Utente 392XXX
Prendo regolarmente la pillola Estmar (150+30); da venerdì 25 ho iniziato una cura a base di due compresse di Macladin al giorno. Ho saputo solo adesso, 5 giorni dopo, che questo medicinale può interferire con l'effetto contraccettivo della pillola.
Domenica 27, due giorni dopo l'inizio della cura, ho avuto un rapporto non protetto da preservativo.
Vorrei sapere quanto mi devo preoccupare, qual è la percentuale che questo porti ad una gravidanza indesiderata, dal momento che la mestruazione arriverà tra una settimana e non voglio restare con questo pensiero tanto a lungo.
Ringrazio in anticipo per l'aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La CLARITROMICINA ( macladin ) è un macrolide e rientra tra gli antibiotici non induttori di enzimi epatici (che accelerano l'eliminazione) e studi di farmacocinetica non hanno dimostrato riduzione dei livelli degli ormoni contraccettivi , durante l'uso concomitante.
Per questo motivo i rischi sono minimi.
In generale si consiglia di usare metodi contraccettivi alternativi in corso di terapia antibiotico, ma dipende dal tipo di antibiotico.
Salutoni
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 392XXX

La ringrazio, la mia preoccupazione è legata ai rapporti avuti due giorni dopo l'inizio della cura, in quanto ancora non sapevo che gli antibiotici potessero avere effetto sulla pillola.
In ogni caso la prendo regolarmente da parecchio tempo, quindi non credo che l'effetto sia compromesso così velocemente...
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
esatto , ma non si preoccupi
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI