Utente
Buongiorno, sono una donna di 31 anni e soffro di acne da quando avevo 20 anni. Ho provato diverse cure tra cui Roaccutan nel 2005 poi sospeso. da allora ho assunto solo la pillola Diane facendo delle pause, fino a quando il dermatologo mi ha prescritto a Ottobre 2013 la pomata "Tretinoina same 0,05%" da applicare la sera.
Ho utilizzato la crema per 7 settimane poi ho sospeso la sera del 30 novembre 2013.
Conoscendo gli effetti teratogeni della crema in caso di gravidanza, dato che sospetto di essere rimasta incinta nei 15 giorni successivi alla sospensione del farmaco (ultimo ciclo è stato il 4 dicembre durata media 29/30 giorni, ovulazione intorno al 16-18 dicembre,)ma non ho ancora fatto il test, volevo sapere se, avendo sospeso da poco l'utilizzo della pomata, ci sia il rischio concreto che l'embrione si sviluppi con qualche malformazione o posso stare tranquilla del fatto che non sto utilizzando la crema durante la gravidanza.
Ringrazio chiunque vorrà rispondermi per tranquillizzarmi un po'.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Solo il 5-7 % della dose applicata di TRETINOINA viene assorbita.La dose assorbita in seguito a trattamenti giornalieri è inferiore a 0,015 mg/Kg, che è 30 volte inferiore alla più bassa dose teratogena nell'uomo.
Gli studi disponibili non indicano che l'applicazione topica di tretinoina (usualmente scarsamente assorbita) comporti un aumento di malformazioni .
La fonte di questi dati è l' AIFA (agenzia Italiana del Farmaco) .
Oltretutto lei ha sospeso l'applicazione (30 nov. 2013) molto tempo prima della presunta ovulazione.
In bocca al lupo!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto dottore, mi è stato di grande conforto!!
Crepi in lupo!
Buon Anno Nuovo

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, le scrivo nuovamente in quanto 3 giorni fa ho fatto il test di gravidanza ed è risultato positivo come mi aspettavo; ho intenzione di aspettare almeno un'altra settimana prima di effettuare l'esame delle beta hcg (l'arrivo del ciclo era previsto per ieri) e di prenotare successivamente una visita dalla mia ginecologa, secondo lei faccio bene?
Sempre la ginecologa mesi fa mi aveva consigliato di iniziare ad assumere acido folico ma ho iniziato solo settimana scorsa purtroppo.
Sto prendendo Folidar calcio folinato 15mg una compressa al giorno come indicatomi dal farmacista, secondo il suo parere va bene o è meglio un'altra marca? (anche perchè Folidar costa più di 20 euro...)

La ringrazio molto per i consigli che vorrà darmi.
Un cordiale saluto.

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per la prevenzione della spina bifida si consiglia l'acido folico a 400 gamma (OMS) al dì.
Nessun nome commerciale, oltretutto questa composizione è mutuabile.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, la mia gravidanza è arrivata alle 18 settimane e fino a un mese fa risultavo negativa agli anticorpi Igg e Igm del Citomegalovirus. Ho fatto gli esami anche a gennaio ed ero negativa.
Ho effettuato due giorni fa un esame del sangue di controllo e risulto positiva agli anticorpi Igm del Citomegalovirus per un valore di 34 U/ml (il valore minimo per essere positiva è 22)
Il medico non mi ha prescritto l'esame sugli anticorpi Igg perchè dice che tanto non ho mai contratto la malattia in passato per cui non serve rilevarli.
Premetto che nel mese di marzo ho contratto una bronchite che mi ha dato tosse e febbre fino a 38.5 per i primi due giorni e poi febbre al massimo 37.5 per il resto della settimana.
Ho assunto Augmentin per 9 giorni e la bronchite è praticamente passata.
Gli altri valori attuali dell'Emocromo sono:
LEUCOCITI 10.50 (4.00-10.80)
ERITROCITI 4.07 (4.00 - 6.20)
EMATOCRITO 35.0 (lievemente sotto la norma 37.0-52.0)
CELL.NEUTROFILE PEROSSIDASI POSITIVE 66 (50-70)
CELL.EOSINOFILE PEROSSIDASI POSITIVE 2 (fino a 4)
CELL.LINFOCITICHE PEROSSIDASI NEGATIVE 25 (20-45)
CELL.MONOCITICHE 5 (4-8)
CELL.NEUTROFILE PEROSSIDASI POSITIVE 6.91 (1.9-8.0)
CELL.LINFOCITICHE PERSOSSIDASI NEGATIVE 2.61 (0.9-5.2)

NELLE URINE SONO PRESENTI LEUCOCITI AL VALORE 5

Non sembra strano che sono sempre stata negativa al Citomegalovirus e proprio in concomitanza con l'infezione da bronchite il valore degli anticorpi Igm si sia positivizzato?
Sono un po' angosciata visto il mio stato di gravidanza, non posso contattare la mia ginecologa fino a lunedì pomeriggio e vorrei avere il parere di un medico sulla mia situazione.

La ringrazio tantissimo se vorrà di nuovo rispondermi.

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto se lo stato sierologico è stato negativo sino al quarto mese , può tranquillizzarsi perchè questo è il periodo di particolare rischio..
Una diagnosi di infezione primaria della madre non deve essere interpretata come sinonimo di infezione fetale , nè tantomeno come previsione certa di infezione congenita da CMV.
E' importante per essere certi della infezione primaria eseguire una " Ricerca dell'avidità anticorpale.
Bassa avidità = infezione recente
alta avidità = si pone diagnosi di infezione non primaria .
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI