x

x

Colon irritabile

Buongiorno,
l'estate scorsa, dato che andavo di corpo più volte al giorno e avevo sempre disturbi intestinali, seguendo il consiglio del mio medico di base ho fatto esame delle feci, esame del sangue e ecografia addome completo.

Il risultato è stato avere tutto nella norma (niente sangue occulto) eccetto la calprotectina con valore 184 (il valore limite era 50).

Andando da più gastroenterologi mi è stato detto fondamentalmente che soffro di colon irritabile.

L'ultimo consulto da un gastroenterologo, nel mese di gennaio (ho dovuto fare gastroscopia per ernia iatale) abbiamo parlato anche del colon irritabile, mi ha fatto visita alla pancia e mi è stato detto di stare tranquillo, che appunto si trattava di colon irritabile e che non serviva fare la colonscopia (ho 30 anni, alto 175 cm e peso 73).

Ho quindi rifatto il test della calprotectina e il risultato è stato di 16.


Vi scrivo in quanto, dopo un periodo di tranquillità, da maggio più o meno ho ricominciato ad avere problemi all'intestino: giorni di pancia gonfia, sensazione di non scaricare tutto, giorni in cui evacuo 3-4-5-6 volte, giorni in cui evacuo feci liquide (una volta alla settimana più o meno) e lo stimolo continuo di andare in bagno.

Al momento non ho perso peso ne niente, ma essendo io un poco ipocondriaco mi sono un po' preoccupato (anche perchè al momento il mio medico di base non è disponibile).

È normale avere ricadute del genere quando c'è il colon irritabile?


Grazie mille per la vostra disponibilità!
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,4k 1k 13
L'intestino irritabile, tra pause e ricadute, permane tutta la vita, quindi la risposta alla sua domanda è: si.
La calprotectina non ha alcun nesso con l'intestino irritabile.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia