Anello vaginale kirkos

Salve Dottori, ho un problema.
Utilizzo anelli vaginale kirkos da febbraio 2024 dopo operazione per cisti ovarica.
Devo dire che mi trovo bene, ma quando ho rapporti, non sempre ma la maggior parte delle volte dopo aver finito sento un bruciore, non solo io ma anche il mio compagno dopo l’eiaculazione che sente bruciore al pene.
Non ho mai avuto questo tipo di problema, ma da quando utilizzo l’anello si.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 43.4k 1.4k 190
In questi casi va esclusa la presenza di una VAGINITE/VAGINOSI , in quanto l'anello vaginale non ha alcuna influenza o predisposizione ad infezioni batteriche o micotiche.
Un esame batteriologico a fresco del secreto vaginale euna determinazione del pH vaginale potrebbero risultare utili.
Il materiale di cui è fatto l'anello (materiale atossico, superficie liscia, non assorbente) non favorisce la colonizzazione batterica. Se l'eventuale vaginite richiedesse un trattamento con farmaci locali , non ci sono problemi di riduzione della sicurezza contraccettiva.
SALUTONI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio dottore!