Utente 143XXX
Buona sera dott santoro ci siamo scritti alcuni mesi fa non so se si ricorda ho avuto 2 aborti e ho fatto tutti gli accertamenti per la poliabortività per fortuna gli esami andavano bene e ora sono incinta alla 16 settimana;Le scrivo perche essendo una ragazza molto ansiosa , ho comprato l'apparecchio angel sound per sentire il battito del mio piccolo, le prime volte ho sentito subito il battito mentre oggi ho dovuto provare 2 volte: 1 questa mattina ma senza risultato ed 1 volta stasera, mi è sembrato di percepire il battito come uno sfarfallio diverso dalle altre volte anche se non sono sicura fosse realmente il battito cardiaco.
1Puo essere nornale?
2Vorrei sapere se realmente questo apparecchio puo creare danni al feto dato che ci sono molti pareri contrastanti ? è vero che sono in ansia per paura di non sentire il battito ma è anche vero che se fa male al feto assolutamento non lo usero piu ho proprio bisogno del suo consiglio
3Inoltre volevo sapere se puo essere usato anche tutti i giorni?
dato che dopo averlo usato mi sento particolarmente in colpa.
4Posso stare tranquilla?
Grazie infinite come sembre per i suoi straordinari consigli

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Può tranquillizzarsi su tutti i fronti:
a) può usare l'apparecchio anche tutti i giorni. L'importante è utilizzarlo per brevi periodi 4 - 5 min. al giorno.
b) il battito non sempre si percepisce immediatamente. La posizione del feto in utero è il fattore limitante principale per l'auscultazione immediata dell'attività cardiaca del piccolo. I foclai di auscultazione migliori sono posti a circa 4 cm al di sopra ed all'esterno della rima vulvare a destra o sinistra tracciando, quindi, una ipotetica linea fra l'inizio della rima vulvare e la sporgenza ossea anteriore dell'ala iliaca dell'osso dell'anca. Inclini la sonda verso l'ombelico rimanendo ferma su questo punto e....buona auscultazione!!!!Questo, almeno, per questo periodo di gravidanza.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 143XXX

Grazie infinite per la sua come al solito esaudiente risposta.
Ieri ho ritirato gli esami della 16esima settimana ma come note ho trovato linfocitosi con neutrofilia credo sia dato da questi valori (leucociti e neutrofili un po alti)

leucociti 12,6
Eritrociti 4,41
Emoglobina 10,1
Ematocrito 31,1
Volume medio emazie (MCV) 70,5 *
Emoglobina media emaz
Concentrazione emoglobina emazie (MCHC) 32,6
Indice di anisocitosi (RDW) 15,5 %


Neutrofili relativi 68 %
Linfociti relativi 26 %
Monociti relativi 5 %
Eosinofili relativi 1 %
Basofili relativi 0 %
Neutrofili assoluti 8,6 *
Linfociti assoluti 3,3
Monociti assoluti 0,6
Eosinofili assoluti 0,1
Basofili assoluti 0,0
NOTE EMOCROMO Anemia
NOTE EMOCROMO 1 Ipocromia e microcitosi
NOTE EMOCROMO 2 Leucocitosi con neutrofilia

Cosa potrebbe essere mi devo preoccupare o è una questione di gravidanza.
Grazie infinite

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Potrebbe esserci una serie di modifiche del tutto fisiologiche in gravidanza negli esami che sono stati postati.
Aggiungerei una foresi dell'emoglobina alla lista degli esami prossimi, a meno che non sia già stata eseguita prima.
Solo il livello dell'emoglobina (circa 10 gr%), al 4° mese è degno di trattamento.
Per il resto, come già detto, si tratta di modifiche fisiologiche in gravidanza.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 143XXX

Buon giorno dott santoro
io sono portatrice sana di anemia mediterranea, ho gia fatto l'elettroforesi che conferma quanto appena scritto.
Volevo avere una delucidazione perche la mia ginecologa non è stata chiara o forse non ha capito. le spiego brevemente:
La ginecologa ha visionato gli esami e mi ha cambiato la terapia prima prendevo neogravigil e cardiaspirina 100 mg( per i precedenti aborti)
ora invece mi ha detto di prendere:
-ferrograd 1 compressa
-cardiaspirina 100mg
-folina 5mg
- e visto che non mangio pesce il multricentrum materno dha
Il mio dubbio è questo:
- Il multicentrum materna dha è composto da 60 compresse:
30 blu con vitamine e minerali tra cui acido folico etc
30 gialle con dha

-La gine mi ha detto di prendere 1blu e 1 gialla a giorni alterni ma nel multicentrum ce gia 400 mg di acido folico non mi fara male visto che prendo gia la folina?
-cosa ne pensa?
- inoltre mi ha detto di continuare cardioaspirina fino alla fine della gravidanza?!?!?!!!
Grazie mille sono un po confusa

[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
come sa, non possiamo esprimere giudizi o pareri su terapie impostate da Colleghi che hanno potuto visitare ed ecografare di persona una paziente. Tanto per lo statuto del nostro sito.
Mi permetta di esprimere, però, le sue stesse perplessità sull'assunzione sia della Folina che del Multicentrum DHA dove c'è già acido folico a 400 mg e per ciò che riguarda l'uso della Cardioaspirina fino a termine di gravidanza dato che come saprà, numerosi sono gli studi che evidenziano un pericolo (spesso anche sopravvalutato, però....devo dirlo) di chiusura prematura del Dotto di Botallo nel terzo trimestre o in epoche anche più precoci.

Anche per ciò che attiene al ferro, essendo Lei portatrice di A.M., l'associazione fra Ferrograd ed il ferro contenuto nel Multicentrum DHA, potrebbe comportare, alla lunga, un eccesso del minerale libero nel plasma, data la sua congenita scarsa capacità di incorporarlo nella molecola dell'"eme" dell'emoglobina.

Se fosse una mia paziente, eviterei di somministrare il plurivitaminico per effettuare una terapia polifarmacologica maggiormente mirata, in base alle sue esigenze sia fisiologiche sia derivate dallo studio dei fattori di poliabortività già effettuato.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli