Utente 222XXX
Gentile dott. Santoro,
scrivo alla sua attenzione avendo letto più di un suo consulto, apprezzando la sua chiarezza anche nell’esporre questioni tecniche, la sua umanità e sicuramente la sua passione per il lavoro che svolge.
Io e mio marito siamo alla ricerca di una gravidanza da giugno, quando ho sospeso la pillola anticoncezionale assunta in ragione della vaccinazione antirosolia. I miei cicli naturali prima sono stati sempre regolarissimi (28-29 gg); oggi dopo la pillola sono regolari anche se più brevi (26 gg, con fase luteale di 13 giorni, uso stick ovulatori e a volte prendo la temperatura basale).
Cerco un suo parere in merito al fatto che il mio ginecologo durante le consuete visite annuali ha più volte riscontrato la presenza di corpi lutei emorragici, in particolare in un ciclo del 2009 ed in uno del 2010: in entrambi quei cicli avevo sofferto di dolori addominali a metà ciclo, comunque sopportabili . Poi questi corpi lutei emorragici si erano riassorbiti nel ciclo seguente.
Settimana scorsa al 10° giorno del ciclo il ginecologo mi ha riscontrato un endometrio periovulatorio e un follicolo di 20 mm ed ha consigliato di avere rapporti a giorni alterni fino a venerdì, poi mi ha detto di passare a trovarlo venerdì scorso, giusto per vedere che tutto fosse “in regola”. Il 12 pm ho sicuramente ovulato: ho utilizzato stick ovulatori risultati positivi, ma soprattutto ho avuto dolori lancinanti all’addome, ho una soglia del dolore alta quindi sono andata a lavoro comunque, ma stavolta non riuscivo a camminare in posizione eretta. Il 14° pm andando dal ginecologo mi è stato riferito un altro corpo luteo emorragico nell’ovaia, di 4 cm, e lui ha così giustificato i miei dolori e mi ha prescritto il dosaggio del progesterone al 7 po. Il mio ginecologo forse per non farmi preoccupare non mi ha spiegato se il dosaggio del progesterone è sufficiente per gestire la cosa, o se i corpi lutei emorragici possono inficiare le possibilità di una gravidanza, o se essi possono dipendere – che so – da una scarsa qualità degli ovociti…
Sono uscita molto abbattuta e con tanti dubbi che crescono con il passare delle ore, spero tanto potrà aiutarmi a chiarirmi le idee. Le chiedo: quali sono le cause di questi corpi lutei emorragici? Possono influire sulla mia fertilità? Come mai si ripresentano con questa frequenza, visto che da internet leggo che sono un evento abbastanza raro?
Immagino infine che questo mese non sarò rimasta incinta, nonostante gli “sforzi” profusi …vero? Mi scusi per le tante domande, io mi rendo conto dei limiti di un consulto on line, ma desideriamo fortemente una gravidanza, ed io ho anche paura che questi dolori possano presentarsi ogni mese diventando una condizione invalidante. Oggi che dovrebbe essere il 5° giorno post ovulazione ho ancora forte tensione all’addome e doloretti al basso ventre.
Attendo un suo prezioso parere, la ringrazio già da ora e le rinnovo i miei più sentiti complimenti.
C.

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Una domanda: Le sono stati mai prescritti esami generali sulla coagulazione ed emostasi?
Si potrebbe iniziare da quelli: aPTT, PT, Antitrombina III, Fibrinogeno, Emocromo con conta e formula, Proteina S, Proteina C, resistenza alla proteina C attivata, Omocisteinemia.

Inoltre vorrei sapere se Le è stata mia sospettata la diagnosi di Varicocele pelvico.


Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 222XXX

Buonasera dottore, e grazie innanzitutto per avermi risposto. Rispetto alle sue domande:
1) relativamente alle analisi citate, sono certa di averne fatte alcune (tempo di protrombina, ad esempio) , molto anni fa (credo nel 2002), quando il mio ginecologo di allora mi prescrisse la pillola anticoncezionale per la prima volta, e risultarono normali. Sicuramente non ne ho fatte alcune(proteina S e C, ad esempio, non le ricordo), ho dubbi sull’emocromo completo con conta e formula che forse ho fatto in tempi più recenti. Posso provare a cercare questi referti, ma dubito siano sopravvissuti ai miei vari traslochi.
Nel caso, dunque, lei riterrebbe opportuno ripetere queste analisi?
2)Per il varicocele pelvico, no, non mi è stato mai diagnostico (ho cambiato 3 ginecologi in 10 anni causa spostamenti lavorativi). Ho cercato un po’ di informazioni in internet sull’argomento; non so se può esserle utile ma non mi ritrovo molto sulla sintomatologia: non ho mai sofferto di dolori post-coitali e non soffro di dolori insopportabili durante il ciclo – al massimo me la cavo con un moment il primo giorno- e sono sempre riuscita a praticare sport durante il flusso mestruale. Pur tuttavia in famiglia c’è stata familiarità con le vene varicose, es. mia nonna materna, ed io ne ho appena un accenno sulla coscia e dietro le ginocchia .
Spero di averle fornito un quadro più completo! Intanto domani farò anche il dosaggio del progesterone.
La ringrazio tanto per il tempo che mi sta dedicando e per lo splendido lavoro che tutti fate qui dentro.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Allora inizierei col quadro coagulatorio che Le ho già proposto.
La diagnosi di varicocele pelvico si sospetta in eco vaginale. Sarebbe opportuno ne praticasse una con questo specifico quesito.

Attendo, perciò Sue notizie al riguardo.


Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 222XXX

gentilissimo dottor Santoro, buonasera!
Ero pronta per andare finalmente a fare un'ecografia in un centro specializzato il 7 novembre per avviare i controlli che lei mi ha indicato...Ma proprio ieri ho fatto un test di gravidanza risultato positivo - anche se un po' flebile, a dire il vero, il risultato mi è sembrato chiaro comunque! Lunedì mattina farò il dosaggio delle beta hcg!
Sono contentissima ed emozionata e volevo condividere con lei questa gioia (anche se devo continuare a ripetermi che sono solo all'inizio del percorso!).

un caro saluto
C.

[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Condivido la Sua gioia (che percepisco molto grande e me ne compiaccio) e sono qui a fare il tifo per Lei e questa Sua gestazione.


Beta HCG quantitativa sul plasma 3 volte (una ogni 3 giorni) sempre allo stesso Laboratorio.


Eco vaginale non appena i dosaggi daranno almeno 800 - 1000 mUI/ml dell'ormone.

Incrociamo le dita!!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente 222XXX

gentilissimo dottore, la ringrazio tanto per il suo tifo, è proprio bello l'entusiasmo che trasmette verso quel miracolo che è la gravidanza.
Per quel che mi riguarda, purtroppo il mio piccolo "miracolo" sembra non promettere bene: da questa mattina sono iniziate delle perdite consistenti, di colore marrone, non accuso dolori mestruali tipo crampi, solo una continua sensazione di "tensione" al basso addome.
Oggi ritirerò il risultato del dosaggio beta hcg (fatte solo questa mattina) lo comunicherò anche al mio ginecologo, ma credo che, dato il flusso, ci sia poco da sperare.... Le farò sapere come va, a presto.
C.

[#7] dopo  
Utente 222XXX

Dottore, eccomi qua, il risultato delle beta hcg è irrisorio (7,5 mU/ml, con vdr 5-50 fino a 1 sett.di gestazione)...ed il flusso è ormai diventato rosso e molto abbondante. Il mio ginecologo dice di ripetere il dosaggio tra 72 ore cioè sabato, e attendere l'azzeramento per poter poi tentare di nuovo.
Ho solo un dubbio che non ho espresso al mio ginecologo e se permette lo rivolgo a lei: io temo che questa cosa mi sia già accaduta nel ciclo di Agosto ma solo ora la "ricostruisco". Infatti ho avuto la stessa dinamica di sintomi: ad esempio prima delle mestruazioni in genere non ho muco, sono asciutta, mentre sia questa volta che ad Agosto ho avuto perdite liquide estremamente abbondanti, più di quelle del "periodo fertile" ...nonchè una sonnolenza estrema, dolori al seno, bruciore allo stomaco. In entrambi i casi il flusso mestruale si è avviato lentamente, con dello spotting leggero, perdite marroni, e poi solo dopo è diventato flusso abbondante. Però in quel caso, ad Agosto, non ho fatto un test di gravidanza quindi non ho certezze.
Secondo lei è possibile o mi sto facendo troppe domande? Uno o due eventi di questo tipo mi devono far preoccupare o devo comunque vedere "il bicchiere mezzo pieno", per il fatto che siamo riusciti a concepire in pochi mesi di tentativi?
Mi scusi, forse chiedo troppo, ma sono molto giù e vorrei riuscire a trovare un senso in questa enorme delusione che sto provando.

