Utente 383XXX
Salve,

ho 34 anni e scrivo perché da alcuni giorni sono in pensiero per un problema.

Racconto da principio.

Ho sempre avuto difficoltà ad avere rapporti completi, infatti il primo l’ho avuto all’età di 28 anni (nel 2009) con il mio attuale marito.

Non è stato facile provavo molto dolore e i muscoli si contraevano ogni volta che provava a penetrare.

Dopo esserci riusciti abbiamo avuto rapporti completi per due anni, sempre con dolore iniziale però.

Nel 2011 sono rimasta incinta e da quel periodo non siamo più riusciti ad averne fino a due settimane fa.

Non ho mai parlato di questo con nessuno, tranne chiaramente con mio marito, ma documentandomi ho capito di avere un problema di vaginismo.

Come dicevo due settimane fa dopo vari tentativi siamo nuovamente riusciti ad avere rapporti, pochi giorni dopo il “primo”, quindi circa una settimana fa, ho avuto una cistite emorragica curata con antibiotici.

Abbiamo ricominciato ad avere rapporti, due con la precisione mercoledì e venerdì scorso. Alla fine del rapporto ho notato la presenza di sangue sui nostri genitali. Quindi sicuramente l’ho perso durante il rapporto.

Vi chiedo se può essere causato dal dolore che provo soprattutto nella penetrazione? Magari per la “forza” che ci mette mio marito? O per lo sfregamento?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La perdita ematica post-coitale (dopo rapporti vaginali) potrebbe essere legata a varie patologie : presenza di polipo cervicale, ectropion del collo uterino (piaghetta) , notevole secchezza vaginale e quindi sfregamento notevole durante i rapporti vaginali, vaginite acuta .
Come vede è difficile determinare la causa della perdita ematica , senza un riscontro obiettivo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 383XXX

Salve Dottore. Ho una domanda che vorrei porle. Ho più volte provato ad inserire una richiesta na senza successo.
Come accennavo nel primo post ho avuto qualche settimana fa la cistite emorragica, passata con antibiotici.
Ieri si è ripresentata sempre a distanza di due giorni da un rapporto completo con mio marito.
Ero al lavoro e non pensandoci ho preso un'oki. Siccome stiamo provando ad avere il secondo figlio, se fossi incinta, anche se mi rendo conto che è una remota possibilità visto che ho ultimato il ciclo venerdì e il rapporto c'è stato sabato, l'uso dell'oki può dare problemi.
Ringrazio della risposta.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non si preoccupi niente di grave.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 383XXX

Grazie dottore! Sono un'ulteriore domanda. Giovedì vado dalla ginecologa per un controllo e pap-test, ma volevo sapere se secondo Lei può essere possibile che le cistiti e il sangue (poco) dopo il rapporto e non ad ogni rapporto, possono essere entrambi causati dalla difficoltà nella penetrazione? Io per anni non sono riuscita ad avere rapporti con mio marito e ora con molta pazienza siamo riusciti, anche se il dolore iniziale e' sempre presente.
Grazie e buona serata

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La Collega potrà essere più precisa con una visita
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI