Utente
Salve dottore, vorrei un suo parere sulla mia situazione: ho 39 anni e due aborti alle spalle (alla 7 settimana). Attualmente sono nuovamente in attesa e sto per iniziare la nona settimana di gravidanza. Da una settimana (dopo aver fatto diverse giornate di vacanza sulla spiaggia) sono iniziate delle perdite ematiche, contenute, rosa, a volte rosse miste a muco, che già dal primo giorno in cui sono comparse mi hanno spimto a recarmi al pronto soccorso dove, dopo una eco, hanno visto il battito e un "fagiolino" di 9 mm.
Il medico del p.s. mi ha detto che non sembra ci sia segno di distacco e di continuare la terapia che già, dal secondo giorno di ritardo del ciclo, sto facendo: clexane 8000 u.i. (per mutazione del gene G20210 protrombina) una iniezione al giorno, prometrium 200 due volte al dì, spasmex due volte al dì.
Dal primo giorno in cui si sono manifestate le perdite sono a riposo assoluto, ma le perdite non sono nè passate nè diminuite; la mia domanda è: ciò può essere dovuto al fatto che, come ipotizza il medico del p.s., vi è stata qualche rottura dei capillari del collo dell'utero, per portio iperemica, (anche se io non ho avuto rapporti ne visite interne nel periodo precedente) che stanno trovando difficoltà a rimarginarsi a causa dell'azione anticoagulante dell'eparina? Oppure, anche se il ginecologo non ha visto alcun segno di distacco, è possibile che le perdite siano dovute alla difficoltà di annidamento da parte dell'ovulo?
La ringrazierei tanto se volesse rispondermi, perchè vorrei veramente capire a cosa potrebbero essere dovute queste perdite, nonostante il riposo assoluto, e se sono sulla strada di un terzo aborto.
La saluto.

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Non sempre un distacco, specie se recente e/o piccolo può essere visto in eco. A volte occorre un periodo anche di 24 - 48 ore, almeno nella mia esperienza.

Ripeta l'eco vaginale e si vedrà.

Nessun'altra ipotesi diagnostica (tranne che per problemi del collo) da lei avanzata è possibile.


Cordialmente
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dott. Santoro, tra tutti i ginecologi presenti nel sito speravo mi rispondesse proprio lei, visto che le sue risposte sono sempre molto precise e "umane".
Ho fatto la prima eco, di cui le ho già parlato, il lunedì, e poi l'ho ripetuta dopo due giorni, il mercoledì, dandomi un esito identico. Mi consiglia di ripeterla ancora, magari domattina? Anche in considerazione del fatto che stamane le perdite erano rosso vivo, ma contenute.
Quindi dalla sua risposta deduco che interrompere l'eparina non avrebbe alcun senso?
La saluto con un grazie infinito.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ringrazio io Lei per le belle parole e per la stima...


Sì, credo che, ripetendola stamane, se il distacco c'è stato, si dovrebbe finalmente vedere (perchè non prova, però, presso un'altra struttura?).

Interrompere l'Eparina non sono non avrebbe senso in caso di distacco ma verrebbe meno un importante mezzo di terapia.

Come già avrà letto altrove, il distacco è determinato dalla comparsa di microemboli che, chiudendo alcuni vasi dell'interfaccia utero-placentare, determinano piccole aree ischemico-necrotiche da cui prende origine il distacco stesso.

Ovviamente, in caso di anomalie del collo, alla base delle perdite ematiche, la somministrazione del farmaco andrebbe, invece, valutata in merito alla sua prosecuzione o meno.


Cordialità ed auguri vivissimi.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille per la sua risposta, le farò sapere come è andata l'eco.
Saluti.

[#5] dopo  
Utente
Salve dottore,
purtroppo il tutto si è risolto con una corsa al pronto soccorso e un raschiamento effettuato all'inizio della decima settimana.
Adesso sono a casa facendo finta di non pensarci, ma ho il vuoto dentro, dopo tre aborti (uno all'anno negli ultimi tre anni) i miei nervi stanno un pò cedendo. Ho chiesto che venga analizzato il prodotto abortivo, ma i risultati li avrò tra due mesi. Ora le volevo chiedere se è possibile che tutti i miei problemi di poliabortività siano dovuti al mio indice di massa corporea pari a 36, anche se all'inizio della prima gravidanza (l'unica andata a buo fine 6 anni fa) avevo "solo" 10 kg in meno?
Ho fatto tutti gli esami per la poliabortività ma non è risultato nulla di anomalo.
Inoltre ho notato che nelle mie gravidanze (anche nella prima) i valori delle le betaHCG non sono mai brillanti; ciò può aver influito sugli aborti?
Grazie in anticipo per la risposta,
cordialmente la saluto.

[#6]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Mi spiace immensamente per Lei.

Per la poliabortività, sono solito richiedere un pannello di esami che non è difficile trovare in altri consulti alla voce "poliabortività" o "aborti ripetuti".

Se vuole lo reinvio per Lei.

Faccia nel più breve tempo possibile TUTTI gli esami ivi indicati (a meno che non li abbia già eseguiti da non più di 6 mesi) e posti i risultati.

Nel frattempo, impieghi questo tempo per dedicarsi solo ed esclusivamente alla dieta ed all'esercizio fisico, con l'aiuto di saune, massaggi e quant'altro potrà rendere più rapido il suo calo ponderale.

