Utente
Salve
È già da APRILE 2020 che soffro di reflusso gastroesofageo.

Soprattutto la sera e la notte (coricato) sento una forte sensazione di acidità nella gola.

Ho provato prima come delle pastiglie di malox: l acidità passava prendendo queste pastiglie ma subito dopo pochi giorni ritornava subito.

Sono andato in farmacia e mi hanno dato delle pastiglie di banacid: anche qui la situazione migliorava ma subito dopo neanche un giorno senza pastiglie tornava subito acidità.

Cosa dovrei fare??
Le periglierò di benacid sono quei finite e non hanno portato benefici durevoli.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gli antiacidi assunti possono essere di giovamento nel tempo.
È importane assumere posizione di riposo notturno antireflusso sollevando la testata del letto con un rialzo di 15-20 cm (non con cuscini).
Allego il link sottostante per completezza
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/61-il-reflusso-gastroesofageo.html
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore
Ho rialzato la testa di notte e dormendo sul lato sinistro la situazione sembra andare bene.
Il problema è che ho finito le pastiglie di benacid e puntualmente la sera verso le 18/19 torna l’ acidita nella parte alta della gola ( non bruciore di stomaco però)
Cosa potrei fare??

[#3] dopo  
Utente
Salve dottore
Ho ancora acidità e ho finito le pastiglie di benacid: non hanno funzionato, sicuramente erano troppi deboli.
Ho ancora sensazione di acidità nella gola, ogni tanto mi fa anche male...
Ho letto che delle conseguenze della udita nella gola può essere anche il cancro alla gola..
è veramente così? Rischio davvero ???

[#4]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Innanzitutto lasci perdere quello che ha letto.
In secondo luogo, visto il perdurare dei sintomi, le consiglio una visita specialistica gastroenterologica per perfezionare diagnosi e conseguente terapia.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.