[#8] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Non si fidi dei sintomi per porre diagnosi presuntive di gravidanza...quasi mai ciò che si pensa è vero.

Riguardo a questa gravidanza: è stata una gravidanza biologica.
Capita.
Nessun problema.
Fra uno o due cicli si rimetta alla ricerca senza alcun timore.

Ha il 90% di probabilità che la prossima volta si porterà a casa un bel bimbo o una bella signorina.

Stia tranquilla e NON demorda!!!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9] dopo  
Utente 222XXX

Buongiorno dott. Santoro!! le scrivo di nuovo per comunicarle che, come da lei suggerito, abbiamo continuato a tentare, e oggi posso dirle con la tanta gioia che sono di nuovo incinta e per ora sembra che tutto stia andando bene. La mia U.M. è 17.01 e ho ovulato presto (intorno al 12° giorno), le beta hcg hanno un buon andamento :
13/02 (16 po) -> 171 mUI/ml
16/02 (19 po) -> 969 mUI/ml

Lunedì il mio ginecologo mi farà una prima ecografia, perchè ritiene che non questi valori debba già vedersi "qualcosa".
La terrò aggiornata!
cordiali saluti, C.

[#10] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Condivido due cose: la vostra gioia (che percepisco enorme e fa bene!!) e l'impressione del Collega in merito a quel "dovrebbe già vedersi qualcosa". E' prorpio così, infatti.

Visto che facevo bene a consigliarLe di non demordere???


Augurissimi, davvero!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#11] dopo  
Utente 222XXX

Dottore, buongiorno e grazie per gli auguri che accettiamo con entusiasmo!
La scrivo per aggiornarla e per avere un suo parere, spero di non disturbarla ma in realtà sono un po' giù di morale: oggi ho fatto la prima ecografia, se non sbaglio con i conti sono a 5+0 (um 17/01).

Si è vista la camera gestazionale in utero ed il sacco vitellino di 2mm. Non ricordo la misura della camera gestazionale, ma era bella grande in confronto al sacco vitellino (direi almeno 5-6 volte più grande!).
Il mio ginecologo è stato a lungo incerto nel riuscire a visualizzare o meno il battito, alla fine mi ha detto che non si sarebbe sbilanciato in un senso o nell'altro, perchè siamo solo agli inizi, e l'ecografia non gli permetteva di dire che la pulsazione che vedevamo "alla parete" della camera fosse davvero il battito. Ha anche aggiunto che forse l'embrione è un po' "indietro" ma che di questa cosa parleremo nel seguito.... Io però non capisco cosa significhi, visto che sono certa di quando ho ovulato, e di quando abbiamo concepito (perchè dopo il 30/01 sono stata in viaggio per lavoro per un'intera settimana!!!).

Alla fine, il mio ginecologoco mi ha detto: "anche se so che tu vorresti passare da me a farti vedere un giorno sì ed un giorno no, ci rivediamo tra 4 settimane quando tutto sarà meglio delineato".
In realtà io ci sono rimasta malissimo...in effetti ero andata alla visita convinta e tranquilla che avremmo visto solo ed esattamente questo -camera gestazionale e sacco vitellino- niente battito perchè mi pareva presto...Invece mi è sembrato di capire che forse si poteva vedere di più (forse perchè giovedì scorso avevo le beta discretamente alte?) e così mi è venuta l'ansia.
Non so come farò a far passare queste 4 settimane, con il pensiero che qualcosa non vada ed io non me ne accorga in tempo!
Lei cosa pensa, davvero potrei essere indietro perchè non abbiamo visto il battito?

attendo un suo parere...cordiali saluti,
C.

