Utente 402XXX
Buongiorno,
in meno di un anno ho avuto diversi episodi di vaginite (quattro o cinque), sia batterica che micotica, che ho curato con Zidoval e Meclon. Più recentemente ho preso anche le capsule vaginali Immunolact.
L'ultimo episodio di vaginite risale a due settimane fa. Credevo di averlo superato con il Meclon ma ora, dopo solo una settimana dalla fine della cura, mi ritrovo di nuovo con perdite (stavolta più fluide, non tipo ricotta), forti prurito e bruciore e labbra vaginali molto secche, oltre che rosse per l'infiammazione.
Naturalmente non riesco ad avere rapporti sessuali, e questo fattore aggiunto a un momento di stress del periodo mi rende molto instabile di umore e talvolta depressa.
Faccio costantemente risciacqui con il bicarbonato e con il Tantum Rosa, che appena applicato mi provoca forte bruciore a causa dell'infiammazione esterna e allieta prurito e bruciore solo temporaneamente.
Volevo sapere se c'è qualche altro prodotto, medico o naturale, che possa perlomeno togliermi il prurito (mi ritrovo a grattarmi inconsciamente la notte) e mi aiuti a combattere infiammazioni e secchezza, nell'attesa di fare una visita dalla mia ginecologa di fiducia (purtroppo sono una studentessa fuori sede e torno a casa molto poco spesso).
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Escludendo una delle infezioni vaginali più frequenti molto spesso non diagnosticata :
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1828-vaginite-infettiva-comune-vaginosi-batterica.html
Io penso come patologo vulvare a qualcosa che non c'entra con una vaginite , mi riferisco ad una VAC (vulvite allergica da contatto ) acuta o cronica., reazione a sostanze di natura chimica (ammorbidenti, coloranti degli indumenti intimi, detergenti molto profumati ect..) o biologica che vengono a contatto con cute o mucosa con conseguente risposta infiammatoria .
Non consiglio terapie senza una ben precisa diagnosi , magari eseguire una vulvoscopia , un patch-test , prist e rast..
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Grazie per la risposta. Effettivamente i sintomi combaciano con quelli della VAC, eseguirò degli esami per confermare la diagnosi.

[#3] dopo  
Utente 402XXX

Le chiederei, se possibile, un ulteriore consiglio.
Negli ultimi due giorni non ho preso medicinali e proceduto con la normale igiene intima.
Mi sono però comparsi dei taglietti sulle labbra (che già avevo ma in quantità molto minore) che sanguinano da soli, senza nemmeno essere stimolati dal mio grattare. Mi era capitato in passato di avere dei taglietti (ma non sanguinanti), all'epoca avevo usato Lietofix ed era passato molto presto. Ora però, dopo aver provato anche con Lietofix, i tagli non se ne vanno e continuano a sanguinare.
Cosa mi consiglia di fare?