Utente
Buongiorno, gentili medici.
Vi illustro la mia situazione.
A seguito di continue perdite giallastre il mio ginecologo mi ha diagnosticato un'infezione vaginale da batterio, senza però fare un tampo vaginale. Non ha ritenuto necessario eseguirlo. Sotto suo consiglio, ho fatto una cura con gel vaginale Zidoval e lavande vaginali Vaginol. Il gel l'ho usato per 5 giorni, invece la lavanda l'ho eseguita per 10 gg. Durante la cura non ho avuto rapporti e mi marito è stato a sua volta curato con con Sertacream

Dopo la cura abbiamo avuto due rapporti.
Nel frattempo ho avuto le mestruazioni.

Dopo le mestruazioni ho messo per tre sere di fila un ovulo di normogin che periodicamente uso. Il mio ginecologo mi ha dato libertà di usare i fermenti quando lo ritengo necessario. Da due giorni ho smesso di usare normogin e ieri non ho avuto nessuna perdita vaginale di nessun colore.

Questa mattina (sono all' 8° giorno del ciclo mestruale) ho notato delle piccolissime perdite di muco giallognolo.

Inutile dirvi che sono andata nel panico. Temo che l'infezione si sia ripresentata.
Insomma.. queste perdite giallognole potrebbero essere normali secrezioni preovulatorie oppure sono certamente sintomo di infezione? il mio ginecologo sostiene che qualsiasi perdita diversa dalle perdite ovulatorie e dal liquido lubrificante prodotto a seguido dell'eccitazione sia da considerare automaticamente infezione vaginale. Io non sono tanto convinta di questa cosa. Chiedo ulteriore conferma a voi.

Grazie infinite

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' chiaro che una diagnosi specifica non è stata fatta,quindi risulta difficoltoso darle una risposta precisa.
Potrebbe trattarsi di una Candida,di una vaginosi batterica,di una vaginite da TRICHOMONAS .
E' sempre utile una diagnosi specifica.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie, dottore. Data l'infinita varietà di batteri, mi chiedevo come mai cita proprio il Trichomonas?

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ho citato anche la candida e la vaginosi batterica,non solo il trichomonas.
E' impossibile fare diagnosi senza eseguire un esame batteriologico a fresco del secreto vaginale o una coltura di tampone vaginale specifica.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Quindi, Dr. Blasi, al di là della diagnosi precisa, lei sostiene che queste perdite siano da attribuire per forza ad una infezione vaginali? Non possono quindi essere fisiologice?

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dipende dalla sintomatologia,se non procurano fastidio,potrebbe trattarsi di una irritazione passeggera.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Nè in passato nè ora avverto alcun fastidio.
Solo perdite.
Non ho bruciori, non ho dolori, non ho pruriti, non ho cattivi odori.
Solo queste perdite gialle.
Purtroppo siamo in un periodo dell'anno in cui fare esami e visite è una cosa molto complicata. Questa situazione di attesa aumenta la mia ansia. Sarebbe per me tranquillizzante forse una telefonata al ginecologo. Ma mi spaventa la reazione, poichè lo disturberei proprio nelle vacanze estive.
In fatto è che (secondo me) il ginecologo dovrebbe essere un medico "della mutua" (diciamo).. come il medico di base e il pediatra.. noi donne ne abbiamo spesso continuamente bisogno!

La ringriazio cmq delle risposte.

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
BUONE VACANZE
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
Gent.mo dr. Blasi, le scrivo per informarla che ieri ho eseguito un tampone vaginale di mia iniziativa, dato che le perdite sono continuate per tutto il mese, anche dopo l'ovulazione, anzi sono diventate più abbondanti, più giallognole e più liquide.

Attendo il risultato per l'inizio della prossima settimana.

Nel frattempo, vorrei chiederle gentilmente di consigliarmi un bravo ginecologo in Calabria, possibilmente nelle province di Cosenza e Vibo Valentia, dato che pur abitando a Vibo, i miei genitori sono di Cosenza e quindi potrei recarmi anche lì senza problemi.

Dato che è già la seconda volta che il mio ginecologo azzarda una cura per un'infezione senza farmi eseguire alcun tampone, col risultato che i sintomi peggiorano e poi sono costretta a fare il tampone dopo, mi sono decisa di cambiare ginecologo.

La ringrazio per la sua disponibilità.

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Onestamente non conosco colleghi di quella zona della CALABRIA.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI