Utente 258XXX
Salve, ho 26 e da un po' di tempo continuo ad avere perdite anomale. Le spiego in breve la mia storia clinica. Da sempre (dalla prima volta che ho iniziato ad avere il ciclo 11 anni) ho avuto problemi mestruali, avendo un ciclo irregolare con mestruazioni abbondanti più volte al mese. Mi sono rivolta a diversi ginecologi che mi hanno consigliato la pillola. L'ho presa per un paio d'anni e tutto andava meglio. Una volta smessa stavo meglio ma la mestruazione ha continuato ad essere dolorosa e abbondate. Ho fatto varie ecografie e pap test negli anni e che hanno escluso l'endometriosi o altre possibili malattie. Ho ripreso la pillola 4 anni fa che mi ha invece fatto molto male al livello di controindicazioni quindi ho poi smesso di prenderla. Circa due anno fa ho iniziato ad avere nuovamente perdite di sangue tra una mestruazione e l'altra. Le perdite erano molto abbondanti e con giramenti di testa e vampate di calore, ho assunto tranex sotto consiglio ginecologico e poi nuovamente la pillola (una diversa) per una piccola cisti riscontrata all'ovaio destra. Ho smesso la pillola da un anno ed ora mi ritrovo con perdite di sangue durante l'ovulazione. Dopo l'ultima ecografie transvaginale eseguita e visita ginecologica si è riscontrata una pieghetta al collo dell'utero ma in via di guarigione. La dottoressa mi ha detto che non ho problemi, ha escluso malattie ormonali e qualsiasi altro tipo di patologia. Mi ha detto che però ho un utero "strano" a cui non ha saputo dare una definizione. Scrivo qui perché vorrei capire, avendo queste perdite anomale nuovamente, se posso avere rapporti normali. E cosa comporta questa pieghetta che si continua ad aprire e a farmi sanguinare. Ho chiesto di poter fare un esame ormonale ma mi hanno detto che non c'è né bisogno. L'ultima visita risale a qualche mese fa. È possibile guarire da queste perdite di sangue animale che si maneifestano con sangue rosso vivo e vampate di calore e freddo, tachicardia e mal di testa? Grazie per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Bisognerebbe indagare sulla cavità uterina con una ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA per escludere miomi sottomucosi o polipi endometriali.
Inoltre non escluderei dopo un PAP test anche una COLPOSCOPIA , per escludere una patologia cervicale.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI