Utente 226XXX
Buongiorno gentile dottore, mi rivolgo a lei per avere un parere sulla mia situazione, avendo avuto modo di constatare in altre occasioni la sua disponibilità e umanità, così importante per noi che ci affidiamo ad un consiglio virtuale. Reduce purtroppo da un raschiamento a dicembre, da allora il mio ciclo è regolarissimo (come non lo era mai stato!: prima ogni 45/50 giorni, adesso ogni 32/33) ma leggermente più scarso: infatti l'ecografia fatta subito dopo le mestruazioni evidenzia un endometrio di 2 mm, quella fatta invece il giorno dopo l'ovulazione di 7 mm, che ho letto essere leggermente più sottile della norma. La ginecologa mi ha detto che è tutto normale, e che magari la cosa è dovuta al fatto che negli ultimi mesi sono dimagrita (da 55 a 50 chili) e sono risultata un po' anemica, infatti ho appena cominciato ad assumere ferrograd. Secondo voi è possibile che la causa sia questa o potrebbero essere invece eventuali aderenze? Io eviterei volentieri un'eventuale isteroscopia, anche perchè la ginecologa mi ha detto che non serve e che posso tranquillamente ricominciare a cercare una gravidanza fin da subito... La ringrazio tanto

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
UN endometrio sottile può esserlo per cause fisiologiche o patologiche.
Nel Suo caso vedrei di buon grado l'esecuzione di esami ormonali come segue:
+ 3 giorni dall'inizio del flusso rosso vivo ed abbondante: FSH, LH, Estradiolo, fT3, fT4, TSH e Prolattina
+ 18, +21 e +23 giorni dall'inizio del flusso rosso vivo ed abbondante: Estradiolo - Progesterone e Prolattina.
L'incremento del peso corporeo a livelli ottimali è da ricercare ed attuare senz'altro.
Infine uno dei segni ecografici più frequenti di sinechie endouterine è l'anomalia dello spessore endometriale ed il suo ritrovarsi disomogeneo all'ecoscandaglio, specie in fase pre-mestruale.
Perciò, nel sospetto di una sindrome adrenziale post-raschiamento, Le consiglierei suo malgrado, l'esecuzione di una isteroscopia diagnostica.

Sempre a sua disposizione, La ringrazio delle belle parole e Le auguro tante buone cose.


Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 226XXX

E' stato molto chiaro, come sempre, e la ringrazio... mi farò prescrivere i dosaggi ormonali per capire se il problema è di questa natura. Riprendendo le sue parole, all'ecografia fatta in fase periovulatoria l'endometrio risultava lineare, però lei crede che in effetti 7 mm fossero troppo pochi? (l'endometrio sarebbe cresciuto di solo mezzo cm in fase follicolare, da 2mm a 7mm). Perchè la mia ginecologa ha detto che 7mm in fase periovulatoria vanno bene, perchè poi in fase luteale lo spessore endometriale cresce ancora! Un ultimo dubbio: in caso di aderenze i "sintomi" come l'ipomenorrea compaiono subito o possono comparire anche dopo vari mesi? ho provato a cercare su Internet, ma forse anche perchè sono poco esperta di tecnologia non ho trovato la risposta a questa mia perplessità! La ringrazio ancora

[#3] dopo  
Utente 226XXX

E' stato molto chiaro, come sempre, e la ringrazio... mi farò prescrivere i dosaggi ormonali per capire se il problema è di questa natura. Riprendendo le sue parole, all'ecografia fatta in fase periovulatoria l'endometrio risultava lineare, però lei crede che in effetti 7 mm fossero troppo pochi?. Le espongo questo dubbio perchè la mia ginecologa ha detto che 7mm in fase periovulatoria vanno bene, dato che poi in fase luteale lo spessore endometriale cresce ancora: infatti nella fase secretiva iniziale risultava 8/9 mm, mentre nella fase secretiva tardiva (un giorno prima dell'inizio del ciclo, quando era già iniziato lo spotting), era a 6.5, e la rima endometriale risultava lineare. Ho provato a cercare su Internet se questi valori vanno bene, ma forse anche perchè sono poco esperta di tecnologia non ho trovato la risposta a questa mia perplessità! La ringrazio ancora

[#4]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
L'endometrio è un tessuto target, ovvero bersaglio dell'azione degli ormoni.
Ne vogliamo riparlare dopo gli esami ormonali e l'isteroscopia?
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#5] dopo  
Utente 226XXX

Buongiorno gentile dottore, mi faccio risentire a distanza di un po'' di tempo per aggiornarla sulla situazione, dato che i suoi consigli mi sono stati molto preziosi: oggi ho effettuato un''altra ecografia con una scrupolosissima ginecologa che mi ha molto tranquillizzata spiegandomi tante cose. In questo ciclo l''ecografia è stata fatta circa quattro giorni dopo l''ovulazione, infatti l''endometrio era secretivo con presenza corpo luteo: la rima endometriale era lineare di 10,1 mm, e la cosa mi ha rasserenata perchè rispetto ai 7 dell''altra volta l''endometrio è cresciuto... a questo punto pensa si possa escludere la sindrome aderenziale? e che siano necessari i famosi "aiuti" estroprogestinici oppure posso riprendere "la ricerca" già fin dal prossimo ciclo senza timore di avere un endometrio troppo sottile con conseguente rischio aborto? so di apparire un po'' ipocondriaca e mi scuso, grazie ancora per l''attenzione


[#6] dopo  
Utente 226XXX

Buongiorno gentile dottore, mi faccio risentire a distanza di un po'' di tempo per aggiornarla sulla situazione, dato che i suoi consigli mi sono stati molto preziosi: oggi ho effettuato un''altra ecografia con una scrupolosissima ginecologa che mi ha molto tranquillizzata spiegandomi tante cose. In questo ciclo l''ecografia è stata fatta circa quattro giorni dopo l''ovulazione, infatti l''endometrio era secretivo con presenza corpo luteo: la rima endometriale era lineare di 10,1 mm, e la cosa mi ha rasserenata perchè rispetto ai 7 dell''altra volta l''endometrio è cresciuto... a questo punto pensa si possa escludere la sindrome aderenziale? e che siano necessari i famosi "aiuti" estroprogestinici oppure posso riprendere "la ricerca" già fin dal prossimo ciclo senza timore di avere un endometrio troppo sottile con conseguente rischio aborto? so di apparire un po'' ipocondriaca e mi scuso, grazie ancora per l''attenzione

[#7] dopo  
Utente 226XXX

Buongiorno gentile dottore, le scrivo a distanza di quasi un anno! perchè mi fido molto di lei quindi ci terrei se possibile ad aggiornarla sulla situazione: un mese dopo il nostro ultimo colloquio sono rimasta incinta! ora sono a 33+6 e la gravidanza è sempre andata molto bene. Le scrivo ora perchè reduce da un'ecografia di oggi che mi ha preoccupato: fino ad ora le misure del bimbo non erano da colosso, ma oggi mi è stato detto che il peso è di 2 kg, ai limiti inferiori della norma. Il referto parla di feto cefalico, placenta e liquido amniotico nella norma, nonchè "la velocimetria Doppler evidenzia una normale pulsatilità a livello di entrambe le arterie uterine e delle arterie ombelicali; normale pulsatilità a livello del dotto venoso e dell'arteria cerebrale media". Nonostante ciò, i parametri biometrici sono di un bambino più piccolo del normale, li riporto a voi perchè su internet si trovano migliaia di tavole biometriche fetali e io non sono in grado di analizzarle:
CC 304 mm
CA 290 mm
DBP 84 mm
Femore 59,5 mm (questa è la misura più piccola)
Prmettendo che sono certa della data del concepimento e che sono realmente a 33+6, le misure sono tutte sotto il cinquanta percentile, dal 20% al 40% (come è sempre stato comunque fin dall'inizio della gravidanza), però quello che mi preoccupa è la diminuzione di crescita delle ossa lunghe in particolare femore, che è passata dal 20% (fino alla 28 settimana) al 5%... Aggiungo che io alla nascita pesavo 2950g e sono alta 1.65: anche il mio compagno è abbastanza alto sull'1.80, c'è da dire però che i nonni sono molto bassi, non so se questo può influire... mi hanno detto che visto che non ci sono per ora altre anomalie o segni di sofferenza fetale, mi faranno un'eco alla settimana per monitorare la situazione, ma per ora sono tanto preoccupata e vi ringrazio se potrà delucidarmi!