Utente 474XXX
Buongiorno, mi scuso se la domanda è giá stata ripetuta ma avrei bisogno di capire come comportarmi. Ho interrotto pillola minesse dopo 4 anni. Dopo l'interruzione il ciclo si è presentato dopo 50 giorni. È durato di meno del mio ciclo "naturale"(6 giorni di solito) ma non erano perdite. In questi 50 giorni ho avuto due rapporti protetti con preservativo. Successivamente al ciclo ho fatto una visita ginecologica con eco transvaginale che segnalava diversi follicoli in ovaio. Ora dopo 60 giorni dopo l'ultimo ciclo ho il seno molto gonfio e dolente (mai avuto così) e non so cosa fare: aspettare pensando a una semplice lenta regolarizzazione o fare un test di gravidanza? Non mi è ben chiaro quando preoccuparmi fino a che sarò così irregolare anche perchè la tensione mammaria mi porta proprio dolore tutta la giornata. Grazie. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Tenga presente che tutto quello che accade dal punto di vista ormonale (tensione mammaria, irregolarità del ciclo, ect...) dopo circa due mesi non ha alcuna correlazione con la pillola contraccettiva assunta.
In questo periodo è in atto il suo "clima ormonale " .
Deve attendere ed eventualmente valutare ulteriori indagini.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 474XXX

Grazie Dottore, ho fatto comunque un test risultato negativo. Le chiedo gentilmente come agirebbe in una situazione del genere. Ho fatto eco transvaginale come le dicevo. Oltre a questo si deve valutare il profilo ormonale? Nel caso non avessi ancora il ciclo si può assumere qualcosa per stimolarlo, rifacendo prima di nuovo un test o basta quello che ho fatto? Grazie e buon inizio!