Cerotto transdermico dopo menopausa chirurgica

Buongiorno.Ho 51 anni, a giugno 2010 sono stata operata di isterectomia con annessiectomia bilaterale ed omentoectomia per carcinoma endometrioide g2 dell'ovaio sx (stadio 1A) non infiltrante, con lavaggio peritoneale negativo (seguente laparoscopia esplorativa negativa). Ho quindi effettuato 4 cicli di chemio (carbo/taxolo) e seguenti tac semestrali di controllo risultate sempre negative. Ora sto benissimo ma il problema e'(oltre a tutte le conseguenze fisiche della menopausa chirurgica, quali depressione, vampe insistenti e molto fastidiose, insonnia) un drastico calo del desiderio e problemi di secchezza vaginale persistente.Ho sentito parlare molto del cerotto transdermico al testosterone che potrebbe alleviare questa problematica che si sta rilevando "pesante" per la mia vita di coppia. Posso usufruire di questo farmaco o nelle mie condizioni e' controindicato? ci sono alternative ad esso?Il mio medico curante non sembra propenso al suo utilizzo.Nel ringraziarla invio distinti saluti.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Per la condizione ormonale non è consigliabile l'uso di estrogeni.
Si potrebbe prendere in considerazione l'uso di FITOESTROGENI(isoflavoni di soia) ed altre sostanze per alleviare le vampate di calore come il resveratrolo.
Utile per la secchezza vaginale gel vaginali idratanti.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egr. Dottor Blasi La ringrazio per la cortese e sollecita risposta, risposta che temevo avrebbe avvalorato la tesi del mio medico curante! Nel ringraziarla ancora Le auguro buon lavoro.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test