[#12] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
rifaccia l'eco a fine settimana. Ne riparleremo poi!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#13] dopo  
Utente 222XXX

gentilissimo dottore, la aggiorno sull'andamento della mia gravidanza, visto che penso a lei come un portafortuna (e spero non me ne voglia, ma io sono un po' scaramantica quindi è una bella cosa!!). Con un po' di ritardo rispetto alla sua indicazione (che però già mi aveva tranquillizzato) ho ripetuto l'ecografia sabato scorso: a fronte di un'epoca di amenorrea di 7+4, sono stata ridatata a 8+0, l'embrione era vitale ed ho visto distintamente (senza ascoltarlo) il battito, il CRL era di 16 mm, l'ecografista mi ha detto che l'utero era perfetto, la placenta in via di formazione verosimilmente posteriore (ha scritto "trofoblasto diffuso"), nessun distacco. Sono felicissima e questo mi aiuta a sopportare le nausee continue e la spossatezza, ho il cuore gonfio di gioia.
Il mio unico problema è che in questi giorni e per le prossime 4 settimane dovrò viaggiare un po' per lavoro, purtroppo è parte integrante delle mie attività. Però vado in aereo e non in auto, cerco di non sollevare pesi, di non stancarmi, di sdraiarmi appena torno in hotel e di andare a dormire presto...Insomma, spero di avere abbastanza cautele e di non strafare.
il 26 ho la prossima ecografia con il mio ginecologo...
la ringrazio tanto anche solo per aver letto tutto!!
a presto
C.

[#14] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Felicitazioni ed avanti tutta.
Prossimo appuntamento importante: il DUO TEST o BI TEST con Traslucenza Nucale e prelievi per ormoni, il tutto integrato attraverso un programma computerizzato.
Epoca di esecuzione: 11 - 12 settimane.


Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#15] dopo  
Utente 222XXX

Dottore, le scrivo con un'incredibile angoscia in cerca di un suo parere, a Gennaio 2011 ho effettuato il vaccino Morbillo-parotite-rosolia, non avendo avuto la Rosolia appunto, ed ho iniziato la pillola per evitare una gravidanza durante il periodo della vaccinazione.

Ad aprile 2011 i valori del rubeo test erano: IgG=200, IgM= 4,50 (valore Positivo> 1,20).
A giugno 2011 i valori erano risultati: IgG=296; IgM=2,06 .
A questo punto ho sospeso la pillola anticoncezionale in cerca di una gravidanza pensando che tutto si stesse normalizzando.

Stamattina ho ritirato le analisi del sangue di routine prescritte dal ginecologo e fatte la scorsa settimana, risulta:IgG=400; IgM=2,02.
Il laboratorio è sempre lo stesso!

Ma com’è possibile?? Io sono preoccupatissima, il mio ginecologo dice di non preoccuparmi che si tratta solo di una coda, e fare il test di avidità (non so cos’è, in realtà, ma il laboratorio analisi ha già detto che farà ripetere il rubeo test in doppio da un altro laboratorio e richiedere di fare il test di avidità farà sullo stesso siero). Lei cosa ne pensa? Possibile che dopo oltre un anno possa avere valori di questo tipo? È un rischio per la mia gravidanza e per il feto??

attendo con ansia un suo parere...come sempre, cordiali saluti
C.

[#16] dopo  
Utente 222XXX

...oppure potrei aver contratto nuovamente il virus nel corso del periodo giugno-marzo??? Ho avuto degli episodi influenzali ma non ricordo macchie come quelle della rosolia...Oppure è il mio sistema immunitario che fa brutti scherzi? ho letto che ci possono essere falsi positivi nei soggetti che come me soffrono di tiroide...
Mannaggia, sono troppo agitata dottore. Mi scuso anticipatamente...

[#17] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Si tranquillizzi completamente.
La persistenza delle IgM è legata solo ed esclusivamente ad una sorta di "memoria" del suo sistema immune.
E' stata vaccinata e della Rosolia non deve temere assolutamente nulla a distanza di un anno dalla vaccinazione con sieroconversione già evidenziata.



Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#18] dopo  
Utente 222XXX

Dottore, la ringrazio tantissimo, le sue risposte hanno un valore enorme per me! martedì mattina mi sono svegliata all'alba per vedere se mi aveva risposto, e da lì mi sono calmata definitivamente!
Tuttavia ho aspettato a scriverle perchè attendevo proprio per oggi i risultati del test in doppio che il mio laboratorio analisi aveva richiesto: rubeo test fatto in altro laboratorio e test avidity. Anche in questo caso ci sono IgG elevate e IgM positive, però risultano IgG avidità alta 74% (nel referto è considerata elevata in quanto superiore al 40%)... anche questo dato, avendo letto un po' di cose in internet, mi tranquillizza ulteriormente.
Dovrò comunque stare attenta alla toxoplasmosi e al citomegalovirus, che non ho avuto!

Lunedì ho la visita di controllo tanto attesa, le farò sapere e grazie ancora, di cuore.

C.

[#19] dopo  
Utente 222XXX

buonasera dottore!
le scrivo per aggiornarla e chiederle un parere su due questioni emerse nel corso della visita con ecografia I trimestre fatta lunedì scorso.
Abbiamo visto il feto in buone condizioni (bellissimo!), attività motoria e cardiaca visualizzate, CRL 37 mm.
Il ginecologo mi ha nuovamente "ridatato" in avanti, secondo lui lunedì non ero a 10+2 ma a 10+6, così oggi sarei a 11+3. Io però non credo proprio a questa datazione, so quando ho ovulato e so quando ho concepito!! ma non può essere semplicemente un po' più grande del normale?? Può essere un problema questa ridatazione? Facendo così, il giorno 10 aprile (impossibile farlo prima!) dovrò fare il bitest con TN, e risulterò alla 13+0. Va ancora bene come tempistica?

Infine è sorto un problema per il quale devo assolutamente chiedere una sua opinione, perchè sono in mezzo ad uno "scontro tra medici" e non so a chi dare retta. Io sono seguita da un endocrinologo specializzato in fertilità per la mia tiroidite autoimmune. Alla 5° settimana ( all'epoca prendevo eutirox 75 mcg) ho fatto le analisi con i seguenti valori: FT3 4.23 pmoli/l (3.54-6.47); FT4 16.6 pmoli/l (11.5-22.7); TSH 2.12 mcUI/ml (0.35-5.5), L'endocrinologo mi ha detto di alternare eutirox 75 con 100 (un giorno sì e un giorno no) e di ripetere le analisi a distanza di un mese. Così ho fatto e alla 10° settimana l'endocrinologo mi ha detto che i risultati erano ancora buoni TSH 1,12, FT3 3.97; FT4 16 pmoli/l. Però l'endocrinologo ha deciso che dovrò continuare con l'alternanza ancora per 15 giorni e poi da lì passare direttamente a 100 mcg e dopo un mese ancora ripetere le analisi (diciamo a metà maggio).

Il mio ginecologo si oppone a questa decisione dicendo che aumentare il dosaggio mi affaticherebbe il cuore (?), anche in virtù del mio peso (sono alta 1.70 e peso oggi 58.5 kg, ne ho presi 1.8 dall'inizio della gravidanza).
Io però non so chi ascoltare adesso....so che lei è un ginecologo e che qui non potete fare diagnosi o dare soluzioni...ma io ho bisogno di un terzo parere, mi fido di entrambi i miei dottori....lei cosa mi consiglia, i dubbi del mio ginecologo sono fondati?

la ringrazio tantissimo, per la disponibilità e per il tatto con cui risponde non solo a me ma a tante donne qui dentro.
cordiali saluti,
C.

[#20] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Nessuna preoccupazione per il suo cuore: è quello di una donna di 33 anni, normopeso. Lo escluderei, anche perchè i valori degli ormoni sono nei limiti.
La cosa più importante è il dosaggio dei tre ormoni: TSH, fT3, fT4, che sono in grado di attraversare la placenta ed influenzare lo sviluppo della tiroide fetale, oltre che il suo accrescimento osseo.
Il TSH dovrebbe essere mantenuto, possibilmente, sotto i 2 mcUI/ml, mentre fT3 ed fT4 devono rientrare nei range di normalità.
Il dosaggio va eseguito ogni 4 - 6 settimane, aggiustando il dosaggio dell'Eutirox per mantenere i parametri nei limiti anzidetti.
Il dimagrimento è legato, probabilmente, alla nausea del primo trimestre ed alla sensazione di "subito pieno" gastrica e non all'effetto degli ormoni; lo sarebbe se i valori delle frazioni libere superassero i limiti normali.
La datazione della gravidanza, infine, è migliore prima della nona settimana, allorquando il corpo embrionale subisce una fisiologica flessione per ipertono relativo dei muscoli della parete antero-laterale dell'addome, rispetto a quelli del dorso.
Il CRL misurato e l'epoca di gravidanza relativa, specie calcolata col metodo di Hansmann, ha una attendibilità che permette una deviazione standard di soli 4 giorni in più o in meno rispetto alla data desunta.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#21] dopo  
Utente 222XXX

