, mentre mangio e per un oretta circa dopo il pasto non riesco a bere e per finire in bellezza da Agosto ad oggi sono passato da 63 kg a 56/57 kg.

Chiedo gentilmente aiuto non sapendo cosa fare, ho paura che sia qualcosa di grave è irreversibile, devo pensare di assumere ansiolitici/psicofarmaci o fare altri accertamenti?
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,8k 2,1k 87
https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/806321-disfagia-o-ansia-sono-molto-preoccupato.html

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Non ne sto venendo a capo nonostante ho fatto più e più accertamenti prescritti sia dal mio gastroenterologo che neurologo.
Dottore mi può dare un suo pare e aiuto, non so più Che fare, vivo ogni pasto con il terrore di strozzarmi e di morire, perché ormai soffro di questo problema da mesi e non so più se guarirò mai.
Nel frattempo sono passato da 62 a 56 kg.
Mi scusi ancora ma dal forum ho visto che aiuta molto e confido nella sua esperienza.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio