Ritardo ciclo e test negativi

Salve, volevo avere delle informazioni su una cosa che mi sta succedendo. Il mio ciclo si è bloccato e ormai sono circa 80 giorni..
Il mio ultimo ciclo è stato il 4 giugno, ed ho avuto un rapporto il 22 giugno(coito interrotto), Ho un ciclo irregolare che va da 31 a 35 giorni.
A 35 giorni non mi era ancora arrivato il ciclo, quindi al 36esimo giorno ho fatto un test(comprato in farmacia), negativo, ho deciso di aspettare due giorni, dopodiché ne ho fatto un altro, anche questo negativo.
Ho pensato che mi fosse saltato il ciclo quindi ho deciso di aspettare il prossimo.
Oggi siamo al 20 agosto e ancora nulla, ieri ho fatto un terzo test ed era negativo anche quello.. Ho la pancia molto gonfia e ho delle perdite scure
Sono andata a fare le beta hcg in un laboratorio privato ma erano tutti chiusi per ferie e sto per partire tra 2 giorni quindi per ora non posso nemmeno andare da un ginecologo..
La mia domanda è: i test della farmacia si possono sbagliare per ben 3 volte??
Non so quanto questo possa influenzare ma a giugno ho usato degli ovuli Vagilen e lavande interne, ho anche perso 3kg ed essendo in vacanza ho anche cambiato completamente i miei orari..
Grazie in anticipo
[#1]
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo 905 36 125
Gent. Sig., i test di gravidanza su urine, anche di farmacia, sono di solito attendibili, se fatti correttamente. Molti sono i fattori che causano amenorrea, cioè mancanza di ciclo: assunzione di farmaci, diminuzione o aumento ponderale, stress, ansia, ecc. i più frequenti, oltre naturalmente a vere e proprie disfunzioni ormonali ( ovaio policistico, patologie della tiroide, del surrene, ecc.). Una delle cause di amenorrea più comuni è rappresentata dallo squilibrio ponderale. Poiché gli ormoni vengono sintetizzati a partire dal colesterolo, un eccesso o una carenza di grasso corporeo influiscono negativamente sul ciclo mestruale. Ecco perché le anoressiche, le atlete, le obese, sono tutte categorie di donne particolarmente a rischio di disturbi del ciclo. Una volta esclusa una gravidanza, se il ciclo non si ripresenta spontaneamente, non resta che rivolgersi al ginecologo di fiducia e discutere con lui i necessari approfondimenti diagnostici e la conseguente terapia. In molti casi la cura consiste semplicemente nel recuperare e mantenere il peso forma, se non è possibile da sole con l'aiuto del dietologo e , nei casi più resistenti, dello psicologo. Sperando di esserle stata utile, la saluto cordialmente.

Dr. Lucia Vecoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si è stata molto chiara! Una gravidanza ora non me la posso assolutamente permettere..
Ho contattato il mio medico di base prima di partire e mi ha detto di fare un'ecografia transvaginale perché crede che io abbia, appunto, l'ovaio policistico
Grazie mille per le spiegazioni, saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test