Controindicazioni all'inositolo.

Buonasera,
ho 30 anni e sono alla ricerca del primo figlio. Tredici anni fa mi era stata prescritta la pillola concezionale (Milvane) per le mie ovaie entrambe policistiche, pillola che ho assunto fino ad ottobre.
So che la PCOS causa spesso cicli molto lunghi e anovulatori, oltre a tutti gli altri problemi legati allo scompenso ormonale. E questo, infatti, era ciò che mi accadeva da ragazzina e che ora vorrei scongiurare. Da quando ho interrotto la pillola ho avuto il primo ciclo naturale di 43gg, mentre il secondo lo attendo ancora...ed ho iniziato ad informarmi autonomamente su cosa potrebbe aiutarmi senza nuocermi.
Ho scoperto così che degli integratori alimentari a base di inositolo (una o due bustine da 2gr al giorno) possono aiutare moltissimo a rendere il ciclo più regolare, stimolare l'ovulazione e rendere l'ovocita migliore, è vero?
Vorrei inoltre sapere se questi integratori hanno delle controindicazioni, se posso iniziare ad assumerli o se c'è qualche fattore che dovrei ulteriormente valutare e che sto trascurando. Inoltre che dose dovrei assumere nel caso? Una o due bustine al giorno?
Per quanto riguarda un'eventuale gravidanza ho letto che non causerebbe nessun tipo di problema (gli integratori contengono infatti anche acido folico), anzi aiuterebbe alla chiusura del tubo neurale, anche queste sono notizie vere?
Ho provato ad informarmi dal mio medico, dal mio ginecologo e dalla mia farmacista ma pare che nessuno conosca l'inositolo e le sue proprietà!!!
In attesa di un vostro gentile parere, vi porgo i miei più distinti saluti.
[#1]
Dr.ssa Elisabetta Chelo Ginecologo, Patologo della riproduzione 1,9k 52 34
Cara signora,
l'inositolo fa parte del complesso della vitamina B (B8) , migliora la sensibilità all'insulina e le caratteristiche cliniche e ormonali delle donne con ovaie policistiche. E' stato anche visto che la supplementazione con inositolo ripristina l'ovulazione spontanea con il conseguente aumento del tasso di gravidanza, sia da solo che in combinazione con le gonadotropine. Inoltre è stato dimostrato che l'inositolo ha effetti favorevoli sulla riduzione della resistenza all'insulina in situazioni come l'obesità.
E' considerato un integratore ed è quindi a libera vendita, anche se il mio consiglio è quello di parlare con uno specialista prima di assumerlo. Gli effetti collaterali e le controindicazioni sono modeste e rare.
Un cordiale saluto

Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott.ssa Chelo,
la ringrazio per la celerissima risposta.
Mi sono rivolta al sito proprio perchè tra i "miei" specialisti (medico di base, ginecologo e farmacista) nessuno sa cosa sia l'inositolo e volevo un parere di un esperto prima di fare di testa mia.
Vorrei sapere quindi se secondo lei è per me indicato prenderlo (sono anche in forte sovrappeso) e in che dosi.
Distinti saluti.
[#3]
Dr.ssa Elisabetta Chelo Ginecologo, Patologo della riproduzione 1,9k 52 34
Cara signora,
Penso che potrebbe esserle utile, ma se il problema non si risolve forse sarebbe meglio rivolgersi ad uno specialista esperto o ad un centro specializzato.
Un cordiale saluto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test