Utente
Ad inizio anno, io e mio marito, abbiamo deciso che era arrivato finalmente il momento di avere un figlio.

Ho sospeso la pillola (diane) che prendevo sia come contraccettivo sia come cura per problemi di acne dovuta ad ovaio micropolicistico.
La ginecologa si è raccomandata che usassimo il preservativo per un paio di mesi e mi ha inoltre prescritto folidex tutte le sere e 1 ovulo di progeffik 200, per regolarizzare il ciclo, da 16mo al 25mo per 3 mesi.

Nei mesi di gennaio e febbraio ho avuto 2 cicli regolari di 28 giorni esatti.
Ultimo mestruo (primo giorno) il 7 marzo, ovulazione da calendario il 20 marzo, folidex tutte le sere, e progeffik dal 22 al 31 marzo come da programma.
Il 27 marzo inizio ad avere piccole perdite ematiche che vanno da rosso vivo al marroncino e che si protraggono fino al 1 aprile.
Ho consultato telefonicamente la ginecologa che mi ha rassicurato e, anzi, mi ha reso euforica dicendomi che potrebbero essere perdite da annidamento e che, in sostanza, potrei anche essere incinta.
Ho continuato col progeffik come da programma fino al 31 marzo, le attendevo per il 04 aprile e non sono arrivate. Tuttora non arrivano, sono a 6 giorni di ritardo e non ho alcun sintomo ne premestruale ne di gravidanza.

Ho fatto due test (confidelle progress), l'ultimo ieri (9 aprile), con la prima urina del mattino e con esito tristemente negativo.
Dovrei ripetere ancora il test? ...non so più cosa pensare, non so più cosa potrebbe essere successo. Posso riporre la speranza di aver veramente acchiappato la cicogna?

In attesa di avere l'appuntamento con la mia ginecologa (che non risponde), qualcuno può aiutarmi?

Aggiungo che non assumo altri farmaci, ho avuto un'alimentazione sana e regolare, dormo regolarmente e non mi sono mai sentita stressata in questo periodo!

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Per escludere o confermare uno stato gravidico deve eseguire un dosaggio delle betaHCG su sangue
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Grazie dr. Marcello

Quindi, dalla sua risposta, devo dedurre che questi test di gravidanza, se pur effettuati seguendo scrupolosamente tutte le indicazioni, non sono poi così affidabili?

Ancora non arrivano e non ho alcun sintomo premestruale (e neppure di gravidanza), la ginecologa mi ha detto di attendere ancora fino a venerdì e poi, in ogni caso, di chiamarla di nuovo ...non mi ha però voluto anticipare altro se non che secondo lei, probabilmente, non sono incinta!
Mi ha detto di stare tranquilla ma come si fa???

Possono gli ovuli di progesterone avermi fatto saltare l'ovulazione oppure di avermi allungato il ciclo di chissà ancora quanti giorni. Eppure, per due mesi (col progeffik dal 16mo al 25mo giorno del ciclo) ho avuto cicli regolari di 28 giorni.

E quelle piccole perdite ematiche dal 7mo post-ovulazione al 10mo post-ovulazione allora cosa potrebbero essere state ...se non spotting da annidamento, forse l'ovulazione stessa?

Non ho memoria di aver mai avuto cicli così lunghi e neppure mai episodi di spotting durante il ciclo ...anche se, a dire il vero, per diversi anni i miei cicli sono stati regolati dall'uso del diane.

Di nuovo grazie!

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Il test piu' affidabile e decisivo sono le betaHCG.
Gli ovuli andrebbero inseriti ad ovulazione avvenuta. Lo spotting potrebbe essere dovuto all'ovulazione
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"