Utente
Cari Dottori, mi rivolgo a voi perchè voglio più pareri (e più aiuti possibili) su quello che mi sta capitando.
Premetto che soffro di candida da almeno 6 anni, la quale compariva circa 2 volte l'anno e veniva curata dal mio medico di base inizialmente con il Gynocanesten e poi con il Diflucan.
Ora è da giugno che ogni mese mi si ripresenta accompagnata dalle solite perdite, dal prurito, dai taglietti vaginali e da un certo disagio intestinale.
La compressa di diflucan ormai non mi fa più nulla. Mi sembra di essere entrata in un circolo vizioso: eppure anche il mio compagno, che puntualmente presenta una desquamazione sul glande, si cura come me.
Ho richiesto anche il parere di un gastroenterologo che mi ha prescritto analisi delle feci e esami per escludere varie intolleranze (latticini e glutine in primis).
Ma siamo sulla strada giusta?
Nel frattempo cerco di combatterla assumendo fermenti lattici specifici - ormai da mesi - e ovuli vaginali contenenti lattobacilli.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Devo necessariamente fare una premessa: come è stata fatta la diagnosi di CANDIDA con coltura specifica (coltura per miceti), con esame batteriologico a fresco, questo è importante ai fini della terapia e delle precauzioni.
Se si tratta di episodi sporadici e cioè meno di 4 episodi all'anno (accertati con sicurezza ,non presunti) si parla di vaginiti micotiche NON COMPLICATE.
In molti casi di vulvovaginite non viene posta una corretta diagnosi o perchè la paziente inizia spontaneamente una terapia o perchè la disponibilità di farmaci ad ampio spettro induce il medico a far diagnosi SOLTANTO sulla base dei sintomi e dei segni clinici .
SEMBRA che solo il 20-30% di tutte le donne che fanno uso di medicinali da banco come automedicazione abbia in realtà una infezione.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La diagnosi di CANDIDA mi è stata fatta inizialmente attraverso la descrizione dei sintomi e solo successivamente con un tampone vaginale.
Ultimamente invece il medico di base mi prescrive sempre il diflucan senza ulteriori indagini e/o accertamenti.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questa è la conferma. il fluconazolo si somministra nelle vaginiti da candida ( accertate) complicate,cioè più di 4 episodi in un anno
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Grazie dottore, ma appurato quindi che soffro di candida complicata (o recidivante) perchè il fluconazolo non mi fa più effetto? E soprattutto, cosa posso fare affinché la candida non mi compaia più ogni mese?

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Potrei pensare che non si tratti di CANDIDA
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
E con quali esami posso quindi sapere di che cosa si tratta?

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
ESAME BATTERIOLOGICO A FRESCO DEL SECRETO VAGINALE oppure coltura di tampone VAGINALE per la ricerca della gerdnerella, E. coli, trichomonas .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
Grazie dottore, farò nuovamente un tampone.
Mi sorge però un dubbio: non è che sbaglio l'assunzione del fluconazolo? Il mio medico di base prescrive sempre una compressa a me e una al mio partner. Forse non basta vista la forma recidivante della mia candidosi?

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ma dobbiamo essere certi che si tratti di candidosi ,perchè il fluconazolo è soltanto un anti micotico .
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente
Certo, ha perfettamente ragione. La ringrazio per le sue risposte.