Gentile dott. Santoro, innanzitutto grazie per il suo ultimo consulto, sto seguendo le sue indicazioni ed oggi ho ripetuto gli esami della tiroide.
Le scrivo per comunicarle i risultati del bi test, che ho fatto settimana scorsa a 13+0. Dunque, questi i principali parametri: CRL=68 mm, BPD=23mm, FL= 9mm; BCF=165. E' risultata TN=1,8mm, osso nasale presente (angolo=102°); dotto venoso visualizzato.Sono stati visualizzati tutti i principali organi. Il solo esito "ecografico" in termini di rischio è risultato il seguente (qualche numero non lo ricordo proprio al dettaglio):

trisomia 21: rischio età 1:465; rischio calcolato 1:4300
trisomia 13: rischio età 1:1100; rischio calcolato: 1:4700
trisomia 18: rischio età 1:9000; rischio calcolato: 1:23000

Ieri mi ha telefonato lo specialista (iscritto alla FMF) che ha fatto l'esame, riportandomi in via informale l'esito "totale" inclusa la valutazione del dato ematochimico.

Il risultato finale dunque è:
trisomia 21: rischio calcolato 1:8890
trisomia 13: rischio calcolato: 1:22000
trisomia 18: rischio età 1:9000; rischio calcolato: 1:61000

l'unico dubbio che mi è venuto (ma perchè alle donne incinte i dubbi vengono sempre a posteriori?) è il seguente: nella scheda di valutazione, questo dottore ha inserito "non fumatrice". Io in realtà ho fumato fino al test di gravidanza -e questo l'ho detto al dottore- ma ho omesso di dire che qualche sigaretta dell'ordine di 3-4 a settimana l'ho fumata anche successivamente, mai di più e comunque a calare fino ad oggi in cui sono al massimo ad una nel weekend.
Non l'ho detto un po' per vergogna, confesso, per paura di essere sgridata, e un po' perchè onestamente per me quello non significa fumare, nella maggior parte dei casi si è trattata solo di una questione psicologica, in cui la sigaretta è stata spenta a metà senza aspirare.

Ho provato a richiamare il dottore che mi ha fatto il bitest ma sarà irrintracciabile per alcuni giorni e pertanto le espongo i miei dubbi: io ho fatto una ricerca in internet, scoprendo che in genere il fumo può dare dei "falsi positivi" rispetto allo screening, ed è un parametro che si inserisce proprio per evitare questa possibilità.
Quindi dati i miei risultati, penserei di stare tranquilla...Lei cosa ne pensa? Secondo lei, questa cosa può alterare i risultati del mio bitest in senso peggiorativo?
Mi sento un po' in colpa per non aver detto una cosa forse importante,valutando io cosa era importante e cosa non lo era...
Mi devo preoccupare (cosa che mi riesce benissimo ultimamente)??
la ringrazio tanto in anticipo (sperando che questa mia confessione non mi renda antipatica...)
cordiali saluti,
C.

[#22] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gli esiti degli esami sono del tutto tranquillizzanti pur se con qualche sigaretta.
Non ci pensi.



Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#23] dopo  
Utente 222XXX

buongiorno dottore! mi trovo a scriverle dopo alcuni mesi dal nostro ultimo confronto, la mia gravidanza sembra procedere bene e proprio oggi arriviamo a 29 + 0 settimane, il bambino (è un maschietto!) sta bene ed è molto attivo. La disturbo perchè ho alcuni dubbi riguardanti le ultime analisi che ho ritirato e per le quali dovrò attendere un po' per avere risposta dal mio ginecologo, e vorrei un suo parere.

La scorsa settimana ho effettuato la minicurva da carico glicemico a 50 grammi, ottenendo questi risultati: glicemia basale 0': 68 mg/dl, glicemia dopo 60': 109 mg/dl. Poichè i valori normali riportati (60-110) sono messi solo vicino alla riga della glicemia basale 0', vorrei sapere se il valore ottenuto dopo 60 minuti si può ritenere nella norma oppure no!