Mi raccomando.


Non si dia per vinta.


Le auguro di cuore il successo che merita.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente
Salve dottore,
la ringrazio per le parole di supporto... non sò se ho fatto tutti gli esami per la poliabortività, me li può inviare cortesemente?
Purtroppo so che non mi rimane tanto tempo per riprovarci (sono vicinissima ai 40 anni)... comunque le speranze sono le ultime a morire... riproveremo.
Ho pensato (e non solo, ho fatto già degli esami ed un colloquio con un esperto prima di questo mio ultimo aborto interno) anche ad un percorso di PMA, con una fivet, secondo lei avrei maggiore possibilità di portare avanti una gravidanza in seguito a stimolazione ormonale?
L'idea della PMA non mi spaventa affatto, saprei così che le ho tentate davvero tutte!
La saluto e la ringrazio immensamente.

[#8]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Guardi bene fra gli esami che Le invio. Se ci sono alcuni che non ha fatto, li faccia PRIMA di pensare ad una PMA.

Anticorpi anti: Nucleo – DNA – Fosfolipidi totali - Cardiolipina (ACA IgM ed IgG) – Endotelio – Muscolo liscio - Antigene microsomiale tiroideo – Tireoglobulina – ENA – Beta 2 Glicoproteina IgM ed IgG – Endomisio – Gliadina - Transglutaminasi
Dosaggio frazioni C3 e C4 del complemento  Dosaggio Immunoglobuline sieriche totali e frazionate
Dosaggio glicemia, Insulinemia ed Hb Glicosilata a digiuno su prelievo singolo con calcolo HOMA – IR*
Test da carico orale di glucosio (75 gr.) e quattro prelievi al tempo 0 – 30’ – 60 – 120’ con Insulinemia ad ogni prelievo per la valutazione dell’insulino-resistenza nelle pazienti con PCO o con HOMA – IR positivo o dubbio (valutazione secondo indice ISI di Matsuda – DeFronzo)
Test completo (1gr / Kg di peso corporeo) con 5 prelievi al tempo 0 – 30’ – 60’ – 90’ – 120’ se al tempo 60’ al test di base la glicemia supera i 160 mg/100 ml
Uricemia, GOT, GPT, LDH, Elettroliti, QPE, Emocromo completo, Es. Urine con valutazione del sedimento urinario, aPTT, PT, Fibrinogeno, AT III, D-Dimero
Dosaggio degli Immunocomplessi circolanti
Ricerca cellule LE - Ricerca del LAC (Lupus anticoagulant) e dei fenomeni LAC-correlati (KCT, RVVT) (se positivi, ripetere dopo 8 settimane)
Tests per trombofilia congenita:
Omocisteinemia a digiuno
Dosaggio Proteina C attivata
Dosaggio Proteina S attivata
Valutazione della resistenza alla proteina C attivata
Ricerca mutazione Leiden del Fattore V
Ricerca della mutazione G20210A del fattore II
Ricerca mutazione dell’enzima MTHFR e delle sue varianti alleliche principali (C677T – A1298C)
Tests per ipofibrinolisi congenita:
Polimorfismo PAI 1 (ricerca genotipo 4G/4G)
Polimorfismo ACE (ricerca genotipo ACE D/D)
Ricerca mutazioni fattore XIII
Ricerca mutazioni fattore XII
Ricerca mutazione Beta – Fibrinogeno
Ricerca Mutazione HPA – 1
Ricerca mutazione gene APOB ed APOE
Dosaggio di Progesterone e PRL in 18° - 21° e 23° giorno del ciclo, contando dal primo giorno del flusso mestruale,associando Ecoflussimetria Doppler delle Arterie Uterine
Tampone vaginale e cervicale per: germi comuni, Ureaplasma, Mycoplasma, Chlamydia
Citologia endometriale (ricerca linfo-plasmacellule) su prelievo dedicato (per-isteroscopico o Vabra o Endocyte)
Cariotipo della coppia su linfociti del sangue periferico
Esame del liquido seminale del partner dopo adeguata preparazione – in caso di marcata teratospermia, eseguire un esame FISH sul liquido seminale.
Dosaggio fT3, fT4, TSH
Eco vaginale al V giorno del ciclo -
Isteroscopia -
Isterosalpingografia (se si sospetta una malformazione uterina all’eco vaginale)

Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9] dopo  
Utente
salve dottore,
ho appena saputo dal laboratorio di genetica che il prodotto abortivo inviato perchè venisse analizzato è "anomalo", nel senso che dal raschiamento non hanno prelevato il prodotto corretto, per cui non sono stati trovati villi coriali; probabilmente i risultati che avrò a metà ottobre saranno riferiti a me e non al feto.... che sconforto....
Ho visto gli esami che mi ha suggerito, li ho confrontati con quelli che ho fatto già, ma in alcuni casi non ho capito se corrispondevano.
Posso in qualche maniera inviarle i miei esami come allegati?
oppure posso contattarla in qualche modo per avere un consulto più approfondito... anche se sono parecchio lontana da Avellino, la distanza non mi spaventa.
Grazie,
la saluto con stima.

[#10]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Può inviarmi i risultati alla mia personale casella di posta riportando per intero la nostra precedente corrispondenza:

bjack@email.it




Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli