Utente
Salve, indagando sulle probabili cause della mia infertilità, (da 8mesi in cerca di una gravidanza), la mia ginecologa mi ha prescritto 3 rilevazioni di progesterone e prolattina!
In terza giornata progesterone 0.30 e prolattina 21.3
in quattordic. giornata progesterone 0.30 e prolattina 18.1
in ventunesima giornata progesterone 3.80
in trentesima gionata progesterone 1.40 e prolattina 83.2
Aggiungo che 12anni fa ho subito un annessectomia, ho assunto un anticoncezionale fino all'inizio del 2012 e soffro di tiroidite autoimmune trattata con eutirox i cui valori (in terza giornata del ciclo) erano:
tsh 3,250
ft3 3.27
ft4 14.9
Ora mi chiedevo la possibile causa della prolattina così alta alla terza rilevazione,considerando che le altre 2 sono entro i range! Inoltre vorrei sapere se per ottenere una gravidanza il progesterone è sufficiente o è troppo basso!
Spero di essere stata chiara,
Grazie

[#1]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
Il progesterone e' un ormone prodotto dal corpo luteo dopo l'ovulazione. La sua produzione quindi inizia in 12 - 14 giornta ed e' inutile dosarlo prima. Di quelli eseguiti l'unico valore utile e' quello eseguito in 21 giornata,perche' in terza e quattordicesima giornata e' troppo presto e in 30 puo' essere troppo tardi. Su un unico valore si puo' dire poco, se non che l'ovulazione e' avvenuta.
Per quanto riguarda la prolattina , effettivamente l'ultimo valore e' alterato. Consideri che la Prolattina e' uno "stress hormone " e che tende ad aumentare in presenza di stress fisici o psicologici; per verificare che sia effettivamente alterata andrebbe ripetuta una valutazione nella prima fase del ciclo eseguendo nello stesso giorno 3 prelievi a distanza di 30 minuti l'uno dall'altro stando a riposo distesa o comunque rilassata.
La saluto cordialmente
Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta!
Probabilmente ero un po' stressata! l'esame della prolattina era nella stessa prescrizione del progesterone della 21giornata e invece non è stato effettuato dal centro,per cui hanno voluto recuperare la mancanza facendomelo in 30giornata...per cui ero un po' scocciata dalla cosa!
Lei consiglierebbe un monitoraggio del progesterone per alcuni mesi???? Non sono ancora andata dalla ginecologa perchè devo completare gli accertamenti prescritti con l'isterosalpingografia,che faro tra 2giorni...sono molto preoccupata perchè avendo subìto un'annessectomia, ci possono essere molte possibilità che la presenza di aderenze possa rendere impervia la mia unica tuba!!!!
Inoltre, a suo parere,c'è un livello ottimale di tsh per favorire la fecondazione e l'impianto?
Grazie della disponibilità

[#3]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
Non le consiglio di eseguire un monitoraggio del progesterone, non ne vedo l'utilità . Importante invece e' sapere lo stato della tuba residua, spesso quando vi sono stati interventi pelvici si formano aderenze che ostruiscono oppure ostacolano l'incontro tra i gameti e il corretto passaggio di embrioni eventualmente fecondati.
Alterazioni della funzione tiroidea , se presenti, vanno corrette con un supporto farmacologico.
Se vuole mi tenga al corrente dell'esito dell'isterosalpingografia.
Un saluto cordiale
Elisabetta Chelo
Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente
Salve,
oggi ho ritirato l'ISG,le riporto le parole del referto:
"Esiti di annesiectomia destra; la tuba destra è visualizzata sino al tratto istmico.
La tuba sinistra con decorso ascendente, è regolare per forma, calibro e pervietà in peritoneo.
La cavità è AVF, presenta un fondo arcuato, simmetrico, tipo utero transizionale setto-sellato."
Ora mi chiedo, è possibile l'instaurarsi di una gravidanza senza nessun intervento o sarà necessario fare una metroplastica (come mi ha consigliato il primario di radiologia durante l'ISG)?
Quali complicanze comporta l'utero setto-sellato?
Ringraziandola per la sua attenzione, le porgo i miei saluti.

[#5]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
gentile signora,
un utero arcuato o come si dice in "medichese" , sellato non comporta nessun pregiudizio all'instaurarsi e alla prosecuzione di una gravidanza. Diverso è il caso di un utero setto ;la differenza non è sempre facile e l'ISG non è l'esame migliore per derimere il dubbio.
Prima di intraprendere un intervento, che potrebbe si rimuovere il setto, ma creare esiti ciccatriziali e alterazioni dell'endometrio le suggerisco di eseguire un'isteroscopia che entrando direttamente in cavità uterina con una fibra ottica avrà un quadro chiaro della situazione.
Un cordiale saluto
Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente
Grazie per il suo consiglio,
le confesso che ho paura di finire nelle mani sbagliate...
E, vista la mia età,penso di non avere molto tempo da perdere!
La ringrazio ancora per il tempo che mi ha dedicato.
La saluto cordialmente.

[#7] dopo  
Utente
Salve,
innanzitutto tantissimi auguri di buon 2013!
Le scrivo per aggiornarla. In data 14/12 ho fatto l'ISC dalla quale è emersa la presenza di setto parziale che è stato rimosso durante l'esame con forbici introdotte dal canale operativo (inoltre è stata fatta una biopsia endometriale, ritirerò il referto la prossima settimana).
A questo punto,la ginecologa ha ritenuto opportuno iniziare la stimolazione con Clomid da 100mg a partire dal 5° giorno del ciclo, dicendomi di chiamarla intorno al 9°giorno per programmare il monitoraggio!
Cosa ne pensa?
Mi è venuto il dubbio se con un ovaio solo 100mg non siano troppi.....si può rischiare l'iperstimolo!
Inoltre non mi sono state date indicazioni sull'assunzione del Clomid, bisogna prenderle insieme o una la mattina e una la sera?
Poi,per quanto riguarda il progesterone: stimolando l'ovaio si produrranno più follicoli,quindi aumenterebbe la quantità di progesterone in circolo, oppure è necessaria l'integrazione con gli ovuli?
La ringrazio per l'attenzione,
saluti.

[#8]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
gentile signora,
il citrato di clomifene (Clomid) è uno stimolatore modesto e le situazioni di iperstimolo con questo farmaco non sono frequenti. 100 mg è una dose standard. Correttamente le è stato proposto un monitoraggio; non si dovrebbero assumere induttori dell'ovulazione senza controlli. Gli ovuli di progesterone sono utili perchè il cictrato di clomifene ha una modesta azione antiestrogenica e quindi relativamente negativa sull'endometrio.
Le auguro un felice 2013
cordialmente
Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com