Inoltre, nello stesso giorno ho eseguito l'esame delle urine, da cui risulta tutto negativo e parametri nella norma, a parte il Glucosio nelle urine, appunto, che è pari a 30 mg/dl. Mi devo preoccupare per questo valore?

Un'ultima cosa: dall'inizio della gravidanza, sono già cresciuta 10 kg (partivo da circa 58). Mangio sano (niente schifezze, niente merendine, pochissimi dolci e massimo due volte a settimana), limito la pasta ed ho sempre mangiato poco pane, cerco di privilegiare carne, verdure e pesce...vado in palestra ed in piscina regolarmente, però ingrasso molto! in realtà è la pancia che è enorme, poi noto che ho spesso gambe gonfie e molta ritenzione idrica.
Il mio ginecologo mi ha detto di "controllare il peso" ma io più di così non so cosa fare!!! Del resto, sto lavorando e in ufficio poca ginnastica posso fare, quando sarò al mare potrò magari muovermi di più!
Pensa che mi debba preoccupare di questo aumento di peso?? c'è qualche indicazione più specifica cui potrei attenermi?
la ringrazio tanto e aspetto una sua cortese risposta!
C.

[#24] dopo  
Utente 222XXX

buongiorno dott. Santoro, provo a contattarla di nuovo anche se all'ultimo messaggio non aveva risposto (immagino e spero per lei per le meritate ferie estive!!!)...purtroppo continuo ad essere preoccupata, stavolta per altri motivi rispetto a quelli sopra riportati. Innanzitutto, il mio gine ha ritenuto adeguata la curva di carico glicemico che le ho postato sopra, e oggi sono a 33+1 con un aumento di peso +12 kg.

Solo che nelle ultime due visite, la più recente proprio stamattina, il liquido amniotico è risultato aumentato.
Oggi in particolare il gine ha detto "nei limiti della norma", e ha detto che non si può parlare di poliamnios ma solo di un lieve incremento, io però mi sono angustiata tanto. Il ginecologo mi ha detto di stare serena, che avendo escluso il diabete ed essendo andata bene anche l'ecografia morfologica, questo incremento del liquido potrebbe non avere una causa specifica o essere legato a problematiche non rilevabili ecograficamente (es. perdita di proteine del bambino) e io nel sentire queste cose mi sono agitata da morire.
Insomma secondo lui l'unico problema che può darmi è quella di contrazioni in anticipo (che comunque non ho).
Oggi abbiamo fatto anche l'ecografia del III trimestre, con il seguente referto: Amenorrea 32 + 1, diff. eco = 7 giorni, età gestazionale effettiva 33+1.
feto unico, attività cardiaca e motoria visualizzate. Parametri biometrici regolari per l'età gestazionale. Visualizzati stomaco, reni, vescica, quattro camere cardiache.
DBP mm 83
Diam FrontOcc mm 104
DAT mm 90
Femore mm 64
Omero mm 59
CC mm 294
CA mm 283
CCA/CA 1,04
FCF 137
Presentazione cefalica
peso (SHEP) gr 2038
Liquido amniotico: aumentato (AFI non calcolato)
Placenta fundica

dottore, lei che ne dice?? devo vedere un altro medico, un ecografista? posso stare serena che questo incremento del liquido non dipenda da qualche problema o malformazione del mio bambino?
io sono agitatissima, oggi per la prima volta in 8 mesi mi sento sfiduciata e pensare che nel mio cuore ho sempre ritenuto che il mio piccolo fosse sano come un pesce, oggi mi sembra tutto in discussione! Per favore, mi dia un suo parere....
grazie mille di cuore,
C.

[#25] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La curva da carico è inadeguata. Gli standards HAPO prevedono una curva con 75 e non con 50 gr di glucosio e tre oprelievi. Per questo i risultati non sono attendibili e lei potrebbe anche avere un diabete gestazionale.
I parametri di accrescimento ecografici sono nella norma. L'AFI non è stato calcolato per cui è rilevabile il solo dato soggettivo dell'ecografista.
Vero è che nel 70% dei casi il polidramnios è idiopatico o senza una causa specifica. Ovviamente vanno indagate le altre cause. La proteinuria incrementata può essere anche legata al poliamnios stesso.
Monitorizzi la PA, l'emoglobina glicosilata e l'esame delle urine.
Per il peso, sarebbe opportuna una valutazione della quota di urine emesse nelle 24 ore ed una valutazione del rapporto massa magra-massa grassa da parte di uno Specialista Nutrizionista o Dietologo.
In caso di anomalia dell'equilibrio glicemico, è indicata in primis una dieta specifica e dopo almeno 2 settimane (sempre che vi sia un diabete gestazionale EVIDENTE) una terapia insulinica se i livelli glicemici tardano a normalizzarsi.

Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#26] dopo  
Utente 222XXX

Dottore, come al solito è gentilissimo.
Le ultime analisi delle urine erano, a parte l'indicazione del glucosio di cui sopra (per la prima volta presente nelle urine), buone: proteine 5 mg/dl, emoglobina 0 mg/dl, tutto il resto (es corpi chetonici, bilirubine, etc.) nullo o assente, comunque in linea con i valori di riferimento.
Lo stesso dicasi per tutte le precedenti analisi delle urine che ho fatto (e sempre glucosio nullo).
La glicemia è stata misurata finora ogni mese con l'esame del sangue, non ha mai superato i 72 mg/dl.
La pressione è tendenzialmente sempre bassa (il mio massimo finora è 120/70, la rilevo ogni tre o quattro giorni a casa e quando vado dal mio dottore).

Se ho ben capito lei consiglierebbe di ripetere la curva con i tre prelievi...una domanda, ma il bambino non sarebbe ben più grande se avessi un problema di diabete gestazionale??
...mentre per le altre cause da indagare (tipo???) cui lei accenna, devo ripetere un'ecografia?

mi scusi ma sono davvero in difficoltà....

[#27] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Non consiglio di ripetere il test da carico. Dico solo che, all'epoca, la sua realizzazione avrebbe dovuto essere eseguita con 75 gr e non con 50 gr di glucosio in 300 ml di acqua.
Effettui l'emoglobina glicosilata (prelievo di sangue).
In caso di normalità dell'esame, è molto probabile che il diabete gestazionale Lei non lo abbia. Il bambino grosso per l'epoca è associato al diabete gestazionale nella maggior parte dei casi ma non sempre.
Per il polidramnios vanno escluse le cause che lo determinano sempre per via ecografica, è ovvio.
In caso di normalità dell'ecoanatomia fetale e senza anomalie metaboliche (noralità emoglobina glicosilata), si può etichettare il poliamnios come idiopatico (70% dei casi).



Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#28] dopo  
Utente 222XXX

buongiorno dottore,
per quanto riguarda l'anatomia fetale, fino a questo momento nulla è emerso, ho fatto un'eco del primo trimestre accuratissima e anche la morfologica era andata molto bene, certo forse ripetendo un'ecografia potrei stare più tranquilla,anche se le confesso che mi preoccupa un po' andare da qualcuno che non conosco e non mi ha mai vista in 34 settimane di gravidanza.

Alla fine avevo compreso cosa cercava di dirmi, quindi ho effettuato ieri il dosaggio dell'emoglobina glicosilata con il seguente risultato: 4,8%. Dai valori di riferimento riportati (sogg. non diabetici < 6%) direi di sì, ma vorrei un suo parere, e comunque se fosse necessario ripeterei il test da carico (anche se con quello da 50 sono stata male per un giorno intero con nausea e giramenti di testa!).

Aggiungo che anche il resto delle analisi è buono (toxo, CMV, urine e esame colturale, transaminasi varie, etc.), a parte un lieve incremento nei globuli bianchi risultante dell'emocromo.

Le rinnovo i miei ringraziamenti per la sua disponibilità e cordialità,
saluti
C.

[#29] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Nessun problema dalle analisi eseguite. Ripeta con cadenza bisettimanale fino al parto l'emoglobina glicosilata e niente altro.
Faccia valutare bene la crescita del feto per una eventuale diagnosi di macrosomia a termine, così da prendere in maniera condivisa fra Lei e lo Specialista curante, tutti gli accordi necessari relativi alla modalità del parto (vaginale o TC).



Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli